Cittá di Chiari
Cittá di Chiari

Comune di Chiari - In comune

Massimo Vizzardi (Sindaco)
Massimo Vizzardi (Sindaco)

Attuazione dei programmi politici e di mandato; Attuazione del piano strategico della Città, Area Vasta; Rapporti con Fondazioni Sociali; Politiche della Partecipazione; Rapporti con Associazioni di Volontariato Sociale; Politiche per l’integrazione; Politiche Sportive e Rapporti con Associazioni Sportive; Rapporti con le Quadre; Politiche per la sicurezza; Politiche del personale; Politiche per il Governo del Territorio e abitative; Politiche per la tutela del decoro urbano, del verde e del patrimonio pubblico.

 

***********************

AREA VASTA, OPERE PER PIÙ DI DUE MILIONI


Febbraio 2022

Anche questa pandemia ha evidenziato quanto gli uomini e le donne che lavorano all’interno di un ente, nel caso specifico nel Comune di Chiari, siano la risorsa più importante; nello specifico si tratta di persone (oggi nel numero di 75) che nella stragrande maggioranza dei casi hanno prestato e prestano il proprio lavoro andando ben oUna delle questioni che l’attuale Amministrazione comunale è stata chiamata ad affrontare nel corso degli anni è l’accordo di Area Vasta stipulato nel 2009, in essere tra i comuni di Chiari, Castelcovati, Rudiano ed Urago d’Oglio in base al quale i quattro comuni rinunciano ad insediare sui propri territori nuove aree produttive per concentrare sull’area individuata in Chiari su via Roccafranca dette destinazioni.

Gli oneri derivanti da dette operazioni, in base al richiamato accordo, vengono “ripartiti” fra i singoli comuni sulla base di alcuni calcoli legati sia al dato della popolazione che a quello dell’estensione territoriale e comunque destinati principalmente ad interventi di interesse sovracomunale. Se importante è stata l’azione dell’attuale Amministrazione comunale nel ridurre in questi anni il consumo del suolo (nella variante generale al PGT del 2017 sono stati infatti ricondotti a destinazione agricola mq 344.243 mq di previsioni in ambito residenziale e 175.617 mq in ambito commerciale / produttivo) l’area in questione già solo per il suo carattere sovracomunale (e per oltre la sua metà già edificata) non poteva essere eliminata ma, piuttosto come si è cercato di fare, gestita nel migliore dei modi.

Con l’intervento proposto da Techbau e che la medesima sta realizzando – in ambito di logistica – il Comune di Chiari ha cercato di attuare una concreta ed autorevole sintesi dei vari interessi dei comuni appena sopra richiamati; l’importo di euro 2.674.271,77 derivante da detta operazione verrà così ripartito:– euro 1.286.687,48 per la realizzazione della ciclabile tra Chiari a Rudiano passando per la località di San Giovanni, un’opera strategica di 4,5 km che ci avvicinerà al Parco dell’Oglio. (Realizzazione entro il 2023).– euro 200.000,00 per la realizzazione di una ciclabile sul territorio di Chiari e Castelcovati per unire quest’ultimo paese alle reti ciclabili presenti.– euro 1.187.584,29 da destinare al progetto (di euro 5milioni circa) della nuova Caserma della Compagnia dei Carabinieri di Chiari, per cui il Comune di Chiari sta altresì partecipando ad alcuni bandi nazionali. Investimenti importanti, presi in accordo con i comuni confinanti, con quello spirito di mediazione costruttiva che è necessario per un buon amministrare.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

IL COMUNE HA ACQUISTATO IL COMPLESSO IMMOBILIARE DELLA FONDAZIONE BETTOLINI IN VIALE CADEO


Febbraio 2022

Quella delle Fondazioni è stata ed è tuttora certamente una delle partite più delicate ereditate dall’attuale Amministrazione comunale; si tratta, come noto ai più, di patrimoni donati nei secoli scorsi alla città da illustri famiglie clarensi e diretti a soddisfare i bisogni di chi più disagiato o comunque, principalmente, in ambito sociale e/o culturale, per anziani, giovani e disabili. La Fondazione Bettolini, la Fondazione Bertinotti Formenti, la Fondazione Cadeo, la Fondazione Istituto Morcelliano, la Fondazione Morcelli – Repossi ma, anche, la Fondazione Mazzotti – Bergomi.

Se alcune di queste fondazioni avevano ed hanno chiari fini statutari per il cui raggiungimento le medesime stanno lavorando, altre hanno visto nel recente passato persi i propri patrimoni milionari. Così è stato per la Fondazione Bettolini, fisicamente individuabile nell’immobile sito a lato della casa di riposo Pietro Cadeo, laddove l’operazione immobiliare pensata nel 2009 ha portato ad una situazione tale per cui le entrate (affitti) derivanti dall’investimento non coprivano i vari costi e le rate del mutuo contratto con ogni relativa conseguenza legata ad un’esposizione debitoria non più gestibile.

L’acquisto per l’importo di circa un milione di euro dei due stabili di proprietà della fondazione Bettolini – possibile grazie ad una buona ed attenta gestione del bilancio comunale di questi anni – intende, da un lato, salvaguardare la storia di un ente centenario da una liquidazione indecorosa (l’ente comunque chiuderà ma quantomeno non in perdita) e, dall’altro lato, tenere a disposizione della città un immobile importante situato in un’area strategica. Il Comune di Chiari, peraltro, introiterà dagli affitti più di quanto dovrà liquidare per il mutuo contratto, così portando risorse nel bilancio comunale che potranno aiutare nel dare risposta ai tanti bisogni sociali della città.

La sfida per il prossimo futuro è immaginare un alto ed importante progetto sugli anziani in quegli spazi (case protette per anziani autonomi con spazi comuni per attività varie ed un’assistenza medica presente?) e ciò anche alla luce della presenza a confine della casa di riposo Pietro Cadeo che già opera nelle politiche per gli anziani e che potrebbe fornire collaborazione in svariati ambiti, dalla fornitura di pasti alla prestazione di servizi medici e/o ricreativi e tanto altro. Una triste vicenda può diventare così un’occasione di crescita per la nostra città.

Tornate in alto

 

***********************

NUOVE ED IMPORTANTI ASSUNZIONI PER IL NOSTRO COMUNE


Febbraio 2022

Anche questa pandemia ha evidenziato quanto gli uomini e le donne che lavorano all’interno di un ente, nel caso specifico nel Comune di Chiari, siano la risorsa più importante; nello specifico si tratta di persone (oggi nel numero di 75) che nella stragrande maggioranza dei casi hanno prestato e prestano il proprio lavoro andando ben oltre le competenze di legge e ciò al fine di cercare di soddisfare le esigenze dei cittadini. E d’altra parte sempre più spesso il Comune si trova, sia per il suo essere l’Istituzione più vicina alle persone e sia per la sempre minore attenzione degli enti superiori nella gestione di quanto di loro competenza, a dover affrontare interventi ed azioni che spetterebbero ad altri.

Ecco che continua così l’azione di questi anni tesa a rafforzare, sia in termini di numero che di competenza, il personale comunale: alle nuove assunzioni si sommano gli investimenti per il riconoscimento delle progressioni orizzontali, per la dotazione delle migliori tecnologie e strumentazioni, per la formazione continua ma anche per il finanziamento di specifici progetti strategici sui singoli uffici e persone. La spesa per il personale è oggi diventata la principale per il bilancio comunale (nel 2021 per euro 3.182.000,00) e ciò anche alla luce delle assunzioni operate: 10 nel 2021 e, ad oggi, 4 nell’anno in corso destinati agli uffici lavori pubblici, manutenzione, sociale e patrimonio. A questi nuovi dipendenti diamo il benvenuto ed auguriamo un buonissimo lavoro, per il bene della nostra città.

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

PARCO SANT’ANGELA MERICI: INVESTITI 40MILA EURO PER OPERE DI RIQUALIFICAZIONE


Febbraio 2022

Nuovi giochi, nuove attrezzature, un’area per il calcio e una zona tutta dedicata agli amici a quattro zampe; oltre alla posa dell'illuminazione pubblica, da tempo attesa. Sono queste le opere che sono state ufficialmente inaugurate nel pomeriggio di sabato 13 novembre 2021, quando è stato tagliato il nastro al Parco Sant’Angela Merici, totalmente riqualificato. Si tratta di lavori per i quali il Comune ha stanziato l’importante somma di 40mila euro. Tra queste opere c’è stata in primis proprio la sostituzione di tutti i giochi vecchi con attrezzature nuove nonché il rifacimento della gomma anti–trauma. Oltre a ciò, al fine di migliorare la fruizione e il decoro dell’area, si è provveduto al rinnovamento delle panchine e alla sostituzione dei cestini. Inoltre, ovviamente, si è pensato alla sistemazione del relativo verde.

Non solo. Sempre pensando ai più piccoli, si è provveduto all’installazione di una nuova porta da calcio; nonché alla realizzazione di un'Area Cani, per chi vuole godersi il verde pubblico in compagnia del proprio animale domestico. Infine, si è anche provveduto all'installazione di circa 14 punti luminosi: azioni che servono a dare più sicurezza ai cittadini e a rendere sempre più vivi gli spazi della città. Il prossimo intervento, nel corso del 2022, interesserà un’area verde della zona nord-est della città. Quest’Amministrazione sta investendo sui giovani a 360 gradi partendo dall’istruzione con le scuole senza dimenticarsi l’importanza dei momenti ludici e di svago insieme agli altri bambini, attrezzando e riqualificando le aree verdi disponibili.

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

RIGENERAZIONE DEL TEATRO SANT’ORSOLA


Settembre 2021

I grandi progetti legati alle nostre scuole primarie (“elementari”) e secondarie (“medie”) sono in parte già terminati ed in parte sono largamente in fase di realizzazione; ciò permetterà alla nostra Scuola di avere tutti quegli spazi essenziali per educare al meglio le giovani generazioni. Un’altra spinta per valorizzare e curare l’anima della nostra città, così ricca di storia e di sensibilità e di competenze, sono certo arriverà dal nuovo Teatro Sant’Orsola; un progetto ambizioso e molto importante, un impegno preso all’interno del programma amministrativo, che permetterà a noi clarensi – entro i primi mesi del 2023, questo l’obiettivo – di avere un luogo strategico e dal grande impatto sociale e culturale, tutto ciò con un investimento di circa un milione e mezzo di euro oltre ai re-investimenti dei fondi del GSE che lo stesso intervento genererà.

Nei mesi scorsi era stato pubblicato un bando per trovare il miglior progetto per le opere di rigenerazione urbana, concorso in base al quale al vincitore viene affidata la fase successiva della progettazione definitiva per la rigenerazione dello storico Teatro Sant’Orsola. Hanno partecipato al concorso professionisti da tutta Italia, una commissione di tecnici altamente qualificata ha valutato e deciso il progetto vincitore. Anche in questo caso l’Amministrazione comunale punta a realizzare un’operazione nel solco di quanto già fatto con le scuole e altri immobili cittadini, ovvero a riqualificare il teatro in modo che sia un edificio moderno, antisismico e NZEB, ovvero a emissioni di energia pari quasi allo zero (cioè, autonomo e senza costi energetici per il Comune).

Si confida di potersi avvalere della legge sulla rigenerazione urbana della Regione Lombardia che per queste iniziative mette sul piatto fino a 500mila euro di finanziamento. Sarà uno spazio che potrà dialogare con la Cittadella della Musica del vicino Vicolo Pace, creando un piccolo borgo tutto dedito alle arti; un luogo in cui finalmente le nostre associazioni potranno esprimersi al meglio ed in cui potranno essere organizzate rassegne teatrali, cineforum ed altro.
La mancanza di teatri e comunque di spazi adeguati per eventi pubblici ha portato in questi anni a gravi limiti per la nostra città nella crescita della sua vita e del suo spessore sociale e culturale; non vediamo l’ora di scoprire come nuove energie verranno messe in gioco dalle nostre realtà associative ma, anche, da realtà esterne. Abbiamo bisogno come comunità di continuare a crescere, riappropriandoci della nostra storia, rimettendoci in gioco, incontrandoci e sperimentandoci come persone; il nuovo teatro potrà essere un luogo ed un’occasione per fare tutto ciò.

Tornate in alto

***********************

VARIANTE AL PGT, PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO: UN BELL'ESEMPIO DI POLITICA PARTECIPATA


Settembre 2021

Anche alla luce dell’esperienza passata, non sempre facilissima, si è deciso di impostare l’aggiornamento e la rielaborazione della pianificazione comunale partendo da un confronto schietto e puntuale con chi si occupa di tutto ciò che viene progettato sul territorio. Il percorso che ha portato all’approvazione della
nuova variante è cioè partita dalla costituzione di un tavolo permanente dei tecnici del territorio (architetti, geometri ed ingeneri) che hanno accettato l’invito del Sindaco a costruire insieme ad amminsitratori ed uffici comunali una proposta che potesse andare a dare una risposta alle varie problematiche riscontrate nell’attuazione della normativa comunale.

Il risultato è stato davvero buono, preziosa anche la partecipazione di quelle organizzazioni rappresentative di interessi di categoria che potevano dare contributi sull’argomento. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale, oltre a quello di rendere più diretto e costruttivo il rapporto fra comune e professionisti, era ed è, da un lato, di tutelare il verde agricolo e la bellezza del centro storico e, contemporaneamente, quello di favorire la possibilità di recuperare il patrimonio storico esistente. Nello specifico, con il nuovo PGT il Comune di Chiari rilancia soprattutto il recupero del patrimonio esistente entro il perimetro rurale e del DUC (Distretto Unico del Commercio): in ogni zona del territorio comunale sono previsti incentivi di natura volumetrica e economica per
favorire la rigenerazione urbana ed il recupero del patrimonio esistente e ciò senza interessare gli ambiti agricoli strategici.

Ovviamente, il nuovo documento punta molto sul rilancio del settore edilizio, anche per la concomitanza di tutte le note agevolazioni: per questi motivi anche a Chiari con la nuova variante al PGT si è deciso di cogliere e di far cogliere ai cittadini l’opportunità irripetibile di intervenire sulla propria casa o sulla propria azienda in maniera sostenibile e vantaggiosa. Parallelamente si è lavorato su un nuovo Regolamento Edilizio così riempiendo un vuoto che si tracinava da decenni: l’ultimo regolamento edilizio locale era degli anni sessanta. Si tratta di uno strumento semplificato ed estremamente innovativo, ad uso e consumo non solo dei tecnici ma anche dei cittadini. Un modo per offrire a tutti coloro che lo desiderano la possibilità di riqualificare i propri immobili,
sempre nel rispetto nei principali obiettivi della nuova variante al PGT.

Se da un lato si è certi di avere predisposto delle norme che possano facilitare gli interventi edilizi sul territorio, anche per tramite dell’accoglimento di tante osservazioni pervenute nei mesi scorsi dai privati cittadini e dai tecnici, dall’altro lato si confida che a questa chiarezza delle norme possa corrispondere un’attenta e rispettosa applicazione della normativa da parte dei vari proponenti.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

PIANO ASFALTATURE, UN INVESTIMENTO DI EURO 270 MILA


Settembre 2021

Come noto, in questi anni l’attenzione dell’Amministrazione comunale particolarmente rivolta a realizzare quelle grandi opere che possano da un lato contribuire a fare un salto nel futuro alla città (scuole, teatro, piste ciclabili, illuminazione led, etc) e dall’altro permettere una razionalizzazione delle spese comunali con una diminuzione dei gravi e continui costi per bollette e utenze. Azioni che nel corso del tempo stanno portando ossigeno ad un bilancio comunale che negli ultimi anni ha sofferto per la continua diminuzione di trasferimenti da parte degli enti superiori.

Anche grazie a tali risparmi, accanto ai piccoli lavori di manutenzione, in queste settimane è partito il piano delle asfaltature che, diviso in tre stralci, interesserà nel corso dell’estate le seguenti vie: via F.lli Sirani, via Gnutti, via Tito Speri, via Brescia, via Milano e via Sala. Tutto ciò nella consapevolezza del bisogno di migliorare ed ampliare quella manutenzione ordinaria essenziale per mantenere decorosa ed ordinata la nostra Chiari, azioni che saranno certamente più facilmente gestibili una volta terminata l’azione strategica appena sopra spiegata.

Tornate in alto

 

***********************

CHIARI, UNA CITTÀ FORTE E RESPONSABILE


Dicembre 2020

Scrivo quanto segue solo dopo aver ringraziato la mia città per l'atteggiamento virtuoso che, nella stragrande maggioranza dei suoi cittadini, ha tenuto e sta tenendo in questi mesi di pandemia; se da un lato si è cercato come Amministrazione comunale di fare il possibile per assistere, accompagnare e guidare la città nel corso della pandemia, dall’altro lato non posso che esprimere la fierezza e la gratitudine di essere parte di una comunità che ancora una volta, nel momento del bisogno, ha saputo essere grandemente generosa e responsabile. E d’altra parte viviamo in un tempo difficile, che non abbiamo potuto scegliere e che dobbiamo affrontare insieme con la giusta sinergia tra caparbietà, solidarietà, spirito di iniziativa e laboriosità che caratterizzano, insieme ad un sentimento di silenzioso rispetto, la nostra gente.
Dicevo insieme perché uno degli insegnamenti avuti da questa pandemia è che solo l’unione di intenti porta al raggiungimento di grandi obiettivi, che non devono fermarsi all’oggi ed ancora meno allo ieri ma, invece, guardare al domani.
Un altro grande insegnamento di questa drammatica situazione è il dover prendere atto che l’impostazione che abbiamo dato a questo mondo è destinato a breve a distruggere lo stesso: dobbiamo riportare il nostro stile di vita (nelle grandi come nelle piccole azioni) ad un vivere più rispettoso dell’ambiente che ci circonda.
Probabilmente più di altri, Papa Francesco ha saputo sintetizzare in una frase quanto ho appena richiamato: «Pensavamo di rimanere sani in un mondo malato».
Abbiamo cercato nonostante la pandemia di non far fermare la nostra città, la nostra comunità e nemmeno di interrompere i piccoli e grandi progetti che abbiamo messo in campo per il futuro della stessa. Perché non possiamo permettercelo; perché se è giusto e comprensibile avere paura, è altrettanto essenziale trovare la forza ed il coraggio di rialzarsi.
Il percorso che si sta facendo, come Amministrazione comunale, insieme alla città è un altro: essere una comunità che guarda al futuro con fiducia, con forza, con consapevolezza, anche con la voglia di mettersi in gioco.

E quanto sta accadendo ci dice che insieme possiamo: in pochi giorni siamo stati riconosciuti come «comune esemplare» a livello nazionale dal GSE (Gestore Servizi Energetici) perché la nostra città «ha creato un efficientissimo Polo Scolastico partendo da demolizioni di vecchi edifici, per cui ha attinto alla cifra record di 3 milioni di euro di Conto Termico» (primi in Italia); Chiari è stata riconosciuta come uno dei tre Comuni ricicloni d’Italia dal consorzio Corepla grazie al suo virtuosismo nella raccolta e differenziazione degli imballaggi in plastica; Chiari è stata nominata Capitale del Libro 2020 per le tante e preziose iniziative realizzate nel settore della lettura.

Il tema dell’ambiente, così come quello della scuola e della cultura devono essere centrali per una città che vuole crescere e crescere bene, ed i grandi riconoscimenti (e finanziamenti) pubblici che stiamo ricevendo a livello nazionale ci dicono che la strada intrapresa è quella giusta.

A tutti i concittadini chiedo di essere coraggiosi e disponibili al cambiamento; a tutti gli amministratori comunali, me compreso, ricordo di avere sempre chiaro il dovere di far prosperare la comunità clarense, anche realizzando quelle iniziative che in un primo momento a molti potrebbero risultare indigeste, ma che ci proiettano in un futuro migliore.

Tornate in alto

***********************

UFFICIO MANUTENZIONI: NEL 2020 INVESTITI QUASI DUE MILIONI DI EURO


Dicembre 2020

Le numerose azioni che hanno interessato l’ufficio in questione stanno portando buoni frutti e d’altra parte l’Amministrazione comunale si era impegnata a porre la manutenzione ordinaria e straordinaria della città al centro dell’azione amministrativa, tanto che la delega in questione è stata in questo mandato trattenuta dal Sindaco e gestita dallo stesso.

È stato interamente riorganizzato l’ufficio, soprattutto nella gestione dei procedimenti; a breve si aggiungerà al gruppo un nuovo dipendente amministrativo e ciò al fine di liberare i tecnici dai numerosi adempimenti burocratici che troppo spesso li limitano nell’essere presenti sul territorio.

Sono state grandemente aumentate le somme destinate agli interventi manutentivi della città: nel 2020 è stata investita una somma non lontana dai 2 milioni di euro tra manutenzioni straordinarie (708.411,99 euro) e manutenzioni ordinarie (1.028.988,58 euro).
Si sta parlando di centinaia di lavori e quindi di gare ed affidamenti, di svariate fatture e progetti con riferimento ai quali si sta cercando, giorno dopo giorno, di perfezionarne ed ottimizzarne la gestione, nella consapevolezza che c’è ancora e sempre molto da fare; sul punto si precisa che nella primavera 2021 la città sarà interessata da un considerevole piano di asfaltature con un investimento già previsto e finanziato di 100 mila euro.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

RIQUALIFICATA L'AREA GIOCHI DI VIA SANT'ANGELA MERICI


Dicembre 2020

Continua l’azione strategica di potenziamento delle aree verdi cittadine che vede l’attuale Amministrazione comunale impegnata ogni anno a destinare ingenti somme per interventi straordinari di volta in volta su un parco comunale: Parco Elettra, Parco delle Rogge, Parco Brianza.

Quest’anno si è intervenuti nella zona Nord della città, al Parco di via Sant’Angela Merici. Si tratta di un investimento di circa 73mila euro: nuovi giochi e tappetino antitrauma, un’area cani, staccionate ed opere per mettere in sicurezza l’area e, infine, l’illuminazione dell’intera zona. Terminati i lavori per l’installazione dei punti luce, il parco verrà riaperto affinché tutti possano goderne.


Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

QUASI COMPLETATO IL RINNOVO DELL'INTERO PARCO AUTO COMUNALE


Dicembre 2020

Era un impegno ben chiaro quello di ridurre e rinnovare il parco auto comunale e ciò per motivi ambientali (meno emissioni inquinanti), per ragioni di bilancio (meno manutenzioni) e per efficienza (dotare i dipendenti di auto più performanti e dignitose).
Dopo avere nel mandato appena terminato dismesso dieci veicoli sui ventotto presenti, averne sostituiti quattro con modelli nuovi per un investimento di circa 60mila euro, in questi giorni l’Amministrazione comunale sta acquistando per una spesa anche questa volta di 60mila euro circa quattro nuovi mezzi che andranno a sostituirne altrettanti vetusti. L’obiettivo è completare il rinnovo entro i prossimi due anni.

Tornate in alto

***********************

DELIBERATO IL NUOVO PIANO ASSUNZIONALE COMUNALE


Dicembre 2020

Con la revisione del fabbisogno assunzionale 2020-2022, il Comune di Chiari ha avviato una nuova tornata di assunzioni: sono ben 12 quelle programmate a coprire diversi ruoli e competenze. La copertura dei posti avverrà prima con l’avvio di procedure di mobilità volontaria o obbligatoria, esclusivamente riservate al personale già dipendente di pubblica amministrazione (ovvero, trasferimenti tra dipendenti di diversi Comuni da o al Comune di Chiari). Successivamente, l’eventuale esito negativo di questa prima turnazione consentirà di avviare le procedure concorsuali, che saranno aperte a tutti coloro che sono in possesso dei requisiti indicati nei vari bandi di concorso pubblico. L'invito, quindi, è quello di tenere monitorato il sito comunale (in particolar modo la sezione Amministrazione Trasparente - sottosezione Bandi di concorso), per prendere visione delle procedure di assunzione che verranno avviate nei prossimi mesi.

Le figure professionali che verranno ricercate tramite bando saranno un/una esecutore tecnico part-time a 24 ore settimanali (Legge 68/1999 eL.113/1985; titolo di studio: licenza media); cinque persone per altrettanti posti di istruttore amministrativo-contabile a tempo pieno per 36 ore settimanali (titolo di studio: diploma quinquennale); un/una figura per il ruolo di istruttore tecnico a tempo pieno per 36 ore settimanali (titolo di studio: diploma quinquennale) e due persone per il ruolo di istruttore T/A di Polizia Locale a tempo pieno per 36 ore settimanali (titolo di studio: diploma quinquennale). Oltre a queste, verranno ricercare un/una istruttore direttivo Informatico part-time per 18 ore settimanali (titolo di studio: laurea triennale, compatibile con attività lavoro autonomo); un/una istruttore direttivo tecnico a tempo pieno per 36 ore settimanali (titolo di studio: laurea triennale) e infine un/una dirigente di settore (titolo di studio: laurea specialistica).

Nonostante i noti limiti di legge, stiamo continuando a investire sul personale con convinzione. L’efficienza della macchina amministrativa è vitale per una comunità come la nostra che si protende con determinazione verso il futuro: non a caso, stiamo puntando anche su figure che sapranno fare la differenza in termini di innovazione e ottimizzazione delle risorse, a tutto vantaggio dell'imprescindibile servizio alla cittadinanza.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

ATTUATA LA PRIMA SCELTA STRATEGICA: NON VIENE ALIENATA L'AREA EX TURLA
Dicembre 2019

Non viene alienata l’area Ex Turla

Nei mesi passati, vista la necessità di finanziare parte dei lavori del nascituro polo delle scuole secondarie (un investimento di circa 13milioni di euro) era stato deciso – alla luce della volontà dell’Amministrazione comunale di non ricorrere a nuovi mutui – che parte delle risorse sarebbe derivata dall’alienazione dell’area Ex Turla. In quel caso, soluzione oggi abbandonata, il privato che avrebbe vinto il bando di costruzione delle scuole secondarie (così diventando anche proprietario dell’area in questione), si sarebbe dovuto sedere attorno al tavolo con l’Amministrazione comunale e concordare una nuova destinazione urbanistica dell’area.
E, invece, una buona notizia maturata nel corso dei mesi estivi ha permesso all’Amministrazione comunale di modificare le proprie scelte, con quel pragmatismo che la caratterizza: gli uffici comunali hanno calcolato in euro 2,4 milioni il contributo che lo Stato riconosce al Comune di Chiari per la riqualificazione energetica operata sul nuovo polo delle primarie. Ovvero, la buona operazione sulle scuole primarie di via Lancini – con l’abbattimento del vecchio Palazzetto dello Sport, dello stabile ex Morcelli e con la totale ristrutturazione del Martiri – ha permesso di recuperare un ulteriore importante contributo dallo Stato e ciò proprio grazie alle politiche di riqualificazione energetica, ovvero per l’abbandono di edifici vecchi ed energivori a favore di una nuova scuola oggi completamente autonoma sotto il profilo energetico (grazie all’imponente centrale di fotovoltaico presente sui tetti).
Questa nuova entrata consente così all'Amministrazione Comunale di finanziare la nascitura scuola secondaria senza la necessità di ricorrere ad alienazioni: l’area Ex Turla rimane quindi nella disponibilità del patrimonio comunale. La stessa potrà essere destinata a parcheggi, ad area verde oppure ospitare quei servizi strategici che da troppo tempo la città attende o, ancora, vedere un mix delle destinazioni di cui sopra al fine di dare una nuova e diversa prospettiva a tutti quei quartieri e quella parte di centro storico che ruotano attorno all’area in questione.
Nel prossimo futuro l’Amministrazione approfondirà il tema della destinazione dell’area, anche alla luce dell’esito di alcune partite amministrative ancora aperte, per poi presentare un progetto chiaro e completo alla città.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

POLITICHE MANUTENTIVE: PIU' ATTENZIONE ALLE MANUTENZIONE ORDINARIE DELLA CITTA'
Dicembre 2019

Due scelte palesano la volontà dell’Amministrazione di porre nuova e maggiore attenzione alle piccole manutenzioni della città: da un lato la delega è stata trattenuta direttamente nelle mani del Sindaco che oggi gestisce in prima persona le politiche manutentive e, dall’altra, una completa riorganizzazione dell’ufficio manutenzioni perché lo stesso possa dare risposte, nel limite del possibile, veloci e concrete.Tutto ciò nella consapevolezza che le risorse comunali continuano ad essere minori rispetto al passato (per un importante taglio di trasferimenti dagli Enti superiori e per una situazione dell’edilizia ancora stagnante con evidenti ricadute sugli oneri) nonché del fatto che la grande parte delle risorse a disposizione sono oggi destinate a quei progetti strategici (in primis le scuole) con cui l’attuale compagine di governo cittadino intende rilanciare Chiari come città dei servizi, a misura d’uomo.
Tante le risorse già investite in questi primi mesi, alcuni interventi si sono già concretizzati; solo per citarne alcuni:

Manutenzione delle panchine del centro.
Nelle settimane scorse sono state manutenute tutte le panchine ospitate nel centro cittadino, inserendone di nuove in alcuni spazi. Un investimento di circa 6.600 euro, un’azione importante per rendere la città più decorosa e vivibile. Nei prossimi mesi si studierà la situazione nei quartieri residenziali al fine di intervenire con una migliore presenza delle panchine sul territorio ed una completa manutenzione delle stesse.

Manutenzione dei parchi cittadini.
E’ stata impegnata la somma di euro 50mila per intervenire sui parchi cittadini, per migliorare i giochi e le strutture a servizio dei medesimi (tappeti di gomma, etc); gli interventi inizieranno nei mesi invernali affinché i parchi siano in ordine e sicuri per l’arrivo della primavera. Un’azione strategica importante interesserà, come da impegno preso, il parco di via S.A.Merici con la posa di illuminazione e di strutture accessorie, destinate a rendere più vivibile detta area giochi.

Manutenzione della segnaletica orizzontale.
È stato deliberato l'importo di euro 72.626 per continuare il lavoro, già iniziato nel 2018, di sistemazione della segnaletica stradale, per andare a completare tutti quegli spazi stradali che vedono oggi la medesima sbiadita oppure, nei casi più gravi, cancellata o inesistente. Tutto ciò al fine di garantire una maggiore sicurezza stradale.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

POLITICHE DEL PERSONALE: NUOVE ASSUNZIONI
Dicembre 2019

Continua la politica di potenziamento del personale comunale posta in essere nei recenti anni dall’Amministrazione, nonostante gli stringenti limiti posti dalla legge nazionale sia in termini di meno dipendenti sia di spesa possibile, in controtendenza rispetto ad un recente passato.

Nel corso del 2019 sono stati assunti n.3 dipendenti, nei prossimi mesi si perfezioneranno le assunzioni di ulteriori 6 e per l’anno 2020 sono previsti i bandi/selezioni per n.3 sostituzioni di personale che cesserà per pensionamento.

La volontà è quella, tramite i bandi comunali, di creare occasione di occupazione per i cittadini ed il territorio con contratti sicuri e qualificanti, di investire sul proprio personale nella competenza e crescita professionale.

Tramite la gestione dei progetti legati alla produttività ed al bando per le progressioni orizzontali si continuerà altresì nell’operazione di premiare quei dipendenti comunali che più investono tempo, competenza ed entusiasmo nel proprio lavoro.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

POLITICHE PER IL GOVERNO DEL TERRITORIO: AL VIA LA REVISIONE DELLE NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE DEL PGT
Dicembre 2019

Si è tenuta il giorno 4 dicembre un incontro avente la finalità di attivare un tavolo di confronto tra gli organi di governo dell'Ente, gli uffici comunali, i professionisti che operano sul territorio e le associazioni di categoria al fine di acquisire proposte e segnalazioni per poter validamente contribuire alla redazione della prevista variante.

La volontà, dopo aver negli anni passati grandemente diminuito il costo degli oneri di urbanizzazione in capo ai proponenti di interventi edilizi è quella, da un lato, di dare un nuovo impulso al settore mediante la revisione di norme eccessivamente limitanti oppure incongruenti con il sistema nel suo complesso
e, dall'altro, di andare incontro, nel limite del possibile, alle esigenze che in questi anni sono nate sul territorio, con particolare riferimento all'area agricola ed al centro storico cittadino.

La volontà è quella, tramite un confronto continuo e diretto tra il Comune e le realtà appena sopra citate, di riuscire a stendere e deliberare prima della fine del corrente anno un documento che possa coniugare nel migliore dei modi le regole di una buona pianificazione e gestione del territorio con le esigenze reali e concrete dei privati.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Successo per l'inaugurazione del nuovo Polo Scolastico
Dicembre 2018

Il nuovo Polo scolastico delle Primarie - la più grande opera pubblica degli ultimi decenni - è stata inaugurata con grande successo e partecipazione: sabato 1 dicembre è stata davvero una bellissima festa per tutta la città. La realizzazione di questa scuola è il risultato della tenacia, professionalità, determinazione e fiducia di tanti attori che l’Amministrazione comunale di Chiari desidera ringraziare.

Un grazie doveroso va allo Stato, in particolare al Ministero dell’Istruzione, per avere investito importanti risorse sulle scuole ed agli Enti sovracomunali per la grande collaborazione. Grazie anche al Politecnico di Milano per il prezioso contributo tecnico ed a tutti coloro (professionisti, personale, maestranze) che hanno investito nel progetto le proprie competenze.
Un enorme ringraziamento va al personale del Comune di Chiari, nessuno escluso, per avere fatto sinceramente proprio l’obiettivo dell’Amministrazione comunale, investendo energie anche oltre gli orari di lavoro: una menzione speciale va a tutta l’area tecnica ed al suo dirigente. Un profondo ringraziamento va alla Preside, la professoressa Patrizia Gritti, ai maestri ed al personale scolastico tutto, ai consigli di istituto ed ai membri del Tavolo Scuola che con pazienza e passione hanno seguito questo progetto. Grazie anche a tutte le persone, associazioni e realtà che hanno contribuito al successo della giornata di inaugurazione con la loro passione ed il loro servizio.

Un ringraziamento va a tutti i cittadini che in questi mesi hanno accettato qualche disservizio legato alla viabilità e, in particolare, a tutti quei cittadini che risiedono nei pressi del nuovo Polo scolastico.
Infine, il più grande e sentito grazie va ai nostri piccoli e preziosi cittadini e studenti (ed alle loro famiglie), che sono la speranza di un futuro migliore, il fine di ogni pensiero ed azione nel progettare e costruire questa scuola: per il loro entusiasmo nel vivere la nuova struttura e per la loro gioia nel conoscere e nello sperimentare. Grazie a voi, col passare del tempo, avremo una Chiari più aperta ai cambiamenti, una comunità meno divisa in piccole e grandi fazioni o personalismi, una città che sappia sorridere anche nelle difficoltà: insomma, una comunità che sia più consapevole dell’importanza del rispetto per il bene comune.

Non a caso, il nuovo Polo delle Primarie è stato studiato e realizzato seguendo quei principi di buone pratiche che ispirano il nostro mandato: dalla sicurezza (la scuola è totalmente antisismica) al risparmio energetico (è dotata delle migliori tecnologie che la rendono energeticamente autosufficiente).
Non solo. È stata pensata per essere un luogo di incontro sia per gli alunni, sia per la cittadinanza: basti pensare alla presenza dell’agorà, del moderno auditorium e del polivalente civic center, oltre alla grande palestra polifunzionale; tutti luoghi di aggregazione, studio e svago a disposizione dei clarensi.

Senza dimenticare che la stessa ubicazione del nuovo Polo scolastico risponde a un’altra profonda volontà di questa Amministrazione: quella di avvicinare gli studenti (e le famiglie) ai servizi e alle opportunità del centro storico: dalla biblioteca civica al Museo della Città, passando per i locali, il verde pubblico e lo stesso Municipio, si è voluti andare nella direzione di una città a misura d’uomo. Un luogo da vivere, con semplicità e affetto, nella quotidianità.

E la viabilità, qualcuno dirà? Come fare per chi necessariamente viene da più lontano e deve spostarsi con i mezzi? L’Amministrazione ha voluto pensare anche a questo. Così, non solo si è inserito il Polo delle Primarie in un virtuoso percorso ciclopedonale (una scelta sana e salubre a cui teniamo molto), ma si è anche progettato con cura l’aspetto dei parcheggi: infatti, la scuola è già dotata di un suo parcheggio interrato e oltre a ciò a breve verrà realizzato un nuovo parcheggio da 205 posti accanto al Polo (dove oggi è presente la vecchia scuola media Morcelli).

Insomma, questo nuovo Polo delle Primarie e il futuro Polo delle Secondarie rappresentano davvero un momento di svolta per la nostra città, riconosciuto anche a livello nazionale, tanto da meritarsi oltre 12 milioni di euro di finanziamenti. Infatti, Chiari ha visto riconosciuti in tre anni 5 milioni di euro per l’attuale Polo delle Primarie e 7 milioni di euro per il futuro Polo delle Secondarie (che nascerà in via Roccafranca nei prossimi anni), per un totale di 12,5 milioni di euro a fondo perduto da parte dell’Unione Europea per l’intervento del Governo nazionale, con la gestione dei bandi da parte di Regione Lombardia.

Non possiamo quindi che essere estremamente soddisfatti di aver intrapreso questo cammino: come tutti i viaggi d’avventura, spesso è stato in salita e con delle difficoltà, ma l’importanza della meta ci ha sempre spinto avanti. Grazie anche al supporto di tutti voi.

avv. Massimo Vizzardi
Sindaco
e tutta l’Amministrazione Comunale di Chiari

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Area manutentiva: aumentate le risorse in bilancio
Luglio 2018

Anche quest’anno sono state destinate importanti risorse alla manutenzione del patrimonio cittadino al fine di dare una risposta concreta ai numerosi interventi di cui la città necessita. Sono aumentate le risorse messe a disposizione sia per la cura del verde pubblico, sia per la programmazione di importanti interventi straordinari. Tra le risorse stanziate vi sono quelle per il piano di potatura (atteso da anni) delle numerose piante locali, che verrà completato nel prossimo inverno, dopo gli interventi dei mesi scorsi. Oltre al piano asfaltature, sono in programma anche interventi di sistemazione della pietra presente in centro storico (con particolare attenzione a piazza Martiri della Libertà) e della segnaletica orizzontale, ormai da tempo sbiadita e poco presente su gran parte del territorio comunale. Tutto ciò per cercare di garantire la sicurezza ed il decoro pubblici, nonostante vi sia la consapevolezza che non sempre le risorse del bilancio ed i tempi della macchina comunale permettono di dare risposte immediate alle giuste istanze dei cittadini.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Murales e pulizia per i sottopassi di via San Bernardino
Luglio 2018

Da sempre chi risiede nelle aree residenziali che usufruiscono dei sottopassi di via San Bernardino chiede maggiore decoro e attenzione: la zona interessata è quella che porta in stazione e che comprende le scalette che dal sottopasso arrivano direttamente nei pressi dell’accesso ai binari. L’attuale Amministrazione comunale ha accolto questa giusta istanza: dopo i lavori di risanamento delle pareti, entrerà in scena la società FoDecò Art Maker specializzata in interventi di branding urbano, ovvero appunto di quelle tecniche artistiche che migliorano la qualità dell’aspetto urbano e cercano di incentivarne la tutela. Da giugno, i murales abbelliscono l’area: inoltre, verranno potenziate illuminazione e pulizie. Un intervento atteso da sempre che trova oggi la sua realizzazione. Passo successivo, il posizionamento delle telecamere.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Sicurezza: sempre alta l’attenzione alla sicurezza dei cittadini
Luglio 2018

Sono continuati nel corso dei mesi gli importanti investimenti per un sistema di telecamere moderne (vedasi i varchi alle entrate della città) sulla strumentazione a disposizione della Polizia Locale; parallelamente vi è stata l’attenzione ad un miglioramento dell’organizzazione della Polizia Locale, con potenziamento dei turni negli orari serali. Si lavora ogni giorno per una Chiari quanto più sicura. La questione sicurezza è una tematica delicata, sia perché di non facile gestione anche alla luce della competenza prettamente statale, sia perché spesso vi è un grande divario tra la situazione percepita e quella supportata da dati e tabelle. La volontà di questa Amministrazione è sicuramente quella di continuare a prendere tutti i provvedimenti necessari affinché la differenza tra percepito e reale si azzeri. In questi mesi si è deciso di dedicare ancora di più attenzione al fenomeno legato ai questuanti: si è interessata la Prefettura sul tema, si sono posti in essere servizi tra Polizia Locale e Carabinieri finalizzati a un maggiore controllo del centro storico cittadino. Se la questua in sé non è un reato, lo diviene laddove molesta; in questi caso le Forze dell’Ordine possono intervenire. Pertanto, da un lato si pongono in continue e convinte azioni al sostegno di chi più bisognoso (in collaborazione con Auxilium, San Vincenzo, Caritas, Chiari Servizi e supermercati), dall’altro lato si attuano iniziative forti nei confronti di chi minaccia la tranquillità pubblica, in particolare quella dei cittadini più anziani. Una recente novità è altresì l’assunzione del vice comandante della Polizia Locale, dott. Giorgio Buffoli: oggi sono 11 le persone destinate alla Polizia Locale su un totale di 73 dipendenti, circa un sesto del totale del personale comunale. Il tema non è, come a volte si sente, quello di andare ad aumentare il numero degli agenti (azione che peraltro potrebbe a svuotare altri uffici comunali, visti i limiti di legga in tema di nuove assunzioni), ma invece porre in essere ogni azione e iniziativa, come si sta facendo da tempo, fra cittadini, nei quartieri.

Tornate in alto

***********************

Più trasparenza e competenza: nasce l’ufficio gare
Luglio 2018

Fra gli obiettivi dell’attuale Amministrazione comunale vi sono quelli di assicurare la massima trasparenza e la maggiore efficienza possibile della macchina comunale. Ecco perché, nell’autunno 2017 (dopo numerosi mesi di lavoro necessari per esaminare i numerosi aspetti), è nato l’ufficio Gare: destinato ad occuparsi in toto della materia, gestendo le gare di tutti gli uffici del Comune e quindi specializzando le professionalità al suo interno verso questo preciso bisogno. Del resto, l’applicazione delle normative delle gare è materia delicata e complessa che chiede competenza, professionalità e continui aggiornamenti. L’impostazione precedente in base alla quale ogni ufficio faceva da sé comportava grande dispersione di tempo ed energie. Conseguentemente la Giunta ha deliberato un disciplinare organizzativo per il funzionamento dell’ufficio Gare, anche con l’auspicio di implementare le possibilità delle aziende di partecipare a gare pubbliche (con vantaggi sia per le aziende stesse, sia per il Comune già solo in termini di sconti), preferendo questa modalità all’affidamento diretto diventato oggi l’eccezione, rispetto al passato.

Tornate in alto

***********************

Continua l’attenzione al personale comunale
Luglio 2018

Si è dedicata e si dedica, come già evidenziato, grande attenzione al personale comunale, improntando le azioni ai principi dell’efficienza, della giustizia e della professionalità. L’opera di efficientamento della macchina comunale ha visto due azioni concrete. Da un lato, dopo numerosi anni (tant’è che l’ultima azione risale a gennaio 2008), è stata riconosciuta la crescita professionale di alcuni dipendenti, mediante l’assegnazione delle progressioni orizzontali: in seguito ad un apposito bando, 17 posti sono stati assegnati nel 2017, con la possibilità di assegnarne altri 16 durante il 2018 e ancora 11 nel 2019; per una previsione di 44 assegnazioni su 65 possibili candidati nel triennio. Tutto ciò è un premio a chi si distingue giornalmente per capacità e volontà. Dall’altro lato, grazie ai risparmi ottenuti (sia per alcuni pensionamenti, sia soprattutto per una gestione oculata delle risorse), il Comune di Chiari ha attivato una lunga serie di procedure per effettuare nuove assunzioni, alla luce del piano dei fabbisogni di personale approvato nell’autunno 2016. Tutto ciò al fine di potenziare l’organico comunale, andando in controtendenza rispetto al recente passato. In questo modo, tramite appositi concorsi, il Comune ha assunto: 1) un funzionario addetto ai tributi (aprile 2017), servizio tanto essenziale e strategico, prima gestito interamente da una cooperativa; 2) un assistente sociale (gennaio 2018), funzionario anche questo assente fino a ieri, nonostante la strategicità della figura; 3) un geometra (febbraio 2018) destinato all’ufficio manutenzioni; 4) un ufficiale di Polizia locale (maggio 2018). A ciò vanno sommate sia le procedure di mobilità in essere, tese all’acquisizione di personale da altri Comuni per sostituire chi per esigenze personali ha lasciato il nostro Comune, sia le azioni di potenziamento dell’organico mediante la trasformazione di rapporti part-time in tempo pieno (ufficio Ambiente ed ausiliario del traffico). Questo lavoro di cura e attenzione che l’Amministrazione comunale già da tempo sta riservando al proprio personale è teso a garantire (nei limiti e nelle possibilità imposte dalla legge) un’efficace turnazione, il miglioramento delle competenze a disposizione della collettività e di conseguenza il potenziamento dei servizi alla cittadinanza.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Sicurezza edifici e patrimonio.
Dicembre 2017

860.000 euro! A tanto ammontano le risorse investite nelle azioni tese a mettere in sicurezza gli edifici comunali: scuole, biblioteca, Villa Mazzotti e Municipio.

E d’altra parte al momento dell’insediamento dell’attuale compagine di governo cittadino non vi era edificio comunale (ad esclusione del complesso ex comune/ex anagrafe) che rispettasse appieno i vari requisiti richiesti per legge per ottenere, ad esempio, il certificato di prevenzione incendi.

Si tratta, in generale, di lavori tanto costosi quanto indifferibili, certamente poco visibili agli occhi dei cittadini e probabilmente anche per questo non sempre fra le priorità delle Amministrazioni pubbliche. Sono attività di cui andiamo fieri, necessarie per la sicurezza delle varie persone che lavorano in questi immobili e di tutti coloro - scolari e studenti e cittadini - che vivono e frequentano per parte della giornata questi luoghi.

Due azioni erano tanto urgenti quanto essenziali: gli interventi per la messa in sicurezza delle scuole (lavori per euro 460.000) e quelli destinati alla sicurezza del Municipio e della Biblioteca (lavori per euro 212.000).

Finalmente, ad esempio, nel sottotetto comunale non vi saranno più 10.500 faldoni ovvero 960 quintali di carta che, invece, in queste settimane (dopo peraltro una grande operazione di messa in ordine dei fascicoli stessi) verranno definitivamente spostati in un moderno archivio realizzato negli spazi prima inutilizzati sottostanti il salone Donegani. Se di per sé già appariva critico il posizionamento di un tanto pesante archivio cartaceo al terzo piano del Municipio, ovvero nel sottotetto, d’altra parte la soluzione era astrattamente rischiosa sia per la famiglia di custodi che proprio in mansarda risiede, sia per i dipendenti comunali tutti.

Un grande traguardo raggiunto che ha assorbito importanti risorse di un bilancio comunale già grandemente meno ricco del passato; chi succederà all’attuale Amministrazione comunale potrà contare su un patrimonio immobiliare maggiormente sicuro, ciò a tutela di ciascun singolo cittadino.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

In questi giorni è arrivato al termine un lavoro di due anni: un’opera in cui abbiamo fortemente creduto e per il quale dobbiamo ringraziare sia la dottoressa Ivana Venturini che ha coordinato i lavori e curato i testi ed i contenuti, sia la dottoressa Irene Paderno che ha gestito il progetto grafico e la cura editoriale, oltre che i competenti Uffici comunali, nonché le numerose persone che a vario titolo, con e per passione, hanno contribuito per la buona riuscita del progetto.

La prima Guida della Città di Chiari, nel limite dello spazio disponibile, presenta e descrive la nostra cittadina e il territorio circostante tramite numerosi itinerari, documenti fotografici e approfondimenti. Storia e cultura, ma anche un elenco di negozi storici, ristoranti, pasticcerie e fornerie, strutture ricettive e realtà agricole dove acquistare i prodotti locali. La Guida vuole essere sia un invito per ciascun clarense a godersi la propria città, sia uno strumento utile per i viaggiatori che vogliono visitare un patrimonio di storia e umanità di cui non sempre noi stessi siamo consapevoli, ma intende altresì essere una sollecitazione per i vari operatori che ruotano attorno al mondo culturale, ricettivo, agricolo e alimentare a fare rete, perché solo insieme si possono raggiungere importanti risultati. La guida, presentata durante la rassegna della Microeditoria, è in vendita a partire da lunedì 13 novembre presso la libreria Edicolè.

Tornate in alto

***********************

Un teatro, un luogo necessario
Dicembre 2017

Negli anni passati la nostra Città poteva vantare numerosi luoghi attrezzati per accogliere piccoli e grandi spettacoli; se già negli anni Ottanta vi fu l’abbattimento del piccolo teatro ubicato presso la Rocca, nel recente passato due fatti hanno portato ad un’ulteriore e grave carenza di spazi culturali pubblici. Da un lato l’abbattimento del cinema – teatro di Viale Mazzini, ovvero il fallimento dell’operazione legata al Polo della Cultura, un’operazione contestata come noto in passato dallo scrivente e che ha comportato spese per la Città per 964.ooo euro; dall’altro la chiusura del cinema parrocchiale Sant’Orsola e, quindi, il fallimento dell’operazione di recupero dello stesso da parte della fondazione Bertinotti – Formenti, (realtà oggi impegnata con fatica a sopravvivere).

Poiché un teatro a Chiari, come spazio di cultura e di ritrovo, appare necessario, anche da mettere al servizio delle numerose e preziose nostre associazioni culturali e musicali, due sono le azioni poste in essere dall’attuale Amministrazione comunale.

Una prima risposta immediata verrà data con l’apertura, nell’autunno 2018 all’interno del nuovo edificio scolastico di via Lancini, di un moderno auditorium di 450 posti.

Una seconda azione sarà diretta a cercare un accordo con la Parocchia, se possibile, come accennato nei mesi passati, per la gestione e/o la proprietà di ciò che rimane del cinema Sant’Orsola affinché lo stesso venga recuperato alla sua destinazione. Tutto ciò nella consapevolezza che, unitamente ai lavori di sistemazione di tutte le scuole e di quelli per una più moderna stazione per i nostri carabinieri, la creazione anche con un eventuale aiuto di privati di un moderno spazio dedicato alla cultura rimane una priorità per la nostra comunità.

Tornate in alto

***********************
Clicca per ingrandire

Bilancio Partecipativo 2107 (Sito di riferimento)

Giugno 2017

Il Comune di Chiari promuove il bilancio partecipativo mettendo a disposizione la somma totale di 200.000,00 euro in due anni (2018-2019), per realizzare, nelle Quadre, interventi d’interesse pubblico, proposti, definiti e votati dai residenti.

Che cos’è il bilancio partecipativo?
E’ una procedura che consente ai cittadini di decidere come utilizzare, in opere pubbliche, una parte del denaro del bilancio comunale.
È una pratica che permette la partecipazione di tutti i residenti.

Quali vantaggi a partecipare
È un’occasione per esprimere i propri bisogni, confrontarsi e individuare progetti condivisi per migliorare il luogo in cui si vive.
I cittadini potranno vedere realizzate le proposte che riceveranno il maggiore consenso, a seguito di votazione aperta a tutti i residenti nel territorio comunale.
Le indicazioni saranno di stimolo per le scelte nella programmazione degli investimenti e nella gestione della spesa da parte dell’Amministrazione comunale.

Chi partecipa
Tutti i cittadini dai 16 anni di età possono presentare idee e candidarsi a fare parte dei “gruppi di lavoro”, uno per ogni Quadra, che s’incontreranno per formulare proposte di progetto. Tutti i cittadini, saranno chiamati a esprimersi, con un voto.
I residenti che ricoprono cariche istituzionali o politiche e i dipendenti dell’amministrazione comunale con ruolo dirigenziale, sostengono il processo ma non possono partecipare attivamente.

Che cosa si finanzia
Con il Bilancio Partecipativo si vogliono finanziare progetti di pubblico interesse (es. aree verdi, piste ciclabili, ecc.) manutenzioni straordinarie (es. di aree sportive o spazi gioco) o acquistare beni (es. elementi di arredo urbano come panchine, fioriere, ecc.).
Le spese correnti, come quelle degli stipendi del personale, delle bollette, degli interventi di manutenzione ordinaria, ecc., sono escluse.
Sono messi a disposizione a 200.000,00 euro in due anni (sui bilanci 2018 e 2019), una cifra rilevante delle risorse del bilancio comunale sulle quali l’Amministrazione ha libertà di scegliere la destinazione.

Scrivi la tua idea!
Ciascun cittadino, dai 16 anni in su (escluso chi ricopre cariche istituzionali o politiche e i dirigenti dell’Amministrazione comunale), potrà esprimere le proprie idee.
Le idee devono riguardare aspetti d’interesse collettivo e richiedere, per la loro messa in pratica, interventi e opere pubbliche.
Non si chiede di definire un progetto bensì di segnalare bisogni o aspettative (es. avere aree per il gioco dei bambini) o di indicare opportunità (es. l’area x, ora a parcheggio, potrebbe diventare uno spazio pedonale dotato di panchine e alberi).
Le idee possono essere puntualmente riferite a una delle quattro Quadre o riguardare, genericamente, la Città di Chiari.
Le idee devono essere associate a uno dei temi proposti: Verde e sport; Arredo urbano; Mobilità dolce; Tempo libero e cultura; Istruzione; Sociale; Altri servizi.
Le schede delle idee devono essere consegnate o inoltrate entro il 30 Luglio 2017
I cittadini possono inviare le loro idee con le seguenti modalità:
- Compilare la scheda cartacea distribuita dal Comune e consegnarla in uno dei punti di raccolta:
Municipio, P.za martiri della Libertà 26; Biblioteca, V.le Mellini 2; InformaGiovani, P,za Martiri della Libertà 2;
- Scaricare la scheda da questa pagina, stamparla, compilarla e consegnarla in uno dei punti di raccolta o inviarla con posta elettronica.
bilancio.partecipativo@comune.chiari.brescia.it
- Compilare la scheda online direttamente da questa pagina, inserendo i dati richiesti

Tornate in alto

***********************
Il personale Comunale

Il personale comunale.
Aprile 2017
Mi sembra importante condividere con ciascun cittadino alcune informazioni relative al personale comunale ovvero spiegare quali le azioni decise dall’attuale Amministrazione comunale per migliorare un ambito tanto strategico quanto poco conosciuto dalla cittadinanza.

Una premessa appare doverosa: le donne e gli uomini che sono parte del nostro personale sono la risorsa più importante del Comune di Chiari, in grande parte lavoratori competenti, con viva passione per il loro lavoro, attenti ai bisogni dell’utente.

Quanti sono?
Chiari ha una popolazione di circa 19.000 abitanti, il rapporto personale in relazione alla popolazione dovrebbe essere di circa 120 dipendenti; in realtà il numero è pari a 76 (di cui nr 10 part time) unità, compresi n. 4 Dirigenti ed il Segretario generale (formalmente dipendente dal Ministero dell’interno). Tale complicata situazione è dovuta da un lato al blocco imposto negli anni recenti dallo Stato agli enti locali per nuove assunzioni, dall’altro per scelte amministrative delle passate Amministrazioni comunali che hanno deciso (quando ancora erano possibili assunzioni) l’esternalizzazione di numerosi lavori, opere e progetti nonché la non sostituzione di personale pensionato. Ciò con importanti ripercussioni sul lavoro di tutti gli uffici.

Sono possibili nuove assunzioni?
Anche alla luce dei risparmi operati in altri settori, l’Amministrazione comunale ha previsto (visto che dal 2017 si è parzialmente sbloccata la possibilità di fare assunzioni pur con numerosi limiti), una serie di assunzioni al fine di coprire almeno parzialmente il fabbisogno di personale: sul finire del 2016 vi è stato un concorso per un funzionario da destinare all’ufficio tributi (settore strategico che, tuttavia, ad oggi non vedeva alcuna risorsa umana interna), per i primi mesi del 2017 vi saranno due nuovi arrivi per la Polizia Locale
(anche al fine di ricoprire posizioni cessate nei mesi ed anni scorsi per esigenze personali e familiari dei dipendenti che si sono dovuti allontanare) e, quindi, l’assunzione di un assistente sociale (figura che non era ed è ad oggi presente nell’organico interno). Per il 2018 sono state previste quattro nuove assunzioni, da destinare a quegli uffici maggiormente sotto organico.

Dal 2014 ad oggi sono state utilizzate numerose ssttrraatteegie dall’Amministrazione comunale per limitare le problematiche dovuttee ad uunna così grave sottodotazione dell’organico comunale.
1) Sono stati chiesti al Centro per l’Impiego di Orzinuovi diversi L.S.U. (lavoratori socialmente utili); 2) E’ stata stipulata una convenzione con l’Istituto penitenziario di Brescia per l’invio di persone con progetto di giustizia ripartiva; 3) Sono state attivate convenzioni per tirocini/formazione con gli istituti scolastici del territorio;

4) E’ stato implementato l’ausiliario del traffico, di 18 ore settimanali; 5) E’ stato trasferito alla Polizia Locale un impiegato amministrativo per svolgere mansioni amministrative prima svolte dagli agenti; 6) E’ stata creata una postazione con due addetti per l’accoglienza al piano terra del Municipio.

Particolare attenzione è stata prestata ad un potenziamento del servizio.
1) È stata migliorata la formazione di tutto il personale con diversi corsi; 2) E’ stato approvato un nuovo regolamento per la distribuzione del salario accessorio (performance), cosicché vengano premiati i più volenterosi, con progetti decisi ad inizio anno e valutati entro la fine del medesimo (come già doveva essere);
3) E’ stato deciso il nuovo codice di comportamento, al fine di tutelare i lavoratori e gli utenti e la trasparenza della macchina comunale; 4) Stiamo attuando una rielaborazione degli orari di lavoro, al fine di uniformare gli stessi e garantire una presenza costante di tutti gli uffici e dipendenti nel corso della settimana, così superando una situazione del passato che vedeva eccessiva discrezionalità nella gestione dei singoli orari giornalieri di lavoro.

Quale il costo del personale?
Il costo complessivo alla data del 31.12.2016 è di circa € 2.688.100,00 ovvero pari al 22% delle spese correnti del Comune di Chiari. Una somma certamente importante che, pertanto, per rispetto delle risorse corrisposte dai cittadini, merita sempre un’attenta analisi e controllo; ciò prestando altresì il massimo riconoscimento possibile, anche di natura economica, ai dipendenti capaci e meritevoli.

I dirigenti comunali, quali le azioni attivate dall’Amministrazione comunale?
Il Comune di Chiari ha un numero davvero importante, rispetto ad altri Enti, di Dirigenti: ciò da un lato permette al nostro Ente azioni particolarmente ambiziose, dall’altro vi sono considerevoli costi economici da sostenere. Il costo dei n. 4 Dirigenti e del Segretario Generale è di complessivi € 609.059,00 (sul sito comunale sono visibili le singole posizioni).L’Amministrazione comunale con riferimento a tale ambito, con azioni completamente differenti rispetto al passato recente e meno recente, ha disposto: 1) Una riorganizzazione del lavoro dei Dirigenti, disponendo l’utilizzo del badge all’entrata in Comune, limitando la discrezionalità nella pianificazione delle ferie e chiedendo che le stesse vengano pianificate in modo da garantire la presenza in Comune di due dirigenti; 2) Una pianificazione del lavoro dei dirigenti, chiedendo che vi siano riunioni costanti con i propri uffici anche di natura formativa nonché fra i medesimi dirigenti al fine di coordinarsi; 3) Ha ridotto la spesa dei dirigenti di circa € 40.000 annui e, in ogni caso, con grande risparmio per il bilancio comunale (per svariate centinaia di migliaia di euro, vedasi PGT interno e progetto scuola interno), ha disposto che la progeetttazione sia realizzata dagli uffici comunali e non esternalizzata (se non per ccasi limite); 4) Ha soppresso dalla dotazione organica un posto di dirigente e, ppeerrttanto, successivamente al prossimo pensionamento vi sarà un unico dirigente per i vvari settori tecnici.

Tuttto quanto sopra elencato si riferisce ad azioni non sempre viste o visibili,
inniiziaattiivvee che richiedono costanza ed impegno e capacità di dialogo con le
singole persone interessate dalle varie operazioni; l’unico fine è quello di avere sempre - nonostante le importanti rigidità del bilancio comunale ed i limiti imposti dallo Stato - una macchina comunale che agisca con competenza, trasparenza, ccercando di dare la migliore risposta possibile al singolo cittadino.

Vooglio concludere ringraziando il nostro peerrsonale comunale, nel suo insieme, per il grande lavoro svolto per la Città di Chiari.

Un nuovo rapporto con le associazioni...
Appena insediati si è deciso un coraggioso cambio di passo: un rapporto con le Associazioni del terri- torio non più limitato alla contribuzione economica ma, invece, incentrato sulla progettazione condivisa, sulla collaborazione e rapporti continui. Gli anni successivi al 2007 avevano, infatti, visto una crescita dei contributi economici comunali a favore dell’associazionismo non solo oggi non più sostenibili ma, a parere dello scrivente, nemmeno ragionevoli già allora. Oggi la contribuzione straordinaria a favore dei vari gruppi si basa sulla partecipazione a bandi comunali e sulla proposta di iniziative strategiche ed innovative, sulla capacità delle singole realtà a mettersi insieme. Ciò per rispetto delle risorse pubbliche (provenienti dalle tasse dei cittadini) e delle stesse realtà associative (come sprono a mettersi in gioco), a favore della Città tutta. Non una proposta politicamente comoda, con probabile perdita di qualche consenso facile, ma certamente giusta e diretta ad una maggiore lungimiranza e serietà.

Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire

Tornate in alto

***********************
Maurizio Libretti (Vice Sindaco)
Maurizio Libretti (Vice Sindaco)

Politiche di programmazione delle Opere Pubbliche; Grandi infrastrutture; Politiche per la mobilità urbana e per la sosta; Politiche di Bilancio; Rapporti con Gruppo Volontari della Protezione Civile e Vigili del Fuoco; Politiche per la valorizzazione strategica del patrimonio comunale.

 

***********************

UN PIANO DI DECARBONIZZAZIONE DELLA CITTÀ DI CHIARI?


Febbbraio 2022

Fantasia o realtà? È possibile pensare ad una Città che consumi meno energia pur mantenendo gli stessi servizi anzi migliorandoli? È possibile credere che buona parte di quella energia che consumerà verrà da fonti rinnovabili prodotte in casa, ovvero nella nostra stessa Città? No, non è fantasia e l’Amministrazione comunale ci sta provando.

Da qualche settimana è depositata una proposta da parte di un primario operatore nel campo energetico con cui l’Amministrazione sta collaborando da qualche anno che ha proprio come obbiettivo finale, grazie alle tecnologie attuali, di far consumare molta meno energia a tutte le strutture comunali e fare in modo che l’energia consumata provenga in buona parte da fonti rinnovabili prodotta all’interno della nostra stessa Città.

Ma come? Iniziando ad illuminare tutta la Città di Chiari (illuminazione pubblica) con la sola energia fotovoltaica. Non si tratta di far funzionare uno o due lampioni ad energia solare, ma molto di più: di produrre energia almeno pari al loro consumo! Operazione che farebbe diventare il comune di Chiari il primo in Italia con quest’ordine di grandezza di intervento. In secondo luogo, sfruttare a pieno le centrali fotovoltaiche collocate sul tetto delle nuove scuole sia elementari (Martiri) che producono già circa 400.000 kw/h annui e scuole medie (Toscanini) che, oggi in costruzione, entro il 2023 produrranno altri 500.000 kw/h, per un totale di 900.000 kw/h annui. In terzo luogo, ridurre la dipendenza dei fabbricati comunali da energie non rinnovabili. Si può fare, ma occorrono alcune premesse. Senza gli interventi fatti in questi anni e che sono tuttora in corso ciò non sarebbe oggi possibile. Senza gli interventi fatti in questi anni e che sono tuttora in corso ciò non sarebbe possibile.

Il progetto si articola in diverse azioni: terminare la sostituzione di tutti i corpi illuminanti della Città che ancora non sono a LED (circa 1350 su 3150) in corpi illuminanti efficienti energeticamente. Intervenire in maniera consistente sia sugli involucri degli immobili pubblici aumentando le loro prestazioni di isolamento, sia sugli impianti di luminosità (relamping) di questi immobili (circa 30 unità), portare una rivoluzione nella gestione della mobilità pubblica che avvicinerà la Città di Chiari alle grandi Città come Brescia. Mettere in gioco le centrali fotovoltaiche di cui sopra. Chiari si prepara in sostanza a ridurre significativamente l’impronta ecologica sull’ambiente del Comune di Chiari che non emetterà più nell’ambiente almeno 400 tonnellate di CO2 ogni anno e non emetterà più nell’ambiente almeno 144 tonnellate equivalenti di petrolio. Perseguendo così gli stessi obiettivi che l’Europa e la Comunità Internazionale si sono posti per l’anno 2030 per il contenimento delle emissioni dannose per il pianeta.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

CHIARI VINCITRICE AL PREMIO ECOHITECH AWARD 2021


Febbraio 2022

La Città di Chiari è vincitrice davanti a tutti gli altri Enti del premio Ecohitech Award 2021: lo storico riconoscimento italiano alle eccellenze di aziende ed enti pubblici per lo sviluppo di soluzioni e progetti innovativi per città più efficienti, più sicure e più vivibili.

L'importante riconoscimento segue quello già conferito dal Gestore dei Servizi Energetici (la società interamente pubblica di proprietà del Ministero dell'Economia e delle Finanze, alla quale è attribuito l'incarico di promozione e sviluppo delle fonti rinnovabili e dell'efficienza energetica) nella prima edizione del concorso Comuni Sostenibili che ha visto la Città di Chiari sul podio assieme ai vincitori dell'edizione 2020 del separato riconoscimento.

Il Polo Scolastico delle Primarie, però, non finisce di stupire per le sue caratteristiche: dopo esser diventato un caso studio di ANCI - Associazione Nazionale Comuni Italiani - e presentato nell'edizione Anci Lab 2021, è appunto il primo classificato anche nel prestigioso premio Ecohitech Award 2021.

Tornate in alto

***********************

LO STATO DELL’ARTE DEI LAVORI PUBBLICI


Febbbraio 2022

Molte sono le attività in corso; le più importanti:
- L’ampliamento delle Scuole Toscanini. L’appalto è in corso, in anticipo rispetto al cronoprogramma con l’auspicio che si possa concludere anche prima dei tempi che ci siamo dati (primavera 2023);
- La realizzazione di una pista ciclabile per raggiungere la località Santellone lungo la via Vecchia per Pontoglio. Alla fine dell’anno 2021 sono stati perfezionati tutti gli accordi di cessione delle aree necessarie per realizzare l’opera. Ora sono in corso le procedure di appalto ed entro la fine primavera – inizio estate 2022 è prevista una biciclettata per l’inaugurazione;
- Il progetto di restauro del Cinema Sant’Orsola. Nell’anno 2021 l'Amministrazione ha pubblicato il bando di concorso per idee sulla ristrutturazione. Il team di ingegneri ed architetti vincitori è ora impegnato – l’incarico è stato affidato a fine anno – alla redazione del progetto definitivo, seguendo le indicazioni che la Giunta e il la commissione preposta hanno fornito. Si prevede l’avvio dei lavori entro il 2022;
- L’inizio lavori della ciclabile tra Chiari e la Valle dell’Oglio (Chiari San Giovanni – Rudiano). Sono all’ordine del giorno anche nuove piste ciclabili. Nei prossimi mesi verranno definiti gli interventi; - La sistemazione dell'area ex Poligono con annesso fabbricato, che come da intese con l’ITCG Einaudi, verrà poi utilizzato dagli studenti di agraria come laboratorio;
- La nuova Caserma dei Carabinieri destinate all’attuale Agenzia delle Entrate. Di recente si sono svolti incontri al vertice con i responsabili del Comando della Compagnia, per definire una concreta tabella di marcia.

Tornate in alto

 

***********************

POLO DELLE SECONDARIE, AVVIATI I LAVORI


Settembre 2021

Realizzazione del Polo delle Secondarie e ampliamento di quello delle Primarie; ma anche realizzazione del più grande parcheggio della città e la riqualificazione della scuola Toscanini.

Come da programma, martedì 23 marzo alle 8 del mattino sono iniziati i lavori per la realizzazione del nuovo Polo delle Secondarie. Opere che – all’interno della gara d’appalto – comprendono ben quattro interventi. Un appalto molteplice per un investimento di oltre 12 milioni di euro (il più consistente mai messo in opera a Chiari): quasi 10 milioni di corrispettivo per l’impresa che si è aggiudicata l’assegnazione in una gara omnicomprensiva, con il duplice vantaggio non solo di avviare questa annunciata stagione di ampliamenti, ma anche di strappare un ottimo prezzo per le casse pubbliche (con un ribasso di
quasi due milioni di euro). Senza contare che, come sempre, anche in questo caso il Comune potrà contare sul finanziamento sia del Ministero dell’Università e della Ricerca, sia del Ministero delle Finanze. L’appalto nel suo complesso è articolato in quattro diversi interventi. In primis, la realizzazione dei nuovi fabbricati che andranno a definire il Polo delle Secondarie, con due nuove palestre (comprese le opere di demolizione della vecchia palestra, in classe energetica G). Queste palestre saranno omologate CONI per lo spettacolo, con nuove tribune e spogliatoi. Un ampliamento straordinario: basti pensare che il solo spazio coperto per lo sport passa da mq 634 a 1.542 mq.

Inoltre, verranno edificati ben 25 nuovi spazi per la didattica: ovvero, nuove aule e laboratori; la nuova mensa, la nuova biblioteca, la nuova Agorà, il nuovo Civic Center, il nuovo Auditorium, la nuova piazza, il nuovo archivio scolastico, la nuova serra didattica, le nuove ciclabili, spazi esterni e arredo incluso. Ma non solo. Nello stesso lotto sono stati inseriti anche i lavori per il completamento del Polo delle Primarie. I lavori (iniziati l’8 marzo) hanno interessato due aree. La prima è la zona sopra la vecchia mensa: qui verranno realizzati due nuovi piani di aule che rappresenteranno l’hub tecnologico della scuola. Infatti, qui che avranno sede i laboratori scientifici e tecnici a disposizione degli studenti delle primarie. Mentre la seconda area interessata dai lavori sarà quella dell’attuale segreteria: l’ampliamento trasformerà gli spazi nella segreteria unica dell’intero Istituto Comprensivo della città di Chiari. Inoltre, il percorso di accesso alla scuola dal lato Mellini verrà coperto e l’intero fronte sul pubblico viale cambierà notevolmente. Sempre nel lotto è prevista anche la
riqualificazione della scuola media Toscanini, con l’adeguamento antisismico, la riqualificazione energetica in classe A4, la realizzazione della centrale fotovoltaica e dei nuovi pozzi geotermici per assicurare il bilancio energetico pari a zero: l’ennesimo edificio comunale che abbandona il metano e si appresta a vivere con la sola energia del sole.

E infine, sempre in questo lotto è prevista la realizzazione del più grande parcheggio della città, con oltre 350 nuovi stalli di sosta in una zona che ne è da sempre completamente sguarnita: ovvero quella dell’ex scuola Turla, di cui verrà avviata la demolizione dei quattro edifici che la compongono non appena ultimati i lavori del lotto che garantisce la costruzione dei nuovi spazi didattici nel nuovo Polo Scolastico di via Roccafranca.

Tornate in alto

 

***********************

CICLABILI CITTADINE


Settembre 2021

L'Amministrazione comunale sta investendo e investirà nei prossimi anni molto per la realizzazione di percorsi ciclabili. Lo fa dando esecuzione ad un progetto complessivo elaborato negli anni scorsi e che sta realizzando componendo i tratti come un grande puzzle.

Il più recenti interventi si sono già visti. Via Papa Giovanni XXIII, che si collega con il primo tratto di via Pedersoli e il grande parcheggio ex Morcelli fatto per raggiungere la ciclabile di via Lancini e quelle Gianni Rodari e Carlo Collodi (a fianco della scuola nuova). Il percorso si collega con il secondo tratto della ciclabile di via Pedersoli che dal parcheggio Lancini porta fino alla biforcazione di via Lumetti e San Gervasio nei pressi della Santella. Conclusa anche la ciclabile di via Dante Alighieri che permetterà di collegarsi dal viale del Cimitero fino appunto a via Giovanni XXIII e da qui tutto il centro storico, ma soprattutto ai quartieri posti a Est della città, costituendo un'alternativa alla ciclabile di via Rota.

Un altro importante intervento è quello della ciclabile del Santellone, che sta per partire. L'opera è già interamente finanziata grazie ai contributi del GSE e il percorso prevede un tracciato separato, lievemente rialzato rispetto al setto stradale viario e da questo diviso dal verde. Segnalo infine un ulteriore grande intervento per la realizzazione della ciclabile di via Rudiano – San Giovanni – Comune di Rudiano di prossima realizzazione, frutto di accordi sovracomunali che consentirà agli appassionati delle due ruote di raggiungere la valle dell'Oglio.

Clicca per ingrandire

Tornate in alto

 

***********************

FONDI COVID


Settembre 2021

Nel 2020 sono stati riconosciuti al Comune di Chiari diversi fondi cosiddetti Covid: cioè atti a sostenere le situazioni di fragilità nate dalla pandemia. Tra questi, i contributi economici a sostegno degli inquilini morosi incolpevoli a seguito dell'emergenza Covid 19 pari a 193.787,11 euro.

Il Comune ne ha erogati subito 143.800 per aiutare tutti coloro che avevano presentato domanda e con la parte residua (49.987,11 euro) nel 2021 è stato approvato un nuovo bando, così che la somma viene progressivamente erogata in base alle nuove richieste pervenute.

Tornate in alto

***********************

ACCORDO TRA COMUNE E MORCELLIANO: VINCE LA TUTELA DEL TERRITORIO


Settembre 2021

Dopo mesi di trattative e anni di difficoltà, a marzo di quest’anno il Comune di Chiari ha raggiunto un difficile accordo con la Fondazione Morcelliana che ha permesso tra l'altro di entrare definitivamente in possesso del teatro Sant’Orsola in vicolo Pace e dei locali dell’ex Centro Giovanile in viale Bonatelli. L'accordo ottenuto con l’Istituto Morcelliano ridurrà in maniera importante anche la capacità edificatoria nella zona di Bosco Levato.

Questo accordo ha posto un termine al lungo e difficoltoso contenzioso che ha visto contrapposto il Comune e la Fondazione Morcelliana. Infatti, l’allora decisione della realizzazione del campo da golf e delle annesse villette al Bosco Levato ha lacerato la comunità di Chiari e non è un mistero che la nostra Amministrazione non ha mai condiviso quel progetto, come dimostrato concretamente in tutti gli anni del nostro mandato, proponendo e realizzando uno sviluppo urbanistico della città molto diverso da quello che aveva visto nascere questo contenzioso.

Ora con l’accordo il Comune acquisisce l’ex teatro Sant’Orsola, vicino alla Cittadella della Musica, e anche l’edificio dell’ex Centro di Aggregazione Giovanile (CaG) su viale Bonatelli, entrambi prima di proprietà del Morcelliano. Non solo. L’ente ha sottoscritto la riduzione dei volumi edificabili: si passa da 15mila metri cubi a 9mila. In questo modo gli impegni aggiuntivi della Fondazione, che prevedevano nei confronti del Comune un contributo in opere colastiche (che sarebbero rimaste in proprietà della Fondazione) pari a 5 milioni di euro al termine dell’edificazione, sono scesi a 2,6 milioni. Tuttavia, dato che sul fronte scolastico ha già provveduto l’Amministrazione e non c’era più la necessità di questi eventuali immobili, abbiamo trovato una soluzione alternativa, rivolgendoci all’Università di Milano per una consulenza su come valorizzare al meglio i valori in gioco.

Ne è risultato che gli impegni economici del Morcelliano nei nostri confronti sono stati stimati pari a 1 milione e 87mila euro, mentre il valore dei due fabbricati (teatro ed ex CaG) ammonta complessivamente a 920mila euro. Resterebbero dunque 167mila euro di differenza che il Comune non chiederà in quanto la somma copre gli oneri di urbanizzazione già versati dalla Fondazione. In sostanza abbiamo scambiato il valore d’uso di immobili non ancora costruiti della Fondazione con un patrimonio immobiliare che invece rimarrà in proprietà della Amministrazione.

Insomma, è stato indubbiamente un lungo e articolato percorso che ci ha visti in prima linea nella tutela del nostro territorio e del suo patrimonio. Siamo estremamente soddisfatti dell’accordo e – come è noto – stiamo già operando per dare a ogni spazio la sua giusta valorizzazione e riqualificazione.

Tornate in alto

***********************

Dicembre 2020

CHIARI REGGE L'ONDA D'URTO DELL'IMPATTO DEL COVID SULLE CASSE COMUNALI

Viviamo tempi complicati. Se dovessimo confrontare il bilancio preventivo dell’anno 2020 appro- vato dal Consiglio Comunale del dicembre 2019 con il bilancio a fine 2020 lo troveremmo molto diverso. Lo abbiamo cambiato cammin facendo non senza timori e preoccupazioni. Partivamo da una situazione, dopo gli anni scorsi, ormai solida nei suoi fondamentali e a fine anno crediamo di averla mantenuta tale. Forti nel nostro operato, abbiamo saputo usare ogni possibilità a vantaggio della collettività: sia nel caso di fondi nostri, sia in quello dei giusti trasferimenti di parte dello Stato.

PARTE CORRENTE
Il bilancio del nostro Comune varia normalmente ogni anno tra i 13 e 14 milioni di euro in parte corrente (spese per personale e per i servizi da erogare non per investimenti). Nell’anno 2020 lo Stato ha trasferito al nostro Comune, per contrastare la pandemia, contributi in parte corrente per 2.364.725,99 euro. Ci sono stati trasferimenti istantanei, messi in campo subito nelle prime settimane della crisi sanitaria quali il fondo per la solidarietà alimentare per circa 240 mila euro. Risorse utilizzate tutte immediatamente dall’area Servizi sociali per contrastare quelle situazioni di maggiore povertà. Si sono aggiunti subito dopo anche contributi per favorire l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, e fondi per la sanificazione degli ambienti e mezzi pubblici. Ed ancora ulteriori 90 mila euro per adeguare strutturalmente le scuole ai protocolli di sicurezza previsti per contrastare il Covid 19. In estate il Comune ha ottenuto risorse per i centri estivi che si sono sommati ai bonus a favore delle famiglie erogati dall’Inps. L’Amministrazione li ha utilizzati integralmente per organizzare il Grest nei mesi di giugno e luglio e settembre consentendo ai nostri bambini e ragazzi di potersi ritrovare, per quanto possibile, dopo il periodo di lockdown che abbiamo subito.

Le contribuzioni maggiori sono pervenute, tuttavia, dal fondo per l’esercizio delle funzioni fondamentali degli enti locali, per circa 800 mila euro. Vi è stata, infatti, una consistente riduzione di entrate comunali, perché l’Amministrazione ha deciso di non chiederle alla cittadinanza già provata. Per esempio, per mense scolastiche non chieste per alcuni mesi dal Comune alle famiglie, oppure mancati versamenti IMU che non entreranno quest’anno per difficoltà dei proprietari di immobili (ma che dovranno necessariamente essere recuperate nei prossimi anni), ma anche per una forte diminuzione di entrate per sanzioni amministrative oppure per minori entrate derivanti dalla attività edilizia e molto altro.

Sono somme trasferite dallo Stato al Comune per sopperire alle minori entrate che il Governo ha previsto si sarebbero verificate. Una cifra considerevole. Abbiamo perciò deciso di usare questi trasferimenti per mantenere gli equilibri di bilancio e per permettere anche qualche iniziativa straordinaria. Non dimentichiamo per esempio i 250 mila euro impegnati, anche grazie al contributo di Chiari Servizi S.r.l., per impedire la caduta libera del commercio e dell’artigianato locali, tamponando almeno sui tributi di servizio come la TARI: una robusta sforbiciata sulla tariffa rifiuti. Oppure lo sconto o l’esenzione applicata per le occupazioni del suolo pubblico. Nel grafico sopra, invece, sono indicate le somme ottenute dal Comune di Chiari negli ultimi sette anni in conto capitale (quindi per investimenti) rispetto a quelli dei sette anni precedenti questa Amministrazione.

Il contributo più cospicuo, tuttavia, è giunto grazie all’azione delle Amministrazioni locali, principalmente della Città di Brescia e di Bergamo, sul Governo Nazionale che ha consentito di creare un fondo straordinario di circa 200 milioni di euro da dividersi tra tutti i Comuni delle Province di Brescia, Bergamo, Cremona e Lodi, le più colpite dalla prima ondata della pandemia. Al Comune di Chiari, che ne ha goduto in proporzione al proprio numero di abitanti, sono stati accreditati sul proprio conto corrente 1.172.544,38 euro.

CONTO CAPITALE
Anche in conto capitale, ovvero le entrate per gli investimenti per creare nuovo patrimonio per il Comune, ci sono state alcune entrate importanti e mi riferisco all’entrata straordinaria statale di 450 mila euro (suddivisa in 90 mila euro ogni anno per cinque anni) che l'Amministrazione ha destinato alla realizzazione di nuove ciclabili ed all'entrata di 500 mila euro provenienti dalla Regione Lombardia destinate a diversi altri interventi. Insomma, la nostra linea guida per quest’anno così difficile e per il prossimo è quella di usare tutti i fondi possibili per aiutare chi ha bisogno.

Clicca per ingrandire
Entrate da contributi enti pubblici in conto capitale: l'andamento storico dimostra la capacità e la volontà dell'Amministrazione di ricercare con competenza ogni fondo extra comunale possibile a tutto vantaggio della Città di Chiari

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

LE CICLABILI CITTADINE: UNA TELA CHE SI TESSE INCESSANTEMENTE TRATTO DOPO TRATTO

Dicembre 2020

Il 2020 pur nella sua particolarità non ha impedito all'Amministrazione Comunale di mantenere alcuni suoi obbiettivi. La mobilità dolce è uno di questi, per questa ragione l'Amministrazione comunale sta investendo e investirà nei prossimi anni molto per la realizzazione di percorsi ciclabili. Noi vogliamo prima di tutto offrire sicurezza a questi spostamenti e poi incentivarli maggior- mente. Già nella scorso mandato amministrativo alcuni interventi sono stati fatti. In questo ne faremo di più, concentrandoci prima sui percorsi principali, poi quelli minori: si tratta di realizzare un disegno complessivo elaborato apposita- mente in uno studio denominato Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU). Sarà come un puzzle che di anno in anno si andrà a comporre.

Il primo intervento si è già visto con via Papa Giovanni XXIII, che si collega con il primo tratto di via Pedersoli e il grande parcheggio ex Morcelli fatto per raggiungere la ciclabile di via Lancini e quelle Gianni Rodari e Carlo Collodi (a fianco del- la scuola nuova). Il percorso verrà ultimato (sarà già in lavorazione al momento in cui leggete) con il secondo tratto della ciclabile di via Pedersoli che dal parcheggio Lancini condurrà fino al suo termine ovvero alla biforcazione di via Lumetti e San Gervasio nei pressi della Santella. È già finanziata anche la ciclabile di via Dante Alighieri che permetterà di collegarsi dal viale del Cimitero fino appunto a via Giovanni XXIII e da qui tutto il centro storico, ma soprattutto ai quartieri posti a Est della città costituendo un'alternativa alla ciclabile di via Rota.

Un altro importante intervento è quello della ciclabile del Santellone. La località sta attendendo da tempo di poter essere collegata alla città attraverso un tracciato ciclopedonale autonomo e separato dalla sede stradale che, per altro, ha visto non poche volte infausti eventi. L'opera è già interamente finanziata da questa estate quando il GSE ha riconosciuto per l’ampliamento del Polo delle Primarie un grande contributo per l’efficientamento energetico. Al momento il percorso è in fase di progettazione e non sarà molto diverso nella sua tipologia da quello del viale Mille Miglia posto a Nord della città. Un tracciato separato, lievemente rialzato rispetto al setto stradale viario e da questo diviso dal verde. Prima dell’approvazione del progetto vorremmo confrontarci con i residenti della località Santellone. Lo faremo non appena l’emergenza sanitaria lo permetterà. I lavori sono previsti nella seconda metà dell’anno 2021.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

POLO DELLE SECONDARIE, FIRMATO IL CONTRATTO CON LA ITI DI MODENA

Dicembre 2020

Nel pomeriggio di giovedì 22 ottobre è stato firmato l’accordo di contratto tra il Comune di Chiari e la ITI Spa di Modena: l’azienda che si è aggiudicata la gara d’appalto per la realizzazione del nuovo Polo delle Secondarie, in via Roccafranca. Il contratto, relativo all’appalto integrato di la- vori e progettazione esecutiva, è stato stipulato nell’ambito dell’investimento che comporta oltre 13 milioni e 826mila euro di spesa complessiva, di cui 8 milioni e 816mila euro (più Iva) sono esattamente quelli affidati mediante gara in soglia europea alla ITI Spa di Modena. L’opera dovrà essere realizzata in 730 giorni consecutivi (ovvero, circa due anni) dalla firma del contratto con tutte le garanzie ivi previste, compresa l’as- sicurazione postuma decennale per la scuola stessa.

Un’opera destinata a ammodernare ancora di più la città. Infatti, si prevede la realizzazione di due nuove palestre abbinate tra loro, 24 nuove aule e laboratori, un auditorium, un Civic Center, un grande cortile coperto, una nuova mensa ed una serra didattica, oltre alla riqualificazione sismica ed energetica di tutta l’edilizia esistente. Inoltre, grazie alle migliorie proposte dalla ITI nella speciale procedura di gara, il Polo verrà implementato con una serie di interventi com- plementari tra cui una pensilina fotovoltaica all'ingresso, l’arredo dell’archivio di progetto, il rifacimento del parco pubblico di via Vivaldi attrezzato con ciclabili che da lì saranno tracciate per oltre mezzo chilometro fino alla Zona a Traffico Limitato (ZTL) del centro storico. Oltre all'arredo completo di tutti gli spazi per la didattica e l’attrezzatura informatica, nonché l'attrezzatura audiovisiva dell'Auditorium, e le balaustre in cristallo e tribune telescopiche per la palestra. Verrà demolita anche la scuola Turla e realizzato un nuovo grande parcheggio a fruizione della città.

Con il progetto del Polo delle Primarie prima e ora con quello delle Secondarie stiamo traghettando l’intera comunità di Chiari nel futuro. Dotare la nostra città di scuole all’avanguardia sotto ogni profilo, compreso quello ormai imprescindibile dell’impatto ambientale che qui è a zero, significa dare la possibilità reale alle famiglie, agli studenti e in definitiva ai cittadini di avvalersi di servizi che fanno la differenza nella vita di tutti i giorni, per molti anni, con impatti positivi su tutta la città: dalla viabilità alla sostenibilità. Abbiamo sempre creduto in questa visione, la portiamo avanti con forza e procederemo su questa strada con determinazione.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

NUOVO PARCHEGGIO EX MORCELLI. UNA BELLA REALTA'!

Non è più una promessa ma una realtà. Nei primi giorni di settembre l’Amministrazione comunale ha inaugurato il nuovo parcheggio collocato nell’area della scuola ex Morcelli. Un’opera importante perché completa il ridisegno complessivo del quartiere a est di Chiari. In soli 4 anni l’intero comparto ha cambiato completamente aspetto. Da una vecchia e inefficiente palestra con un parcheggio di poche decine di poste auto ad un’area del tutto nuova. La Città ha ampliato i suoi servizi scolastici, ha reso efficienti le proprie strutture, si è resa più elegante ed in questo contesto anche il servizio pubblico di sosta ne esce rafforzato.

Il nuovo parcheggio, che si aggiunge a quello interrato posto al di sotto della nuova piazza, è una platea che accoglie da solo 199 spazi per la sosta distribuiti su circa 5000 metri quadri di superficie. Il parcheggio è connesso alla circonvallazione esterna con piste ciclopedonali sia lungo via Pedersoli sia con i nuovi percorsi posti a nord e a sud del complesso della scuola Martiri denominati via Carlo Collodi e via Gianni Rodari.

Durante le lavorazioni vi è stata anche una particolare attenzione nella conservazione delle alberature preesistenti nell’ex area scolastica (Morcelli) che non solo, ad eccezione di pochi esemplari, sono state interamente conservate, ma nel perimetro e all’interno sono state incrementate, sicché ora se ne contano una quindicina circa in più rispetto alle precedenti.

Il costo complessivo dell’opera è stato poco meno di 320 mila euro di cui – nota importante - circa il 60% pagato con i fondi della Banca Europea degli investimenti. Anche per questo intervento, infatti, essendo stato considerato come opera di servizio al nuovo polo scolastico, l’Amministrazione ha chiesto ed ottenuto il medesimo co-finanziamento.

Il completamento di questa ultima parte, il pieno e positivo utilizzo che i cittadini fin da subito hanno tratto e stanno traendo di questa nuova area porta a fare una ultima considerazione che può aiutare a cogliere il senso delle cose che si realizzano: ci rendiamo conto che non sempre sia facile, ma un lavoro, una progettazione un’opera va sempre vista nella sua complessità, nel suo disegno d'insieme, perché solo così si riesce a coglierne tutte le sfaccettature e a comprendere a fondo le scelte che si fanno.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

CHIARI SEMPRE PIU' LUMINOSA

Non è certo passato inosservato il grande intervento che l’Amministrazione sta svolgendo sul territorio comunale di sostituzione dei lampioni stradali; la differenza di illuminazione balza subito all’occhio. Di che cosa si tratta? Si tratta della sostituzione di 1700 - dei 3200 presenti - lampioni per l’illuminazione pubblica posti le nostre strade. Riguardano principalmente i quartieri più datati, quelli che avevano maggiore necessità.

I nuovi lampioni, come si può vedere, non sono né a sodio né a mercurio ma a tecnologia LED; lo sperimentiamo quotidianamente nelle nostre case tutti i giorni: le lampadine a LED a parità di potenza fanno più luce, sono a basso consumo e consumando molto meno danno la possibilità di portare risparmi sulla bolletta dell’elettrica. Lo stesso vale anche per il Comune, e adesso lo possiamo vedere anche nelle nostre vie cittadine.

Più luce vuol dire anche più sicurezza, ma non solo. Sono corpi illuminanti c.d. “intelligenti” ossia lampioni che hanno la possibilità di regolarsi durante le diverse fasi durante abbassando la luminosità od alzandola a seconda delle diverse situazioni esterne oppure a seconda dell’orario. Sono, inoltre, regolabili a distanza e si controllano da soli; nel senso che se dovessero avere problemi di funzionamento lo segnalano in automatico.

L’intervento (in realtà quello di maggiore valore economico anche se non si vede) prevede anche il rifacimento della rete di collegamento dei lampioni: i c.d. cavi e cavidotti armadi di distribuzione di energia.

La novità però non finisce qui, perché questo progetto cambierà il modo che la Città avrà nell’approcciarsi al mondo del web. Che c’entra, direte Voi, il mondo della rete web con i lampioni in strada?

Il progetto Lumen – Smart City, infatti, prevede anche altro che occuparsi solo di illuminazione; il Comune di Chiari ha deciso di investire la quasi totalità dei risparmi di spesa per energia derivanti dai lampioni a LED creando nuovi servizi per i clarensi a cominciare dal fornire loro una rete WI-FI su parte del territorio. L’inizio di una digitalizzazione che si amplierà nei prossimi anni con numerosi altri servizi. Alcuni nuovi corpi illuminanti sono, infatti, anche degli hot spot, ossia delle piccole centrali di trasmissione e ricezione dati che permettono connessioni internet. Dispositivi particolari in grado di poter trasmettere e ricevere dati digitali via etere. Con questo servizio, non appena terminata l’installazione, copriremo una parte del territorio abitato di Chiari con rete WI-FI pubblica. Il che significa che potremo collegarci alla rete internet direttamente attraverso questi canali. Il vantaggio è enorme perché una volta creata questa rete si possono immaginare una serie di servizi tra i più svariati; non è fantascienza, in molte Città (alcune anche in Italia) è già una realtà. Proviamo anche noi a stare al passo.

Questo, come detto più volte, è un intervento che impegna risorse per 3,7 milioni di euro di cui circa 1,9 milioni sono in corso (anno 2019 - spesa per creare l’infrastruttura) e i restanti nell’arco dei successivi 14 anni (spese per il mantenimento). È un progetto che però al Comune non costerà un centesimo in più rispetto a quanto spende oggi in energia elettrica, o meglio andrebbe a spendere nei prossimi 15 anni, anzi il risparmio netto è di circa 30/40 mila euro ogni anno.

L’Amministrazione comunale sta già pensando al futuro: nell’anno 2021 si aprirà la possibilità di intervenire anche sui restanti altri lampioni che oggi non sono interessati dalla novità. L’obiettivo è di fare la stessa identica cosa, in questo l’Amministrazione tutta è impegnata.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2018

Bilancio: ogni anno per i clarensi meno 450 mila euro di tasse

Mentre il Governo Nazionale con la legge finanziaria 2019 autorizza gli Enti Locali di aumentare le imposte locali, l’Amministrazione Comunale di Chiari le diminuisce.
È un fatto: dopo aver diminuito la addizionale IRPEF nell’anno 2018, il Consiglio Comunale - su proposta della Giunta - interviene nuovamente per il 2019 riducendo l’aliquota per un ulteriore 0,2 per mille e la porta a 7,5 per mille. Le fasce più deboli con reddito inferiore a 10 mila euro annui sono esentati dall’imposta.
Questo ulteriore provvedimento (insieme alla diminuzione del 2018) comporta, per la sola addizionale IRPEF un minor prelievo fiscale stimato di poco meno di 100mila ogni anno: ciò significa che i cittadini di Chiari pagheranno complessivamente meno IRPEF per quasi cento mila euro ogni anno, rispetto al 2017. Insomma, la gestione oculata del bilancio comunale porta frutti.
Senza contare che ciò avviene in un contesto in cui l’Amministrazione ha trasferimenti in parte corrente di gran lunga inferiori rispetto all’anno 2011 (quando l’addizionale comunale sui redditi fu introdotta) e inferiori entrate (anche quattro volte di meno) per oneri di urbanizzazione.
Ciononostante, questo provvedimento si unisce ad altri che hanno determinato ulteriori risparmi a favore dei cittadini. Infatti, le tasse locali sono aumentate progressivamente fino all’anno 2014: ma dal 2014 in poi c’è stata una inversione di tendenza. Vale la pena ricordare a tale proposito: l’eliminazione della Tasi sugli immobili in locazione; la modifica dei regolamenti con cui l’Amministrazione ha ridotto del 25% l’imposta IMU sulle seconde case per coloro che affittano con contratti a canone concordato; gli sgravi previsti per alcune categorie di soggetti che si trovano in particolari condizioni o situazioni durante la loro vita.
Inoltre, nel corso di questi anni l’Amministrazione ha eliminato l’IMU per alcuni terreni edificabili, ma senza possibilità concrete di edificazione, stralciandoli dal Piano di Governo del Territorio (PGT). Tale provvedimento ha portato a minori entrate per circa 60mila euro annui e conseguenti risparmi ai proprietari.
Non solo. Nel corso di questo quadriennio, l’introduzione della tariffa corrispettiva e la cautela nella gestione delle voci di costo del servizio rifiuti da parte della società comunale Chiari Servizi S.r.l. ha prodotto progressive diminuzioni della tariffa sulla cosiddetta “tassa dello sporco” (TARI) per le utenze domestiche (famiglie) di circa l’8% e consentito il recupero fiscale dell’Iva per le imprese generando minori costi pari al 10%. Il risparmio per le famiglie e per le imprese è superiore ai 250 mila euro ogni anno e nei prossimi mesi si vedrà di fare ulteriori interventi in riduzione.
Siamo consapevoli che in alcuni casi percepire le riduzioni sulle imposte comunali non è semplice, tanto che possono apparire lievi. Tuttavia, in un contesto in cui tutte le realtà - dallo Stato, alla Regione alla Provincia - sono chiamate a fare la propria parte nel miglioramento della gestione delle risorse, il Comune di Chiari ha fatto e continuerà a fare la sua: tanto che, grazie a tutti questi provvedimenti, i cittadini di Chiari risparmiano circa 450mila euro ogni anno di tasse comunali. Denari che così rimangono a loro disposizione.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Luglio 2018

Chiari è economicamente più forte
Nell’anno 2017 ben 1 milione e 600 mila euro di avanzo positivo

Il Comune di Chiari è economicamente più forte: non lo dice l’Amministrazione Comunale, lo dicono i dati di bilancio. Infatti, il Consiglio Comunale ha approvato a fine aprile il rendiconto dell’anno 2017, ovvero ha “tirato le somme” di come è andato l’anno precedente: il 2017 appunto. E i conti sono molto positivi.

Il lavoro fatto in questi anni sta portando buoni risultati, tanto che si può dire che la Città di Chiari può guardare al suo futuro con più serenità. Nell’anno 2017 il Comune ha avuto un avanzo di circa 1,6 milioni di euro. In sostanza, ci rimane in cassa questo importo. Sono molte risorse, soprattutto se si tiene conto che negli anni scorsi si riusciva a difficoltà a pareggiare i conti. Come è stato possibile?

Le iniziative sono state numerose e diverse. Solo per citarne alcune: una gestione scrupolosa delle spese, l’adozione di nuove procedure per rinnovare completamente i contratti per le forniture e le utenze, una modifica del metodo di assegnazione degli appalti (creando un apposito ufficio centrale), entrate maggiori rispetto alle previsioni, ma soprattutto (per circa la metà dell’avanzo) una politica finanziaria che ha portato a sbloccare molte risorse.

Stiamo incentivando il contribuente - e continueremo a farlo - ad una maggiore fedeltà fiscale verso le imposte comunali: attraverso precisi piani di rientro per quei cittadini che devono al Comune, oppure (senza fare torto a chi ha sempre pagato regolarmente), favorendo laddove possibile conciliazioni nei casi di dubbia tassazione. L’Amministrazione ha così allontanato lo “spettro” delle agenzie di riscossione (Equitalia S.p.a), lasciandole solo come “ultima spiaggia” e ha privilegiato il dialogo con il cittadino: aiutandolo e sollecitandolo a rientrare anche con piani di rateizzazione rigorosi.

In tutto ciò, dal 2014 le tasse e imposte comunali non sono mai state alzate, anzi: la “tassa sullo sporco” (TARI) è diminuita di circa l’otto per cento per le utenze domestiche, c’è stata l’introduzione di agevolazioni per le seconde case (IMU), ed è iniziata una progressiva riduzione dell’addizionale IRPEF (introdotta dalla Amministrazione precedente nell’anno 2010). Insomma, a Chiari stiamo verificando il principio che “pagare tutti per pagare meno” può funzionare, ed è un fatto.

Tutto questo senza sacrificare gli investimenti che rimangono più alti in questi ultimi quattro anni di qualsiasi altro Comune a noi limitrofo. Questo anche grazie alla capacità che il Comune ha avuto nel reperire risorse anche dal Governo nazionale.
Solo sulle scuole pubbliche, l’Amministrazione Comunale ha già investito circa 10 milioni di euro per adeguarle tutte (sei scuole) alle normative (soprattutto antincendio), per ampliare il plesso Martiri – Mellini e per ristrutturare la parte più vecchia del medesimo plesso. I lavori terminati potranno essere apprezzati a settembre. Ed entro la fine dell’anno l’Amministrazione investirà altri 7,7 milioni di euro anche sull’ampliamento e la ristrutturazione della scuola media Toscanini.

Sebbene in misura inferiore, si è intervenuti per adeguare anche molte altre strutture pubbliche: dalla Villa Mazzotti agli archivi comunali (da troppo tempo dimenticati), ma anche i parchi pubblici, la viabilità ciclabile, il verde, il cimitero, gli impianti sportivi ed altro ancora.
Nel prossimo anno si farà altrettanto. Perchè tutti gli impieghi sono mirati a far spendere meno per la manutenzione e la conservazione del patrimonio del Comune. In questo senso l’Amministrazione di Chiari è entrata in un circuito equilibrato e proporzionato di investimenti e controllo della spesa che, se mantenuto, porterà effetti ancora più positivi con ulteriori novità anche sulla imposte locali.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Luglio 2018

La nuova scuola è quasi realtà

Ci siamo quasi. Dando seguito alla realizzazione del programma di governo della Città per ciò che riguarda le scuole clarensi, ci si sta muovendo su tre diversi fronti.
Il primo riguarda i lavori di ampliamento del Martiri-Mellini, possibili grazie al primo grande finanziamento avuto dall’Europa e da una convenzione urbanistica. Infatti, il Comune sta realizzando ventidue nuovi spazi (tra laboratori e spazi di insegnamento), una nuova palestra ad utilizzo doppio, un parcheggio interrato (in sostituzione del precedente parcheggio Lancini), l’allargamento della mensa, l’auditorium con possibilità di ospitare circa quattrocento persone e il civic center: un ampio spazio multidisciplinare per servizi connessi alle attività scolastiche.

Alla conclusione dell’intervento anche la viabilità attorno (che ha dovuto subire indubbiamente i disagi per le ovvie esigenze di cantiere) tornerà com’era.
Inoltre, dopo aver concluso la scuola (dopo settembre), l’Amministrazione ha previsto di completare il comparto realizzando un ulteriore parcheggio a raso con capienza non inferiore a 160-180 posti auto: l’attuale Morcelli verrà così demolito per far posto al nuovo parcheggio.
Il secondo fronte riguarda la sistemazione della parte storica del Martiri-Mellini.
I lavori inizieranno nel mese di giugno, non appena terminato l’anno scolastico. La gran parte dei lavori sarà concentrata prevalentemente all’esterno (per la brevità del tempo a disposizione): si adeguerà sismicamente la struttura, verrà fortemente efficientata sotto il profilo energetico e sarà coperta da contropareti (o cappotti) per assicurare il minore scambio termico possibile con l’esterno; inoltre verranno sostituiti tutti i serramenti.
Tra gli interventi interni ci saranno il rifacimento di alcuni bagni e la collocazione all’interno delle classi di pannelli fonoassorbenti. I restanti lavori interni verranno eseguiti l’estate prossima, ma già così tutto ciò aumenterà il comfort e la vivibilità per gli studenti.
Il terzo fronte riguarda le scuole medie: il plesso Toscanini che (sul modello del Martiri-Mellini) verrà anch’esso ampliato. Anche in questo caso le risorse provengono da un secondo grande finanziamento (altri 5 milioni euro) ricevuto dall’Europa e in parte dalla vendita dell’area del Turla (1,2 milioni euro).
Dovrebbe arrivare anche un contributo in opere dalla Fondazione Morcelli per 2 milioni di euro. Tuttavia, la perdurante inadempienza della Fondazione Morcelli - sancita recentemente dalla Giustizia Amministrativa, sebbene in via non ancora definitiva - lascia molti margini di incertezza: nella spiacevole ipotesi che tale inadempienza dovesse continuare, l'Amministrazione ha previsto di fare da sé, ricorrendo però ad un finanziamento ad un costo stimabile in circa 75 mila euro l’anno per i prossimi 30 anni.
Il progetto del Toscanini (che ovviamente avrà tempi più lunghi) inizierà entro la fine dell’anno con la pubblicazione del bando per l’ampliamento dell’edificio principale: anche in questo caso si provvederà alla realizzazione di una nuova palestra e di nuovi spazi scolastici. L’ampliamento si svilupperà approssimativamente lungo l’attuale area dell’ex campo di rugby.
È ovvio che questo secondo grande intervento non vedrà la fine entro il termine del mandato di questa Amministrazione, ma è chiaro ormai che il percorso è tracciato e non si potrà tornare indietro.
Insomma, nell’arco di pochi anni e dopo quattro decenni di attesa, avremo così la possibilità di vedere il recupero, l’ammodernamento e l’ampliamento di tutte le nostre scuole dell’obbligo, esattamente come nei programmi che la compagine di Governo di questa Città si era preposta di raggiungere.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

Investire nelle infrastrutture della Città e nel patrimonio comunale: è questo il compito che ci siamo dati all’inizio del mandato ed è questo quello che stiamo cercando di fare, facendo scelte di priorità che magari non tutti condividono, ma tutte tese a non sprecare risorse che sono sempre più “contate” e quindi limitate.

Alla fine dell’anno l’Amministrazione comunale avrà impegnato nel corso del 2017 circa 1,3 milioni di euro per la conservazione del patrimonio pubblico. Intendiamoci, non significa aver già fatto opere per questo importo, ma piuttosto che le risorse sono state reperite, sono o erano nelle casse del Comune e sono state in parte già spese o verranno spese per certo nei prossimi mesi.

Snoccioliamo qualche notizia in più. Quest’anno l’Amministrazione ha impegnato per la manutenzione delle strade oltre 550 mila euro. Questo importo è già stato in parte speso per circa 150 mila euro: asfaltatura di via Sala, del Viale del Cimitero e sistemato le aree in materiale lapideo del centro cittadino, la pista ciclabile di via Rota e di Via Milano.

I restanti 400 mila sono stati impegnati nell’appalto, assegnato a ottobre, destinato al Piano di riordino viabilità e spazi per la sosta, interventi per la mobilità sostenibile e potenziamento della rete ciclabile.

Le opere, sono state avviate a novembre 2017 per poi essere sospese fino a marzo 2018, quando si riprenderanno i lavori: una tempistica necessaria, considerando che durante l’inverno non si esegue la posa dell’asfalto e che solo con la primavera si può provvedere al definitivo ripristino dei manti di finitura stradale, ammalorati in primis proprio dal gelo invernale. Le strade interessate (in parte, o in tutto) dai lavori saranno via Cattarello, viale Cesare Battisti, via Cologne, via Gnutti, via Lunghe di Sotto, via Lunghe, via Veneto (sottopasso), via Marengo, viale Cenini, via Buffoli e l’inizio di via Sala, via Villasche, via Tagliata II, via Rudiano, viale Zanini, via Pontoglio, via Rogge, via Tagliata, via San Bernardino, via Cimitero e viale Milano (e traversa). Oltre a ciò è previsto il rifacimento dei marciapiedi di via Sant’Angela Merici, via Avis, via San Genesio, via Po, via Buffoli e via Pontoglio.

Facciamo conto entro l’estate 2018, inoltre, di terminare la stesura di un piano per la riqualificazione delle piste ciclabili cittadine, in particolare quella di via Roccafranca, a servizio delle scuole. E non a caso proprio le scuole saranno parte integrante di questo piano: infatti, a stendere il progetto saranno chiamati i futuri geometri, oggi allievi dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri Statale Luigi Einaudi di Chiari. Un progetto per il quale l’Amministrazione comunale mette sul tavolo 170 mila euro di budget per la sua realizzazione.

Quest’anno, con qualche mese di ritardo sulla tabella di marcia (tutto è rimasto in sospeso in attesa che la Regione Lombardia indicasse il suo contributo economico), ha preso forma anche il grande intervento di riqualificazione dei corpi illuminanti (progetto Lumen - Smart City). L’investimento, nella duplice formula della concessione e del project financing stima per la sua prima parte in 1,5 milioni di euro. Il bando di gara per la realizzazione dell’opera è pubblicato e l’assegnazione all’impresa è prevista nelle prime settimane di gennaio 2018. In questo progetto stiamo lavorando in una collaborazione proficua con la Provincia di Brescia.

È un intervento notevole. Investire in termini di risparmio energetico: tra ottimizzazione dell’illuminazione pubblica e miglioramento della produzione di energie da fonti rinnovabili è l’obbiettivo. Nel prossimo anno l’Amministrazione ritiene di poter sostituire la metà di tutti i corpi illuminanti della città con lampade a LED tra quelli più vecchi che sono con lampade a mercurio. Approfittando di questo intervento viene parallelamente viene creata una nuova infrastruttura per offrire una rete WI-FI su tutto il territorio comunale. Anche su questo tema nel corso dei mesi prossimi ci saranno aggiornamenti. Nei programmi della Amministrazione va segnalato anche l’impegno assunto per offrire al comando dei Carabinieri una sede nuova. La scelta ormai si sta definendo e notevoli passi avanti sono stati fatti sia con il Comando Provinciale e Regionale grazie al prezioso contributo dei vertici locali. L’immobile individuato su cui vi è reciproco consenso è l’attuale sede della Agenzia delle Entrate. E’ l’unico immobile che per sue caratteristiche si presenta come il più adatto. L’Amministrazione sta facendo una valutazione sulle prestazione antisismiche dello stesso, superate le quali si potrà procedere nel corso del 2018 alla formalizzazione dell’accordo.

Accanto all’ordinarietà degli interventi, pertanto, si prosegue così anche nella realizzazione di tutti gli obiettivi del mandato amministrativo.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

L’Amministrazione comunale nell’anno 2018 ridurrà il peso dell’addizionale Irpef portando l’aliquota dall’8 per mille al 7,7 per mille. La gestione oculata del bilancio comunale inizia a dare buoni frutti. Con la riduzione dell’addizionale Irpef l’Amministrazione peserà meno sui cittadini clarensi per circa 60-70 mila euro ogni anno. È una svolta.

Le tasse locali sono aumentate progressivamente fino all’anno 2014 poi, con l’insediamento dell’attuale compagine di governo cittadino, un’inversione di tendenza: dapprima con la Tari (che ha portato ad un risparmio complessivamente per i cittadini e imprese di circa 200 mila euro in meno ogni anno) ed ora con la riduzione dell’addizionale Irpef. Rimane ferma e salva la no tax area già in vigore per le fasce più deboli.

Tornate in alto

***********************

Lo stato dei conti
Aprile 2017

Clicca per ingrandire

A volte mi viene chiesto qual è la salute del bilancio del comune di Chiari. Il comune di Chiari è in salute dal punto di vista finanziario? Regge agli urti della finanza nazionale? E’ un bilancio che ha spese sostenibili?
La risposta è articolata. Rispondere semplicemente con un Sì o con un NO, sarebbe semplificare troppo e non rappresenterebbe con correttezza la situazione. Innanzitutto chiariamo che in questi anni abbiamo sempre centrato l’obbiettivo del pareggio in parte corrente.
Ci siamo sempre riusciti. Significa che entrate e uscite si sono sempre equivalse. Per parte corrente s’intendono tutte quelle spese che ogni anno si ripetono con costanza (personale comunale, servizi ai cittadini, erogazioni, manutenzioni al patrimonio e così via). Lo stesso è avvenuto per la parte in conto investimenti (conto capitale), ma qui era più semplice. Prendiamo l’anno 2016 per il quale dobbiamo ancora approvare il rendiconto (che sarà ad aprile) ma le cui macro cifre ci dicono già molto. Come si vede nel diagramma il Comune di Chiari nell’anno 2016 ha contabilizzato entrate per complessivi €.22.500.000,00 circa.

Clicca per ingrandire

Si nota che la più gran parte delle entrate (44,82%) deriva da imposte locali (circa 10 milioni di euro), il resto da entrate extra-tributarie (13,93%), da trasferimenti dallo Stato ed altri enti (9,60%), da entrate in conto investimenti (capitale) per 12,74% e così via. Faccio notare la voce: “avanzo di amministrazione” che nell’anno 2016 è stata pari al 6,08% rispetto a tutte le entrate. Questa voce può rappresentare il punto di forza dell’Amministrazione ma anche il suo punto dolente. L’avanzo rappresenta il risparmio, o le maggiori entrate, maturati nell’anno precedente. In sé, voi direte, è una buona cosa avere dei risparmi di spesa. In effetti in linea di principio è positivo. Se non fosse però che quel risparmio, e ciò rappresenta il punto dolente, l’anno successivo serve per sostenere le spese che la Amministrazione mette a bilancio per assicurare l’erogazione dei medesimi servizi. In sostanza è come se una famiglia per continuare a comprare gli stessi prodotti da sempre acquistati abbia la necessità di vedere prima, non solo il suo reddito famigliare dell’anno in corso, ma anche quanto ha risparmiato l’anno prima. Si capisce, quindi, che più il bilancio del Comune dipende dall’avanzo dell’anno precedente, maggiore sarà la rigidità della sua spesa, e con maggiore incertezza potrà assicurare gli stessi servizi o le stesse erogazioni nell’anno successivo. Questo è la sofferenza maggiore che hanno i conti del Comune di Chiari. Quindi quando l’Assessore al bilancio in Consiglio Comunale ha ripetutamente detto che “… I livelli di spesa ricorrente a cui l’Amministrazione Comunale è strutturalmente abituata non sono più compatibili con le sue entrate …” faceva riferimento proprio a questo.

Clicca per ingrandire

E’ sempre stato così ?
Sì. Anzi l’incidenza in passato era anche maggiore, ma i tempi erano diversi. Le entrate che si registravano durante l’anno erano sempre maggiori rispetto alle previsioni e rassicuravano circa le spese ricorrenti dell’anno successivo che, per altro, hanno continuato a lievitare. Cito solo un dato ma molto significativo: le entrate per opere derivanti da interventi edilizi. Passate da oltre il milione e mezzo di euro di qualche anno fa a circa cinquecentomila euro dell’anno 2016. Se è vero che in questo c’è anche una scelta chiara della nostra politica di rendere quanto più possibile indipendente le entrate del Comune dalla gestione del territorio (meno si costruisce meno entrate per oneri di urbanizzazione) è indubbio che su questo pesi anche l’economia reale del Paese.
Quindi che cosa si stiamo facendo ?
In questi anni l’Amministrazione Comunale si è operata a contenere le spese, nel tentativo di riportarne i livelli nell’erogazioni di servizi e di funzionamento complessivo della macchina amministrativa in un ambito di sostenibilità, cercando di affrancare il più possibile i conti del Comune da quella voce che sopra ho indicato come “avanzo di amministrazione”. Lo abbiamo fatto con l’introduzione della raccolta differenziata porta a porta riorganizzando completamente il servizio e generando risparmi che hanno permesso riduzioni tariffarie (minime è vero ma invertendo la tendenza degli ultimi anni), lo abbiamo fatto riorganizzando la spesa nelle erogazioni.
Lo stiamo facendo con il grande investimento sul nuovo polo scolastico in ampliamento al Martiri-Mellini, lo stiamo facendo ricontrattando progressivamente il costo per utenze. Il contenimento delle spese, per evitare di dover ricorrere all’incremento delle imposte, la programmazione e la realizzazione di investimenti per creare strutture meno dispendiose, meno costose per il loro mantenimento, sono i due pilastri su cui si regge l’azione amministrativa.
Ma è bene essere chiari e dire che ciò potrebbe non bastare. Nel caso sarà necessario fare una riflessione di opportunità sulla pluralità di servizi che l’Amministrazione eroga. Abbiamo detto fin dal nostro insediamento che non era possibile garantire tutto a tutti.
La prudenza impone, pertanto, di operare per fare in modo che anche in futuro sia assicurata la sostenibilità nella spesa.
Per fare questo stiamo incidendo sui centri di spesa di ogni livello, facendo scelte oculate, ma al contempo, ed è fondamentale, stiamo cercando di investire rinnovando e rendendo efficienti le nostre strutture in maniera tale che si generino risparmi.
Lo facciamo con risorse reperite in modi nuovi (esemp.: il grande finanziamento a fondo perduto ottenuto per le scuole), oppure cercando di attirare operatori sul territorio come lo è stato con Tim per la fibra ottica, che è divenuta nel 2016 una realtà.
Oppure ancora collaborando attivamente con istituzioni superiori, che hanno per noi un occhio di riguardo, come la Provincia sul tema del rinnovo della metà dei lampioni (corpi illuminanti) della Città.

Anche il bilancio per l’anno 2017, approvato a dicembre dal Consiglio Comunale, segue così la medesima direzione.
L’impegno nostro è quello di comportarci con la diligenza del buon padre di famiglia e di proseguire con tenacia gli obbiettivi che ci siamo proposto e che erano nel mandato elettorale, convinti che questa sia la strada più utile per la nostra Città.

Tornate in alto

***********************
Domenico Codoni
Domenico Codoni

Politiche per Attività produttive, Agricoltura e Commercio fisso e ambulante; Politiche per il lavoro e per lo sviluppo economico ed occupazionale; Sovrintendenza Sportelli Unici Attività Produttive; Politiche per la promozione del Centro Storico; Smart City ed innovazione; Politiche per la comunicazione istituzionale; Politica gestione rifiuti e rapporti con Chiari Servizi.

***********************

Clicca per ingrandire

INTERVENTO DI 250MILA EURO SULLA TARI

Settembre 2021


A partire dal 2019 ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) è intervenuta nella gestione delle tariffe della raccolta rifiuti introducendo il concetto “chi inquina paga”. L’applicazione del nuovo metodo tariffario ha n impatto molto importante sulle utenze domestiche. Infatti, il nuovo metodo cambia obbligatoriamente il rapporto fra costi fissi e variabili, aumentando la parte di tariffa calcolata sui soli componenti familiari e diminuendo la tariffa calcolata sulla metratura dell’abitazione.Questo nuovo metodo tariffario avrebbe comportato un sensibile aumento delle tariffe in particolare per i nuclei familiari numerosi che abitano in appartamenti medio-piccoli.Tuttavia, a Chiari questo non succederà, grazie all’intervento dell'Amministrazione che hadeciso di intervenire per sostenere le famiglie in un anno difficile, e per scongiurare aumenti alle utenze. L’Amministrazione ha infatti deciso di stanziare 70mila euro, applicando direttamente in fattura il 15% di riduzione della quota variabile su tutte le utenze domestiche. A parità di condizioni le tariffe saranno pertanto in gran parte inferiori a quanto applicato gli scorsi anni, proseguendo la tendenza di diminuire la tariffa agli utenti. Mentre per quanto riguarda le utenze non domestiche si è colta l’occasione per rimodulare le tariffe: sempre applicando il principio “chi inquina paga”, rivedendo i coefficienti di calcolo delle varie categorie e riducendo i quantitativi di rifiuto indifferenziato inclusi in tariffa. Così che anche nel 2021 il contributo per la tariffa rifiuti delle utenze non domestiche è consistente: circa 180mila euro (quasi totalmente finanziati tramite gli importi che lo Stato ha messo a disposizione dei Comuni con il Decreto Sostegni Bis). La percentuale di sconto, direttamente applicata in fattura sarà molto consistente in particolare per le attività maggiormente danneggiate.

Il Piano Economico Finanziario della Raccolta Rifiuti e il relativo Piano Tariffario per l’anno 2021 sono stati approvati dal Consiglio Comunale nella seduta del 30 giugno e gli effetti arriveranno ai cittadini e alle utenze non domestiche direttamente nella fattura a saldo, semplificando al massimo le incombenze burocratiche a carico degli utenti. Il totale dei costi per il servizio di igiene urbana è in linea con i costi degli anni precedenti. Infatti, la tariffa corrispettiva, applicata al Comune di Chiari dal 2016, consente di coprire l’insieme dei costi dell’intero servizio di igiene urbana e di gestione della tariffa. L’Amministrazione comunale, pur condividendo in linea di principio le direttive di ARERA ritiene che, in questo periodo così complesso per le famiglie e le attività produttive, questi provvedimenti debbano essere neutralizzati. Ecco il perché del significato di questi interventi così significativi (per un totale di circa 250mila euro), utilizzando sia risorse del bilancio, che quelle messe a disposizione dal governo con il decreto Sostegni BIs. Inoltre, Chiari Servizi è a disposizione per valutare ogni richiesta di rateizzo; possibilità è evidenziata anche sui documenti di pagamento trasmessi all’utenza. Per ogni informazione gli utenti possono contattare l’Ufficio Tari (tari@chiariservizi.it; 030 712 553 interno 2).

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

MONITORAGGIO DEI FLUSSI VEICOLARI E PEDONALI

Settembre 2021


L’Amministrazione comunale ha avviato un sistema di monitoraggio in tempo reale degli ingressi pedonali e veicolari in centro storico, in collaborazione con A2A Smart City S.p.A, che ha provveduto nei mesi scorsi ad installare 16 sensori, di cui 12 conta persone e 6 per il traffico veicolare. L’obiettivo di questo monitoraggio è molteplice. Da un lato c’è la volontà di creare un report periodico dei dati da condividere con le associazioni di categoria, gli imprenditori che vogliano investire sul centro storico e la cittadinanza, per supportare il commercio locale nel centro storico. Dall’altro ed altrettanto importante, c’è anche
quello di sensibilizzare la cittadinanza in ambito ambientale. Infatti, ora è possibile monitorare in modo più accurato il carico veicolare che in alcuni periodi è decisamente intenso: entrano in centro storico circa 120mila veicoli al mese (sotto le festività anche di più).

Questi dati fanno capire l’importanza - già chiara all’Amministrazione che da tempo lavora su questo tema - di incentivare modi di spostamento alternativi, come la mobilità dolce su tutto il territorio comunale.

Tornate in alto

 

***********************

COMUNE DI CHIARI: RESTIAMO IN CONTATTO

Settembre 2021


Ben 11.412 follower su Facebook e 3307 su Instagram; oltre ai 1697 iscritti del canale WhatsApp INFOCHIARI e le 1389 attivazioni della nostra Municipium APP. Sono questi i numeri importanti che denotano l'impegno costante del Comune di Chiari per un'attiva comunicazione a favore della cittadinanza. L’obiettivo dell’Amministrazione è agevolare sempre di più canali di comunicazione diretti e pratici con la cittadinanza, a tutto vantaggio della collettività.

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

CHIARI SEMPRE PIÙ ECOSOSTENIBILE: PREMIATA AI COMUNI RICICLONI 2020

Dicembre 2020


Per il quarto anno consecutivo il Comune di Chiari si conferma primo tra i Comuni sopra i 15 mila abitanti per percentuale di raccolta differenziata. Un dato importante frutto della preziosa collaborazione della cittadinanza e dell’attenzione posta da operatori ed Uffici per garantire quotidianamente il servizio. Inoltre quest’anno il nostro comune è risultato vincitore nell’ambito dell’evento Comuni Ricicloni 2020 di Legambiente per aver «con costanza, raggiunto elevati livelli di raccolta differenziata monomateriale degli imballaggi plastica sul proprio territorio direttamente conferita a Corepla».

Infatti, Corepla - da sempre partner dell’iniziativa - ha consegnato i premi speciali della categoria Migliore raccolta degli imballaggi in plastica ai Comuni di Chiari (BS), La Maddalena (SS) e Massa Lubrense (NA). Il CdA di Chiari Servizi Srl - Marco Salogni, Alberto Ravelli, Claudia Sbaraini - e l’Assessore Domenico Codoni hanno ritirato il prestigioso riconoscimento. Un ringraziamento a tutta la cittadinanza di Chiari è doveroso. È grazie all’impegno di tutti i cittadini che vengono raggiunti questi importanti risultati a livello nazionale.
Nel 2019 la Regione Lombardia, con una raccolta pro capite di 22,7 kg di imballaggi in plastica, ha registrato un incremento del 9% rispetto all’anno precedente. Tra i tanti Comuni virtuosi che hanno una raccolta pro capite più elevata della media regionale, la scelta è ricaduta sul Comune di Chiari che con una raccolta pro capite di 40 kg è da esempio di come con impegno e dedizione si possano raggiungere risultati importanti. Non a caso, il nostro Comune ha attivato dal 2015 la raccolta porta a porta e dal 2016 la tariffazione puntuale, distinguendosi anche per la qualità della raccolta conferita a Corepla che permette di ricevere più elevati corrispettivi economici da parte del Consorzio.

Tornate in alto

***********************

EFFICIENTAMENTO DEGLI UFFICI: NASCE IL SUAP DELL'OVEST BRESCIANO

Dicembre 2020


È stata approvata in via definitiva la creazione dell’Ufficio SUAP associato tra il Comune di Chiari e il Comune di Urago d’Oglio. Il nuovo Ufficio sovracomunale, che si chiamerà SUAP dell’Ovest Bresciano, è appoggiato anche dalla Camera di Commercio di Brescia, con cui è stata stipulata una convenzione triennale. Il servizio verrà avviato proprio nel mese di dicembre 2020 e il Comune di Chiari sarà l’Ente capofila.

Tornate in alto

***********************

RICOSTRUZIONE ECONOMICA POST PANDEMIA: DAL COMUNE 100MILA EURO PER LE IMPRESE E 250MILA EURO PER AMMORTIZZARE LA TARIP

Dicembre 2020


Investimenti e sgravi fiscali sul centro storico di cui 100mila euro a disposizione delle imprese clarensi e 250mila euro come sconto TARIP. Sono queste le cifre significative sia del bando pubblico realizzato dal Comune di Chiari nell’ambito del progetto Distretti del Commercio per la ricostruzione economica territoriale urbana (per i 100mila euro), sia dall’azione congiunta con Chiari Servizi (sconto TARIP).

Il primo è un bando che intende favorire la ripartenza delle attività economiche: infatti, attraverso il bando vengono stanziati 100mila euro per le micro, piccole o medie imprese del commercio, della ristorazione, del terziario e dell’artigianato, localizzate all’interno del Distretto Urbano del Commercio (DUC) Gustiamoci Chiari. Attraverso i contributi concessi da Regione Lombardia, l’Amministrazione Comunale di Chiari intende sostenere in modo concreto la ricostruzione dell’economia locale, supportando le singole attività commerciali e artigianali dopo l’emergenza sanitaria. I contributi vengono erogati in ordine cronologico di ricezione delle domande,fino ad esaurimento della dotazione finanziaria. Sono ammesse le spese previste sulla base di preventivi e quelle effettivamente sostenute dall’impresa beneficiaria, ritenute pertinenti e direttamente imputabili al progetto e i cui giustificativi di spesa decorrano a partire dalla data del 5 maggio 2020. L’investimento minimo ammissibile (considerato come somma delle spese in conto capitale e delle spese parte corrente) è di 2mila euro, il quale comporta un contributo del 50% (pari a mille euro). Non solo.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

«Risorgimento Digitale»: Chiari unica città bresciana a entrare nel grande progetto di divulgazione TIM

Unica cittadina della provincia di Brescia, Chiari è stata selezionata da TIM per l’Operazione «Risorgimento Digitale»: una serie di corsi che verranno attivati nel 2020 per cittadini, Pubblica Amministrazione e aziende per aumentare le competenze digitali.

Il progetto per 107 Comuni in tutta Italia (uno per ogni Provincia) è stato presentato il 28 ottobre a Roma, vento a cui erano presenti per il Comune di Chiari l’assessore alla Smart City e Innovazione Domenico Codoni ed il consigliere comunale Simone Riccardi.

Chiari si conferma la cittadina di riferimento nella Provincia di Brescia in ambito di innovazione e Smart city; Risorgimento digitale è un importante progetto di inclusione digitale ed è in continuità con i progetti Italia Connessa per la posa della fibra ottica, Lumen e Smart City per l’illuminazione LED e il wireless in centro storico. È naturalmente fonte di grande orgoglio essere stati selezionati da TIM e vedere premiati tutti gli sforzi fatti dall’Amministrazione Vizzardi per recuperare risorse a livello nazionale, non solo pubbliche ma anche private (come in questo caso) per migliorare la vita dei nostri cittadini e tornare ad essere la cittadina di riferimento a livello locale.

Il progetto di TIM vede coinvolti oltre 400 formatori che svilupperanno un programma di 20mila ore di lezione in tutte le 107 province italiane cn l’obiettivo di insegnare Internet e le nuove tecnologie a 1 milione di persone. Nello specifico si tratterà di una serie di momenti formativi sotto forma di corsi dedicati a target diversi: Cittadini, Pubblica Amministrazione e PMI aventi ad oggetto la trasformazione digitale (come cambiano gli uffici pubblici); le garanzie per i diritti digitali, la trasparenza del dato; l’Open Data e l’Intelligenza Artificiale. Per i cittadini meno avvezzi sono previsti anche corsi base per apprendere l’ABC della tecnologia e diventare cittadini di internet.

L’obiettivo è dare impulso al processo di digitalizzazione del Paese, favorendo l’adozione delle nuove tecnologie da parte di un sempre più ampio bacino di cittadini, coinvolgendo associazioni, centri di aggregazione ed incontro territoriali, polisportive e centri anziani, con l’obiettivo di diffondere le competenze digitali necessarie per accedere alle grandi opportunità offerte da Internet; attraverso la pagina web telecomitalia.com/operazione-risorgimento-digitale o il Numero Verde dedicato 800 860 860, è possibile avere dettagli e seguire le tappe del progetto, scoprire i comuni coinvolti e iscriversi ai corsi in aula che si svolgeranno nelle diverse sedi.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

BANDO SUAP 100%: 30mila euro a fondo perduto da Regione Lombardia

Il Comune di Chiari ha aderito al recente Bando “Suap 100%” di Regione Lombardia presentando un progetto per l’efficientamento e la riorganizzazione delle attività dello Sportello SUAP attraverso la realizzazione di una aggregazione nella gestione del servizio con il Comune di Urago d’Oglio.

Sono stati 24 progetti presentati, fra cui - unici nella Provincia di Brescia - quelli del Comune di Chiari e della Comunità Montana della Val Trompia.

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (S.U.A.P.) è uno strumento di semplificazione amministrativa, attivo a Chiari fin dal 1998, che mira a coordinare tutti gli adempimenti richiesti per la creazione di imprese al fine di snellire e semplificare i rapporti tra la Pubblica Amministrazione italiana e i cittadini. Per qualsiasi "vicenda amministrativa" riguardante le attività produttive, il SUAP comunale è il tramite fra l'impresa e tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento.

Le risorse messe in campo consentiranno di migliorare la dotazione a servizio dei competenti uffici comunali, di migliorare ancora una volta il servizi; l’acquisto di nuovi strumenti tecnologici (pc, tavoli interattivi, software e arredi) permetterà di efficientare lo sportello con lo scopo di migliorare il rapporto fra P.A. e imprese, riorganizzando le procedure amministrative.

Chiari si conferma un comune capace di catalizzare notevoli investimenti provenienti dagli enti superiori, nel solco virtuoso dei progetti già avviati in collaborazione con Regione Lombardia come ad esempio “Sto@2020” e l’adozione di politiche innovative come dimostrato con il progetto “IO C’entro!”.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2018

Un nuovo e atteso servizio in citta': da gennaio 2019 la Farmacia Comunale apre la domenica

Grande novità nel servizio offerto dalla farmacia comunale. Infatti, da domenica 13 gennaio 2019, ChiariFarma aprirà anche la domenica, dalle 9 alle 13.
E non è tutto: verrà anche prolungato il servizio durante il sabato, che sempre a partire da gennaio chiuderà alle 19 (anziché alle 18).
Insomma, vi sarà una copertura offerta dal servizio pari a ben 75 ore settimanali.

La decisione è stata presa con la volontà di istituire un servizio e un presidio utile per la cittadinanza anche in una giornata particolare, come è la domenica. In questo modo, si garantirà l’apertura domenicale da ottobre sino a maggio (orario invernale).
Verrà verificato poi nel corso dei prossimi mesi la possibilità di mantenere operativa l’apertura domenicale anche da giugno a settembre (orario estivo).

Inoltre, dal 28 gennaio al 3 febbraio, ci sarà la Settimana della Salute, che culminerà con l’inaugurazione ufficiale dell’attività stessa (sabato 2 febbraio). Durante questa settimana (che si punta a far diventare un appuntamento annuale fisso) saranno presenti numerosi espositori e ci saranno molte iniziative ad hoc. Senza dimenticare le collaborazioni già attive, come la Giornata gratuita dedicata alla Prova dell’Udito (ogni terzo giovedì del mese).

Benché una valutazione complessiva del servizio sarà effettuata ovviamente verso la fine del 2019 (ovvero alla fine di un ciclo completo annuale e dopo l’avvio della seconda stagione invernale), l’attività di ChiariFarma ha da subito riscontrato un crescente interesse da parte degli utenti del vicino Polo Ospedaliero e da parte dei cittadini clarensi: basti pensare che sono stati emessi circa 900 scontrini a settimana.
Ora, dopo una prima fase di start up legata soprattutto all’avvio delle attività, queste nuove decisioni relative agli orari di apertura dell’esercizio andranno a implementare ancora di più l’offerta della farmacia comunale della città.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Luglio 2018

Chiari al primo posto nella classifica 2017 per la raccolta differenziata

Il Comune di Chiari si attesta al 79% di raccolta differenziati dei rifiuti per l’anno 2017, primo fra i Comuni sopra i 15.000 abitanti dell’Ovest bresciano. E riduce le tariffe per il terzo anno consecutivo.

Così le buone pratiche adottate dai cittadini clarensi e le iniziative messe in campo dalla municipalizzata Chiari Servizi hanno permesso di bissare i risultati ragguardevoli già raggiunti nel 2016 e di consolidarli.

Numerose le attività intraprese nel corso dell’anno: tra queste, è stato avviato un importante percorso di educazione ambientale in tutte le scuole di ogni ordine e grado, sono state promosse le stoviglie compostabili per le fiere e le sagre, oltre all’installazione di nuovi contenitori per il recupero degli oli vegetali esausti. Inoltre, sono proseguite le iniziative in collaborazione con i supermercati clarensi per il recupero degli alimenti da distribuire attraverso la Dispensa Solidale, oppure attraverso l’associazione Auxilium.

Per il 2018 è previsto un aumento dei servizi con l’introduzione di un operatore addetto allo spazzamento manuale la domenica, oltre a investimenti in un nuovo automezzo e un nuovo compattatore.

Tornate in alto

***********************

Luglio 2018

Quadre Street Food

Grande successo di pubblico per il festival Quadre Street Food (dal 28 aprile al 1 maggio 2018). Un evento che per il secondo anno consecutivo ha animato il centro storico cittadino con cibo, musica, divertimento per bambini ed eventi collaterali in collaborazione con l’associazione Botteghe di Chiari. Quest’anno il programma è stato infatti caratterizzato dal Quadre Street Shopping (domenica 29 aprile), con negozi aperti e con il mercato (martedì 1 maggio) che si è tenuto eccezionalmente in piazza Martiri della Libertà.

Mercati storici, collocazione nuova.

Un anno fa si inaugurava il nuovo assetto dei mercati storici clarensi, con un buon risultato. A dodici mesi di distanza, il successo è certificato dalla valutazione degli ambulanti stessi (80% di giudizi positivi), dagli operatori del centro storico e soprattutto dagli utenti: dopo un periodo di ambientamento, hanno continuato a frequentare i mercati e si sono aggiunti nuovi clienti, grazie all’affaccio su Piazza Martiri della Libertà. Un obiettivo centrato senza consumare parcheggi e mantenendo i mercati nel cuore di Chiari, garantendo finalmente il rispetto delle norme di sicurezza.

Banner promozionali nelle rotonde del centro storico

Sono stati installati i nuovi banner che promuovono i luoghi più importanti della città: dalla Villa Mazzotti Biancinelli alla Pinacoteca Repossi, dalla Biblioteca Morcelli al Duomo e alla Torre Civica, dalla Seriola Vecchia a Piazza delle Erbe e al complesso Donegani. Un utile strumento che oltre a promuovere la città, consente anche di non lasciare esposti banner di eventi vecchi, mentre il materiale utilizzato garantisce anche una maggiore sicurezza.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Maggio 2018

Dal 7 maggio i lavori di sistemazione di Piazza delle Erbe

Inizieranno lunedì 7 maggio i lavori di sistemazione di Piazza delle Erbe. I lavori riguarderanno la nuova pavimentazione, la rimozione del marciapiede attorno alla fontana e la fornitura di nuove sedute di forma circolare in graniglia di cemento con relativo schienale, come previsto dal progetto degli architetti Salvi, Pecorai e Polci facenti parte dello studio OOPS architettura con sede a Firenze.

Il progetto verrà completato dall'illuminazione led attorno alle sedute e da arredo verde, costituito da vasi e piante di diverse essenze.

La prima fase durerà circa 4 settimane per le opere di pavimentazione, successivamente verranno posizionate le sedute e l’arredo verde.

E’ allo studio anche un sistema di filodiffusione e la predisposizione di un sistema di ancoraggio al suolo di una pianta di grande dimensione per il periodo natalizio, la cui fattibilità verrà verificato in base alle condizioni del sottofondo e dei sotto-servizi successivamente alla rimozione del pavimento esistente.

La piazza avrà una disposizione estiva, completamente pedonalizzata, e una disposizione invernale, dove verranno resi disponibili 6 parcheggi e ridotta la dotazione di vasi ed essenze verdi, con la possibilità di inserire una pianta di grandi dimensioni per il periodo natalizio.

I mesi estivi caratterizzeranno la piazza con diversi eventi serali di carattere musicale e teatrale e di spettacoli di intrattenimento da strada in concomitanza con il mercato del sabato. Il programma completo sarà disponibile all’inizio del mese di giugno.

Il progetto conclude quanto previsto dal programma di mandato, cioè "una maggiore attenzione all’arredo urbano (…), in particolare a Piazza delle Erbe destinata a diventare un’area pedonale, il salotto della città”.

I punti salienti del bando di concorso di idee per l’allestimento / Restyling della piazza:

– l'Amministrazione Comunale di Chiari ha indetto un bando per il concorso di idee per l’allestimento /Restyling di Piazza Erbe approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 68 del 29/05/2017;

– con determinazione dirigenziale n. 276 del 19/06/2017 è stato approvato l’avviso pubblico di manifestazione di interesse per la partecipazione alla fase di preselezione relativa al “Bando di concorso di idee “Allestimento/restyling di Piazza Erbe” - che delle N. 20 richieste di partecipazione n.3 appartengono alla categoria under 30. - le caratteristiche generali dei partecipanti si riassumono in:

n. 10 partecipanti singoli, n. 7 raggruppamenti, n. 2 studi associati, n.1 società, per un totale complessivo di 46 professionisti complessivi, provenienti da diverse provincie italiane: (Lombardia: 8 , Veneto: 1, Piemonte 1, Lazio 1, Toscana 3, Umbria 1, Liguria 2, Emilia Romagna 1, Provincia Autonoma di Bolzano

1) Alla data di scadenza del bando, prevista per le ore 12:00 del giorno 02/10/2017, sono pervenute n.14 buste.

Il 4 dicembre 2017E’ risultata vincitrice la RTP di giovani professionisti contrassegnata con il numero 2, integrata dagli Arch. Antonio Salvi, Arch. Filippo Pecorai e Arch. Francesco Polci facenti parte dello studio OOPS architettura con sede a Firenze;

Nei mesi successivi l’ufficio lavori pubblici del settore Territorio del comune di Chiari si è occupato della progettazione definitiva ed esecutiva secondo le indicazioni del progetto vincitore e le linee guida dell’Amministrazione comunale.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Maggio 2018

Stazione Meteo all'IIS Einaudi

È stata installata la mattina del 5 Maggio 2018 presso l’IIS L. Einaudi una STAZIONE METEOROLOGICA professionale nella vigna didattica, una Davis Vantage Pro 2.

Dal pomeriggio la stazione è online e i dati meteo sono aggiornati 24h su 24h.

Oltre agli studenti la stazione consentirà anche ai cittadini Clarensi di avere dati meteo aggiornati in tempo reale. L’installazione è stata curata dall’Associazione meteopassione.com e finanziata dal comune di Chiari.

Presente per l’amministrazione comunale l’Assessore Domenico Codoni: “Prosegue con questo progetto la collaborazione con il mondo scolastico per la formazione in campo agroalimentare, azione che segue la cessione alla Provincia di Bs dell’area di Via Ricci per l’allargamento del polo stesso e l’avvio del progetto “AgriChiari” per una possibile collaborazione con l’Università di Brescia”.

Soddisfatta per l’installazione anche la Preside dell’Istituto Superiore, Vittorina Ferrari: “un utile strumento che consentirà ai ragazzi dell’indirizzo agrario di analizzare i dati meteorologici in modo completo”.

Erano presenti per l’Associazione “Meteo Passione” Gabriele Paderni, Raffaele Fino e Marco Borgogni.

I dati sono consultabili sul sito Meteopassione.com e tramite l’app Meteopassione su piattaforma Android e iOS.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

Il 26 Ottobre Chiari Servizi e l’Amministrazione Comunale di Chiari in trasferta a Capannori (Lucca) per nuovi spunti sulla gestione dei rifiuti, in uno dei comuni all’avanguardia in Italia in questo settore, sede del centro ricerche “Rifiuti Zero”.

L’assessore Domenico Codoni e il Presidente di Chiari Servizi Marco Salogni hanno incontrato l’Assessore Matteo Francesconi e il direttore di Ascit Roger Bizzarri. Un incontro molto fruttuoso; a Capannori un confronto su tariffe, modalità di raccolta e gestione delle isole ecologiche ma soprattutto con i servizi e le migliorie che si possono adottare in futuro.

Ad esempio è allo studio l’avvio di un servizio per evitare che prodotti e oggetti ancora in buon stato finiscano nei rifiuti; il progetto “DACCAPO” realizzato a Capannori è un ottimo esempio di collaborazione fra comune, municipalizzata e associazioni per attivare un servizio di questo tipo, efficiente e utile alla cittadinanza.

Tornate in alto

***********************

Sportello sto@chiari
Dicembre 2017

In piazza Zanardelli n.14 è attivo dallo scorso giugno lo Sportello Sto@Chiari nell’ambito del progetto cofinanziato da Regione Lombardia. Lo Sportello è un luogo d’informazione, ascolto e incontro dove viene fornita assistenza e informazioni in merito al bando pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto fino ad un massimo di euro 10.000 alle imprese che intendono aprire una nuova attività, recuperando locali sfitti nel perimetro del Centro Storico, mappati anche tramite una nuova piattaforma on-line. L’operatrice dello sportello sarà anche presente sul territorio e si occuperà di collegare il centro storico alle iniziative di carattere nazionale e regionale che si tengono in Villa Mazzotti. L’attività di sportello si svilupperà in due anni e mezzo di lavoro (Giugno 2017 - Marzo 2019) e si inquadra nel più vasto ambito di riattivazione del centro storico “IO C’ENTRO A CHIARI”, attivo dal 2014 con passeggiate collettive, workshop, riusi temporanei degli spazi sfitti sia di breve che di media durata. La promozione del centro storico Clarense è uno dei principali obiettivi di mandato di questa Amministrazione Comunale che ritiene che il ripristino del tessuto economico sia di primaria importanza per mantenere vitale la parte più storica della città.

L’apertura al pubblico è previsto nelle giornate di mercoledì dalle 15 alle 18.

(Dal mese di gennaio 2019 lo sportello sarà aperto tutti i giovedi' dalle  ore 10.00 alle 13.00)
Il recapito telefonico dello sportello è 030 712553 int. 4 (attivo durante l’apertura dello sportello).
L’ufficio può essere contattato anche via email all’indirizzo: stoachiari@comune.chiari.brescia.it

Tornate in alto

***********************

PRO LOCO CHIARI
UN’ASSOCIAZIONE PER LA VALORIZZAZIONE TURISTICA DELLA CITTÀ

Dicembre 2017

Si è costituita nei mesi scorsi la Pro Loco Chiari. L’oggetto di questa nuova associazione è quello di operare per organizzare turisticamente la città di Chiari proponendo tutte quelle iniziative atte a tutelare e valorizzare il patrimonio culturale, storico-monumentale ed ambientale, attivando ogni possibile forma di collaborazione con enti pubblici e privati. L’associazione ha anche come obiettivo quello di promuovere e organizzare iniziative ed eventi che servano ad attirare e rendere più gradito il soggiorno dei turisti a Chiari, la qualità della vita dei residenti e più in generale di sensibilizzare la popolazione residente nei confronti del fenomeno turistico. Come prima iniziativa la Pro Loco Chiari ha organizzato lo scorso 10 agosto in Piazza Zanardelli la “CENA SOTTO LE STELLE” che ha avuto uno straordinario successo con oltre 1000 partecipanti.

Per chi volesse avere informazioni si ritrovano ogni martedì sera alle 20,30 in Piazza Zanardelli 14 oppure Scrivere a infoprolocochiari@yahoo.it

Tornate in alto

***********************

Nuovo sito web
Dicembre 2017

È ONLINE IL NUOVO SITO WEB DEL COMUNE

È online da inizio luglio il nuovo sito web del Comune di Chiari www.comune.chiari.brescia.it.

Un sito al passo coi tempi sia dal punto di vista grafico che dei contenuti e dei servizi.

Con un’usabilità migliorata e un’impostazione grafica “responsive” che può essere utilizzata anche con smartphone e tablet.

Un’altro progetto dell’Amministrazione Comunale che viene portato a termine, un programma che si arricchirà nel prossimo futuro di nuovi servizi e contenuti.

Tornate in alto

***********************
Clicca per ingrandire

Attivo lo Sportello Sto@Chiari. Progetto cofinanziato da Regione Lombardia

Novembre 2017

In piazza Zanardelli n.14 è attivo lo Sportello Sto@Chiari, inaugurato nell’ambito del progetto cofinanziato da Regione Lombardia.
Lo Sportello è luogo d’informazione, ascolto ed incontro dove un’addetta fornirà assistenza e informazioni in merito:
- al bando pubblico per la concessione di contributi a fondo perduto fino ad un massimo di € 10.000 alle imprese che intendono aprire una nuova attività, recuperando locali sfitti nel perimetro del Centro Storico, nell’ambito del progetto Sto@Chiari
- alla serie di iniziative a sostegno dell’impresa promosse dai partner del progetto Sto@Chiari (formazione gratuita, accesso al credito, informazioni su agevolazioni e opportunità per le attività economiche).
Sportello Sto@Chiari
Piazza Zanardelli n.14
orari di apertura al pubblico
Mercoledì e Giovedì : dalle ore 15.00 alle 18.00
e-mail: stoachiari@comune.chiari.brescia.it
Numero di telefono: 030/712553 selezionare n.4

BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE CHE INTENDONO APRIRE NUOVA ATTIVITÀ, RECUPERANDO LOCALI SFITTI NEL PERIMETRO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTÀ DI CHIARI, NELL’AMBITO DEL PROGETTO STO@CHIARI

Documento .pdf Downolad del bando

A chi è rivolto
Micro e PMI del commercio, del turismo, dell’artigianato e dei servizi per l’apertura di nuove attività artigianali, di vendita, turistiche o di servizi nei locali sfitti situati all’interno del perimetro del Distretto Urbano del Commercio “Gustiamoci Chiari”, la cui perimetrazione coincide con il perimetro del Centro Storico.

Importo contributo
Le stanziamento complessivo destinato ai soggetti privati, quale contributo a fondo perduto, ammonta a complessivi Euro 30.000,00, finanziato dalla Regione Lombardia con D.d.u.o. del 29 giugno 2016 - n. 6153.
Verrà concesso un contributo a fondo perduto FINO A € 10.000,00 pari al 54,54% delle spese ammissibili.

Termine per la presentazione della domanda
La domanda di concessione del contributo, dovrà essere inviata entro le ore 12.00 del giorno 30/06/2018.

Partner del progetto Sto@Chiari:

Associazione Botteghe di Chiari
Associazione Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale
Associazione Confcommercio Brescia
Associazione Confesercenti della Lombardia Orientale

Partner del progetto Sto@Chiari

Novembre 2017

Tornate in alto

***********************
Clicca per ingrandire

STO@CHIARI. UNA PROPOSTA PER LA RISCOPERTA DEL CENTRO STORICO E LA VALORIZZAZIONE DEL COMMERCIO DI VICINATO.

Giugno 2017


Il progetto STO@CHIARI si svilupperà in due anni e mezzo di lavoro (Giugno 2017 -Marzo 2019) e vedrà all’opera commercianti, artigiani, artisti, esperti di riuso e di marketing territoriale, architetti e designers, imprenditori e nuovi addetti allo Sportello Sto@Chiari per il riuso temporaneo di spazi sfitti come spazi per il commercio e la manifattura 4.0.

Come previsto dal Bando di Regione Lombardia, il progetto è suddiviso in 3 Aree di intervento: Area 1 che prevede la promozione e gestione della ricollocazione di spazi commerciali e artigianali di servizi sfitti, con l’apertura del primo Sportello per il riuso temporaneo a scala nazionale. Lo sportello sarà il luogo d’informazione, ascolto ed incontro con la cittadinanza, aperto 2-3 pomeriggi alla settimana. Una nuova mappatura cartacea e on-line che permetterà di conoscere spazi sfitti e bandi aperti per il riuso; Area 2 che prevede dei bandi per la ristrutturazione degli spazi commerciali sfitti o dismessi e interventi volti a migliorare la funzionalità, l’accessibilità e l’impatto visivo delle aree attigue ad uso pubblico; Area 3 di animazione e marketing che prevede passeggiate ed incontri pubblici con esperti, la promozione di un kit clarense e piattaforma web.

Per quanto riguarda l'Area 2 il Comune di Chiari ha ricevuto da Regione Lombardia un finanziamento di 30.000 euro a fondo perduto da destinare ad attività che apriranno in centro storico utilizzando spazi sfitti e 10.000 euro per la riqualificazione di Piazza delle Erbe, quale nuovo salotto della città, luogo di aggregazione e socializzazione.

“Una risposta coraggiosa, corale e senza precedenti da parte di 19 Comuni lombardi, che insieme alle associazioni delle imprese, alle Camere di Commercio e agli altri partner locali hanno colto nel nostro bando un’opportunità per rilanciare i propri centri urbani e combattere la desertificazione commerciale”. Così Mauro Parolini, assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia, parla al Comune di Chiari e ai Comuni lombardi beneficiari del bando STO@ 2020 – Successful Shops in Towncenters Through Traders, Owners & Arts Alliance, iniziative di innovazione a sostegno e rilancio delle attività del commercio e dell’artigianato di servizi in aree urbane attraverso il recupero di spazi sfitti.

E con orgoglio risponde l’Assessore Domenico Codoni “La promozione del centro storico Clarense è uno dei principali obiettivi di mandato di questa Amministrazione Comunale. Riteniamo che il ripristino del tessuto economico sia di primaria importanza per mantenere vitale la parte più storica della città. Per questo motivo siamo molto soddisfatti del finanziamento ricevuto da Regione Lombardia che ci consente di poter distribuire contributi diretti agli operatori che scommetteranno sulla riapertura di negozi sfitti. L’iniziativa si inserisce nel progetto IO C’ENTRO! A CHIARI, avviato da fine 2014, che ha permesso l’attivazione temporanea di negozi sfitti e iniziative di carattere innovativo, focalizzando l’attenzione sul centro storico. Il punto principale del progetto Sto@Chiari sarà un vero e proprio Sportello del Riuso in Piazza Zanardelli, con un operatore che sarà anche presente sul territorio informando i soggetti economici che vorranno aprire una nuova attività e che permetterà di collegare il centro storico alle iniziative di carattere nazionale e regionale che si tengono in Villa Mazzotti.”

Il progetto è sviluppato in collaborazione fra il Comune di Chiari, Assessorato al Commercio e Sportello SUAP, l’Associazione Botteghe di Chiari, l'Associazione Temporiuso.net con gli esperti di riuso temporaneo del Politecnico di Milano e le associazioni di categoria Confesercenti, Confartigianato e Confcommercio.

Tornate in alto

***********************
Clicca per ingrandire

Aprile 2017

Dal 2 marzo 2017 a Chiari i mercati storici si rinnovano

Il più antico mercato cittadino è quello del giovedì, documentato già a partire dal 1406 con la conferma di Carlo Malatesta di questo antico privilegio dei “Chiaresi”. Nel 1519, cioè quasi cinquecento anni fa, la Repubblica Veneta concedeva alla comunità Clarense altri privilegi, fra cui la possibilità di fare mercato anche nelle giornate di martedì e sabato. Da qui la nascita di una caratteristica unica della nostra cittadina con
ben tre mercati settimanali, a cui si aggiunse successivamente il mercato del pesce del venerdì. Il cinquecento vede peraltro Chiari come uno dei principali centri del mercato delle sete della provincia.
I luoghi deputati al mercato sono stati molti nel corso degli anni: dalle Piazze centrali, Zanardelli e delle Erbe, al ring interno fino all’utilizzo di tutti gli slarghi presenti nel centro storico, con mercati specifici del lino, dei polli, della legna, del bestiame, delle biade , degli alimenti, dei panni e delle pellicce. Il rientro nel centro storico del mercato dopo i lavori di sistemazione di Piazza Zanardelli e il posizionamento temporaneo in Viale Cadeo aveva dovuto fronteggiare diverse problematiche, scaturite in una sistemazione provvisoria in via De Gasperi di numerosi banchi, soluzione che non garantiva adeguata sicurezza e non migliorava l’ordine dei banchi nelle piazze. L’assessorato alle attività produttive con il dirigente del settore e l’ufficio SUAP hanno affrontato un iter molto articolato durato diversi mesi in collaborazione con i rappresentanti degli ambulanti, degli esercenti in sede fissa e dei consumatori per decidere una soluzione definitiva alle problematiche evidenziate. Gli obiettivi dell’amministrazione sono stati palesati nei vari incontri in 4 punti ben precisi:
1) lasciare i mercati nel centro storico ed in particolare in Piazza Zanardelli,
2) non intaccare i parcheggi esistenti,
3) rendere più ordinati i mercati e ripristinarne i percorsi di sicurezza,
4) rendere più visibili i mercati stessi a chi non frequenta il centro storico.
Nel corso dei mesi scorsi l’ufficio tecnico ha analizzato gli spazi disponibili in varie zone del centro storico. Si sono rese necessarie numerose prove con la collaborazione degli ambulanti, accogliendo e provando anche proposte diverse da quelle identificate dagli uffici comunali. La soluzione trovata e approvata da tutti gli interessati è stata quella di diradare i posteggi presenti in Piazza Zanardelli, eliminare quelli di Piazza delle Erbe in vista di un utilizzo diverso della stessa, ed estendere i mercati verso Piazza Martiri della Libertà attraversando Via Villatico in modo da rendere maggiormente visibili i mercati anche per chi non accede al centro storico. I nuovi mercati rinnovati partono da Via Garibaldi per arrivare fino alle porte del Municipio, in Piazza Martiri della Libertà, luogo storico dei mercati Clarensi. Una iscrizione di inizio ottocento di Stefano Antonio Morcelli presente a sud ovest sull’edificio della Rocca riporta infatti: “Per favorire il popolo clarense e la cosa pubblica e al fine di condividere i commerci con le popolazioni confinanti, i nostri antenati istituirono un mercato trisettimanale nella piazza; i nipoti istituirono, fuori dalla città, un mercato bisettimanale per il bestiame e per i prodotti alimentari.” Si risolve in questo modo una situazione precaria iniziata nel 2011 e durata quasi sei anni. La nuova conformazione del mercato e l’aumento delle superfici utilizzate dagli ambulanti consentirà fra l’altro un aumento del gettito della tassa di occupazione suolo pubblico di circa 10.700 euro annui, rispetto ai 35.900 euro attuali.

Clicca per ingrandire

Tornate in alto

***********************
Chiara Facchetti
Chiara Facchetti

Politiche ambientali; Politiche per la promozione della Città; Politiche culturali e Rapporti con Enti, Associazioni e Istituzioni Culturali; Politiche Giovanili e Gemellaggi.

***********************

Clicca per ingrandire

LA CITTÀ DI CHIARI È LA PRIMA CAPITALE ITALIANA DEL LIBRO
Settembre 2021

L’assegnazione del titolo di Prima Capitale Italiana del Libro alla Città di Chiari resterà per sempre uno dei massimi traguardi culturali della nostra comunità: un evento che passerà alla storia. Il riconoscimento ha evidenziato che anche nei mesi più duri del lockdown, Chiari ha trovato proprio nella lettura, compiuta attraverso i canali social dell'Amministrazione comunale, uno degli strumenti per sostenere la comunità. Un'esperienza che può diventare un modello e dalla quale sono nate tantissime iniziative tuttora in corso.

L'Amministrazione comunale insieme alla città sta lavorando per diffondere la bellezza e l'importanza della lettura capillarmente sul territorio, soprattutto nei luoghi non tradizionalmente e convenzionalmente deputati a questo scopo. Ed è così che si sono creati binomi interessanti, come lettura e sport: strumenti per eccellenza di crescita personale e di comunità e di educazione, arrivando a persone e in contesti più disparati, guidati dalla consapevolezza che la crescita socio-culturale avvenga attraverso la diffusione della lettura, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Insomma, tante iniziative con l’unico obiettivo i rendere la lettura protagonista, per rendere libri e lettura parte del desiderio quotidiano dei cittadini.

A valorizzare questo grande traguardo, la partecipazione del Comune di Chiari e della Rassegna della Microeditoria al dibattito sui Patti Locali per la Lettura organizzato dal Centro per il Libro e la Lettura all'interno del Festival Taobuk e il recente “passaggio di testimone” alla città di Vibo Valentia ,nominata Capitale del Libro 2021. L’invito è per tutti di continuare a seguire le numerose iniziative realizzate per celebrare questo straordinario traguardo e non perdere l’occasione di vivere un grande momento storico della nostra città.

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

POLITICHE GIOVANILI: TANTI SERVIZI E PROGETTI PER I GIOVANI CLARENSI
Settembre 2021

Nonostante le difficoltà dovute alla pandemia tuttora in corso, l'Amministrazione di Chiari non ha mai voluto far mancare il proprio sostegno ai giovani della città, con tante iniziative dedicate per coinvolgere gli adolescenti e i giovani adulti clarensi, offrendo occasioni di aggregazione e favorendo la creatività ed il protagonismo giovanile. Spazio Giovani, Educativa Territoriale, Informagiovani, Bando Pensogiovane, Piano Giovani, Progetto “Abitare: Una Casa Da Ragazzi!” e Project Work con l'istituto Einaudi sono alcuni dei servizi e dei progetti presenti nel Comune di Chiari.

Uno dei servizi implementati subito dopo l'ultimo lockdown è il servizio di Educativa Territoriale, una delle attività svolte da Giulia e Francesco, gli educatori delle Politiche Giovanili del Comune di Chiari: un servizio rivolto agli adolescenti e preadolescenti all’interno del territorio urbano. Si svolge nei parchi, nelle stazioni e in tutti i luoghi informali in cui i ragazzi si incontrano, trascorrono del tempo, crescono e si costruiscono una loro identità. L'intervento affianca ai ragazzi i giovani adulti competenti che offrono modelli e valori significativi con i quali potersi confrontare per promuovere il protagonismo giovanile, favorire
l’integrazione dei giovani nel contesto sociale, attivare un pensiero critico, promuovere l’ascolto e il confronto tra pari e supportare i ragazzi nelle piccole e grandi difficoltà che la crescita porta con sé.

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

STOP ALLA PROLIFERAZIONE INCONTROLLATA DEI PICCIONI
Settembre 2021

Sono stati commissionati dal Comune ed eseguiti i lavori per evitare lo stazionamento e la proliferazione dei volatili nella Torre Civica. L’Amministrazione, ottenuto il nulla osta alla Soprintendenza dei Beni archeologici e delle Belle Arti di Brescia e Bergamo, ha avviato gli interventi sulla torre, dove nei 180 fori pontai i colombi di città avevano trovato un habitat molto conveniente alla loro proliferazione. Il Comune ha perciò avviato il progetto di pulizia e chiusura
dei fori (tramite apposita rete di nylon), così da impedire che i piccioni (e il loro guano) popolino uno dei luoghi chiave della città. Un intervento che fa parte dello schema generale per lo stop allo proliferazione incontrollata dei piccioni, nel quale anche i cittadini sono chiamati a fare la propria parte – come da ordinanza sindacale – provvedendo alla manutenzione ordinaria e alla pulizia degli immobili di proprietà.

Insieme possiamo concorrere al miglioramento del decoro urbano e del nostro centro storico.

Tornate in alto

 

***********************

Clicca per ingrandire

CHIARI: PRIMA CAPITALE ITALIANA DEL LIBRO
Dicembre 2020

Chiari Capitale italiana del Libro 2020! Questo il messaggio di gioia che più volte è stato ricordato durante la Rassegna della Microeditoria 2020, che quest’anno si è tenuta dal 13 al 15 novembre in un’edizione tutta online nel rispetto delle misure di sicurezza.
Nonostante la distanza imposta dal digitale, non sono mancate energia ed entusiasmo, che invece ci hanno accompagnato nella tre giorni ormai conosciuta a livello nazionale, insieme a contenuti di grande qualità e spessore, presentazioni di libri, dialoghi e riflessioni sempre profonde e mai banali.

Essere la prima Capitale italiana del Libro è un riconoscimento e una soddisfazione sia per la Rassegna della Microeditoria che per tutta la Comunità clarense, per il nostro territorio e per un lavoro di squadra che viene da lontano. La Microeditoria è cresciuta grazie al rapporto con la città di Chiari, e Chiari e i suoi cittadini sono cresciuti grazie alla Microeditoria, in una relazione di arricchimento reciproco avvenuto in questi 18 anni; una collaborazione costante e continuativa che negli ultimi anni si è consolidata e arricchita notevolmente, diventando «un modello» nel panorama italiano, come dichiarato dal Ministro ai Beni Culturali Dario Franceschini.

Se Chiari ha ottenuto questo prestigioso titolo è grazie all’impegno e alla sensibilità di tutta la nostra città, che con le sue numerose agenzie e attività culturali promuove con convinzione la lettura e la diffusione della cultura del libro come strumento di crescita critica, di indipendenza e di libertà, quotidianamente e tutto l’anno, da tanti anni. La notizia del generoso finanziamento di 500milaeurofinalizzatoallapromozionedella lettura inoltre ci rende ulteriormente felici e lavoreremo affinché questi fondi vengano investiti per creare delle infrastrutture culturali strategiche per lo sviluppo del nostro territorio e per il consolidamento della sua identità così storicamente caratterizzata da una vocazione culturale.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

NASCE IL SITO WEB «QUADERNI CLARENSI»
Dicembre 2020

Diffondere l’interesse per la storia di Chiari, appassionarsi alla ricerca storica e evidenziare l’importanza delle fonti sono gli obiettivi del nuovo sito web di Quaderni Clarensi www. quaderniclarensi.it volute e commissionato dall’Assessorato alla Cultura.

Il sito ad hoc per la promozione degli studi storici dedicati alla città di Chiari è stato restaurato nella forma, con una veste grafica moderna e di facile utilizzo per tutti - intende esattamente raggiungere questo obiettivo: diffondere l’interesse per la storia clarense, attraverso un linguaggio comprensibile e divertente, pur mantenendo integro il messaggio e il contenuto per suscitare quella curiosità creativa soprattutto nei giovani che attraverso il sito possono appassionarsi alla ricerca storica.

Un risultato reso possibile dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e il Gruppo di Ricerca Storica CLIO, coordinato dal prof. Mino Facchetti: infatti, già nel 2018 era stata stipulata una convenzione tra il Comune di Chiari e il Gruppo Clio per diffondere l'interesse per la storia di Chiari e ora lo strumento del nuovo sito internet è diventato realtà. Oltre al sito web, la storia di Chiari è raggiungibile anche sui social: Quaderni clarensi ha oggi una pagina facebook dedicata @QuaderniClarensi e un profilo Instagram quaderni_clarensi.

Tornate in alto

***********************

BONIFICA DEL GAS RADON, A TUTELA DELLA SALUTE PUBBLICA
Dicembre 2020

La Giunta comunale nei mesi scorsi ha deciso di approvare il progetto per un sistema di ventilazione meccanica controllata, al servizio del piano terra dell’edificio municipale in piazza Martiri della Libertà, che sarà finalizzato principalmente alla riduzione dell’immissione di gas radon negli ambienti. L’impianto mitigherà l'effetto del gas e migliorerà le condizioni microclimatiche sia per i dipendenti comunali che per i cittadini che accedono alla casa comunale. Un intervento per il quale l’Amministrazione ha stanziato circa 51mila euro. Altri interventi simili verranno effettuati anche all’asilo nido, alla scuola Morcelli e alla scuola San Giovanni.

Il Comune di Chiari è uno dei pochi Comuni ad aver avviato un progetto serio di monitoraggio del gas radon e ad intervenire di conseguenza per migliorare le condizioni di salubrità degli ambienti che ne sono interessati: ne siamo molto orgogliosi, si tratta di un’azione importante di tutela della salute pubblica.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

Gestione randagismo e colonie feline

Il contenimento del randagismo dei cani e dei gatti è da sempre tra le priorità (stabilita anche dalla legge) del Comune ed è questa la sua principale competenza in materia, la quale muove l’operato degli uffici comunali che ambiscono a svolgere questa sua importante funzione nella maniera migliore possibile sia per gli animali, sia per la collettività.

Del resto, nel tempo è cambiato l’atteggiamento delle persone nei confronti degli animali, soprattutto nei confronti di cani e gatti, considerati animali da compagnia per eccellenza, e sempre più persone hanno prestato assistenza sul territorio nei confronti di questi animali, volontariamente, quotidianamente e gratuitamente anche in forma libera, cioè al di fuori di forme associative, senza pubblico riconoscimento, né sostegno economico.

L’Amministrazione Comunale ha il compito di promuovere, tra le altre, anche queste forme spontanee di partecipazione dei singoli cittadini alla gestione della cosa pubblica, considerando che il fine è soddisfare esigenze della comunità, ovvero la tutela dal randagismo.

Così, anche per il 2019 il Comune ha invitato il Rustico Belfiore a partecipare alla gara per la gestione del servizio per il contenimento del randagismo di cani e gatti; il Rustico ha partecipato e vinto, ma poi ha deciso in piena autonomia di non assumere il servizio. Per questo motivo, considerando che – come detto – la priorità del Comune è quella di contenere il randagismo a tutela tanto degli animali, quanto della collettività, si è deciso di ottimizzare il servizio e di dividere il bando in due: uno specifico per i cani e l’altro per i gatti.

Così, a fine Agosto 2019 è stato affidato al Rustico Befiore unico operatore invitato alla gara, il servizio per il contenimento del randagismo e la tutela dei cani.

Nel caso della gestione delle colonie feline, invece, avendo altresì appreso dalla stampa che il Rusico Belfiore non sarebbe stato più disponibile a proseguire il servizio nei confronti dei gatti, sono state invitate due realtà al bando di gara (il Rustico Belfiore e l’Associazione Balzoo-Banco Italiano Zoologico Onlus): la seconda è stato l’unico operatore ad avere presentato offerta e disponibilità ad eseguire il servizio per un anno, sino a settembre 2020. L’Associazione Balzoo-Banco Italiano Zoologico Onlus, operante già nel Comune di Brescia e nel bresciano, si propone come esclusivo perseguimento l’assistenza agli animali abbandonati seguendo la tradizione Cristiana di San Francesco e conta a Chiari già diversi volontari che si prendono cura delle colonie feline sul territorio clarense.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

PULIAMO CHIARI

Il 21 e 22 Settembre anche Chiari ha preso parte alla grande azione collettiva di “Puliamo il mondo”, una manifestazione d'amore e rispetto per la propria città partita dal basso e che anche a Chiari ha visto protagonisti soprattutto bambini e giovani. L’iniziativa è stata realizzata con il coordinamento dell’Associazione Legambiente-Circolo ChiariAmbiente Ovest Bresciano e Chiari Servizi e la collaborazione del Comune di Chiari, CAI, Azione Cattolica, Scout e Scuole primarie di Chiari. Durante la giornata di “Puliamo il Mondo” di domenica 22 settembre sono stati raccolti 15 sacchi di imballaggi in plastica, 5 sacchi di vetro e lattine, 4 sacchi di carta e cartone che Chiari Servizi ha avviato al riciclo negli impianti di destino.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2019

MICROEDITORIA

Anche quest’anno la Rassegna della Microeditoria è stato un grande successo di pubblico e di visitatori, attratto da una proposta culturale ispirata al cinquantenario dello sbarco sulla luna, intitolata infatti “Dal sogno alla luna”.

Fate largo ai sognatori… Il sogno e l’obiettivo dell’Assessorato è che attraverso queste occasioni si possa anche portare beneficio a tutta la città.

La rassegna della Microeditoria è infatti anche occasione per godersi la cittadina di Chiari, per passeggiare tra le sue storiche e affascinanti vie e occasione per proporre un’offerta che possa attrarre un turismo diffuso, sostenibile e rispettoso; è in quest’ottica che quest’anno l’Amministrazione comunale si è impegnata per fornire i mezzi e le occasioni per poter sviluppare un vero intreccio tra la Microeditoria e il centro storico, le realtà culturali clarensi ma anche le attività economiche presenti sul nostro territorio.

È stato, infatti, messo a disposizione dall’Amministrazione comunale un bus navetta attivo sabato e domenica pomeriggio per collegare la stazione FS con la manifestazione in Villa Mazzotti con il centro storico, dove alcuni bar e negozi hanno organizzato colazioni, merende, the e aperitivi con poeti e scrittori; nella giornata di domenica è stata proposta una passeggiata turistico-culturale in centro, con partenza da villa Mazzotti Biancinelli, che si è snodata nelle strade clarensi per arrivare alla Fondazione Biblioteca Morcelli Pinacoteca Repossi, toccando i principali luoghi e monumenti civili e sacri della nostra città.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2018

La Casa della Musica diventa realtà: nuova sede condivisa in vicolo Pace

È stata inaugurata la Casa della Musica: importante progetto, frutto di un percorso intrapreso nel 2015 dall'Amministrazione Comunale con le associazioni musicali clarensi, al fine di favorire il dialogo e la collaborazione.
Infatti, è emersa l'importanza della vicinanza anche fisica tra le associazioni e ci si è impegnati affinchè giungesse a compimento un'idea già abbozzata in precedenza: ovvero, l'unificazione delle associazioni musicali sotto lo stesso tetto. Una piccola, ma importante rivoluzione di prospettiva a cui hanno aderito il Corpo bandistico «G.B Pedersoli», il Coro Polifonico e la Piccola Accademia di San Bernardino. La nuova realtà è stata aperta ufficialmente lo scorso 7 ottobre.

Per far si che i locali del complesso di vicolo Pace potessero accogliere al meglio le tre realtà musicali, l'Amministrazione ha operato interventi e migliorie sull'esistente per circa 50mila euro. In questo modo, ogni associazione gode di spazi di segreteria, aule prova, archivio e magazzino, mentre vi sono degli ambienti comuni che potranno essere utilizzati per progetti condivisi.
Insomma, insieme a un nuovo spazio è nato anche un nuovo corso per le nostre associazioni musicali, alle quali rivolgiamo un sentito ringraziamento sia per aver creduto insieme a noi nella bontà di questo progetto, sia per essersi messe in gioco e per aver scommesso sull'importanza di fare rete: consapevoli che a volte la convivenza non è semplice, ma anche che l'unione fa la forza.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Giugno 2018

“ScattiChiari:Aria di Paese”. Un concorso fotografico per il 40esimo del Palio delle Quadre

In occasione della quarantesima edizione del Palio delle Quadre l'Amministrazione Comunale in collaborazione con le associazioni FLASH9emezzo LAB C.P.S Rovato, Juna e OCC- Officina Creativa Clarense promuove il concorso fotografico “ScattiChiari: Aria di Paese”.
“Aria di Paese” è un'antologia curata dal poeta e saggista clarense Lento Goffi, nata dall'intento di accogliere in un solo volume tutti i testi di Agostino Turla che hanno come sfondo «la parrocchia dei Santi Martiri Faustino e Giovita».
"Aria di Paese” è un'antologia curata dal poeta e saggista clarense Lento Goffi, nata dall'intento di accogliere in un solo volume tutti i testi di Agostino Turla che hanno come sfondo «la parrocchia dei Santi Martiri Faustino e Giovita». "Aria di paese" è presente nella Biblioteca Fausto Sabeo in numerose copie disponibili al prestito e prenotabili anche online.
I partecipanti, partendo da alcune suggestioni dell'opera, saranno invitati a presentare immagini fotografiche che raccontano la città di Chiari e le peculiarità che la caratterizzano sotto il profilo sociale, storico, culturale e paesaggistico.
Gli “ScattiChiari” verranno valutati da una giuria qualificata che vaglierà le opere partecipanti e sceglierà 40 fotografie -come le candeline che spegnerà quest'anno il Palio delle Quadre- le quali andranno a comporre la mostra che verrà allestita presso il Museo della Città in occasione della settimana del Palio.
Il concorso fotografico sarà un'occasione per scoprire, o rispolverare una lettura che parla della nostra città e delle nostre tradizioni, per approfondire la conoscenza di un personaggio illustre nel sessantesimo anniversario della sua morte e per sbizzarrirsi a raccontare Chiari con la fotografia.
Pronti a scattare?

 

CONCORSO FOTOGRAFICO - ScattiChiari: Aria di Paese

organizzato da

FLASH9emezzo LAB C.P.S. Rovato
Associazione OCC - Officina Creativa Chiari
Associazione Juna

Obiettivi:

I partecipanti, partendo da alcune suggestioni dell'opera “Aria di Paese” - antologia curata dal poeta e saggista clarense Lento Goffi, nata dall'intento di accogliere in un solo volume tutti i testi di Agostino Turla che hanno come sfondo «la parrocchia dei Santi Martiri Faustino e Giovita»- (ALLEGATO E: Biografia Agostino Turla e Scheda Aria di Paese), sono invitati a presentare immagini fotografiche che raccontano la città di Chiari e le peculiarità che la caratterizzano sotto il profilo sociale, storico, culturale e paesaggistico.
Il concorso fotografico sarà un'occasione per scoprire o rispolverare una lettura che parla di Chiari e delle sue tradizioni, per approfondire la conoscenza di un personaggio illustre nel sessantesimo anniversario della sua morte e per sbizzarrirsi a raccontare Chiari con la fotografia.

Tema

Aria di Paese. Suggestioni dall’opera “Aria di Paese” di Agostino Turla.

I partecipanti sono invitati alla lettura dell’opera citata. In ogni caso è a disposizione una selezione di passi dall’opera stessa (Allegato D: ARIA DI PAESE Citazioni).

Partecipanti
La partecipazione è gratuita e aperta a tutti senza limiti d’età.
Per i partecipanti minorenni è necessaria un’autorizzazione e una dichiarazione da parte di esercente la responsabilità genitoriale.

Modalità di partecipazione
La partecipazione al concorso avviene mediante invio on-line all’indirizzo elettronico scattichiari@gmail.com di:
- scheda di partecipazione (Allegato A)
- n. massimo di 3 fotografie
inedite
in bianco e nero e/o a colori
in formato digitale (no pdf o png). Sono esclusi fotomontaggi
risoluzione consigliata per stampa: 300 dpi / 3000 px lato lungo
inquadratura sia verticale che orizzontale
i file inviati devono essere corredati da una scheda descrittiva (Allegato B) e numerati da 1 a 3 in corrispondenza della propria scheda di riferimento
- una liberatoria (Allegato C) per le fotografie che ritraggono persone.

Scadenza
Il materiale dovrà essere inviato improrogabilmente entro il 22 luglio 2018 alle ore 12.00 all’indirizzo mail sopra indicato.

Giuria
Una giuria qualificata che avrà al suo interno sia esperti di fotografia che conoscitori della storia clarense e del testo “Aria di Paese” in grado di verificare la coerenza soggetto fotografico - citazione addotta e la cui composizione sarà resa nota sul sito web del Comune di Chiari, vaglierà le opere partecipanti e sceglierà le 40 fotografie da esporre presso il Museo della Città di Chiari.
Gli Organizzatori provvederanno alla stampa delle fotografie da esporre.
Il giudizio della giuria sarà insindacabile e inappellabile.

Premi
Il concorso prevede l’assegnazione dei seguenti premi:
- 1° classificato: cofanetto regalo smartbox del valore di € 200,00 (euro duecento/00)
- 2° classificato: cofanetto regalo smartbox del valore di € 100,00 (euro cento/00)
- 3° classificato: cofanetto regalo smartbox del valore di € 50,00 (euro cinquanta/00)
Tutte le opere selezionate ed esposte, al termine della mostra, saranno donate agli autori.
I premi dovranno essere ritirati dai vincitori in persona o da persona delegata per
iscritto.

Programma mostra
Durante la settimana del 40° Palio delle Quadre della Città di Chiari, da domenica 2 a sabato 8 settembre 2018, sarà allestita l’esposizione delle opere selezionate presso il Museo della Città di Chiari – Piazza Zanardelli, 14 .
L’inaugurazione della mostra è prevista per sabato 1 settembre 2018 alle ore 18.00. Al termine della stessa avverrà la cerimonia delle premiazioni.

Modifiche
Gli Organizzatori si riservano il diritto di decisione per quanto eventualmente non contemplato nel presente bando
Iscrivendosi al concorso, i partecipanti accettano incondizionatamente quanto indicato nel presente bando.

Allegati

Documento .pdf Bando
Documento .pdf Allegato A - scheda di partecipazione (Documento Microsoft Word Allegato A -Documento Microsoft Word)
Documento .pdf Allegato B - scheda dati della fotografia (Documento Microsoft Word Allegato B - Documento Microsoft Word)
Documento .pdf Allegato C - modulo liberatoria (Documento Microsoft Word Allegato C - Documento Microsoft Word)
Documento .pdf Allegato D - ARIA DI PAESE Citazioni
Documento .pdf Allegato E - Biografia Agostino Turla e Scheda Aria di Paese
Documento .pdf Bando e tutti gli allegatii

Info
Il bando e i relativi allegati sono scaricabili nella sezione Progetti nella parte dedicata all'Assessorato alle Politiche culturali.
E-mail: scattichiari@gmail.it
Tel. 3334821578 Celestino

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Giugno 2018

R-Estate in Centro

Ritorna il #MercatoAnimato! Intrattenimento con artisti di strada: giocolieri, acrobati, mangiafuoco coinvolgeranno bambini e adulti animando il sabato mattina.
Luglio. Si accenderanno le luci su Piazza Erbe per la seconda edizione della rassegna CantaStorie: letture, spettacolo e teatro-canzone. Tutto ciò al fine di animare e rendere maggiormente vivo il nostro bellissimo centro storico.

Tornate in alto

***********************

Giugno 2018

Interventi in campo

Il 27 aprile il Consiglio Comunale ha approvato la quarta variazione di bilancio 2018/2020 che prevede lo stanziamento di 80mila euro da investire in spese per la manutenzione straordinaria del centro sportivo di via Trinità. Gli interventi sono stati concordati con le associazioni sportive che fruiscono degli ambienti sportivi e saranno ultimati entro l'anno. Tutto ciò seguendo la direttiva che si è data l’attuale Amministrazione comunale: investire (anzinché spendere) le risorse dei cittadini.

Tornate in alto

***********************

Cultura in comune .....

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

Negli scorsi mesi è stata messa mano all’organigramma del Comune di Chiari, il che ha comportato una conseguente nuova articolazione degli uffici comunali. Tra le novità apportate dalla riorganizzazione è stato previsto lo spostamento dei servizi relativi all’area Cultura, sino a ieri accorpati all’ufficio Scuola-Sport, nella Biblioteca Fausto Sabeo all’interno del complesso Donegani, modificando leggermente gli orari di apertura dello sportello al pubblico, fruibile ora martedì, mercoledì e giovedì dalle 9.00 alle 12.00.

La scelta dello spostamento del servizio risponde alla volontà politica di dare un’identità precisa all’area in questione, ritenuta strategica per la crescita della nostra città sia sotto il profilo sociale, sia economico, in quanto la valorizzazione del proprio patrimonio culturale materiale e immateriale può essere strumento di promozione del territorio.

È prevista a breve l’attivazione e la promozione di nuovi servizi tra i quali la nascita di uno sportello per le attività culturali: un servizio rivolto ai cittadini e agli utenti non-cittadini, alle associazioni operanti sul territorio e per le realtà non locali che intendano presentare proposte per la realizzazione di iniziative culturali sul territorio clarense, per quanto di competenza dell’Amministrazione comunale.

Tra le finalità del servizio vi è la volontà di facilitare l’utenza nel reperimento delle informazioni necessarie all’organizzazione degli eventi, supportandola nelle attività senza sostituirsi alle stessa, ma accompagnandola dalla fase ideativa fino alla realizzazione dell’iniziativa. Stay tuned.

Tornate in alto

***********************

Elisoccorso notturno: L’ATTERRAGGIO È IN CAMPO
Dicembre 2017

Da circa un anno e mezzo l’Amministrazione Comunale ha sottoscritto un accordo con AREU Lombardia, nel segno dell’impegno sociale e dell’attiva sinergia con altre istituzioni, per favorire quanto più possibile l’assistenza sanitaria primaria ai cittadini afferenti al proprio territorio e non solo.

La convenzione prevede la disponibilità dell’area da gioco interna all’anello della pista d’atletica sita in via SS Trinità per l’atterraggio notturno degli elicotteri dedicati al servizio elisoccorso HEMS (Helicopter Emergency Medical Service). L’operatività notturna, per garantire i massimi livelli di sicurezza, prevede alcune restrizioni rispetto all’operatività diurna, tra cui la necessità di disporre di aree libere da ostacoli e la disponibilità di un impianto di illuminazione. L’elisuperficie ubicata nel Polo dell’Emergenza presso la sede della caserma dei VVFF non è stata ritenuta idonea a tale scopo dal personale tecnico di AREU, in quanto l’area minima libera da ogni tipo di ostacolo richiesta è di 70m x 40m, oltre altre limitazioni nelle aree adiacenti; la piazzola esistente dista dalla recinzione perimetrale dell’area di soli 2,12m e inoltre non dispone di un impianto di illuminazione. Il personale di AREU ha identificato invece come ottimale la struttura sportiva in quanto rispondente ai criteri indicati nel Regolamento Europeo. Il terreno erboso, recintato e privo di ostacoli ai lati, dispone anche di torri faro con sistema di illuminazione che può essere attivato in remoto dall’elicottero del pronto soccorso.

Data la natura estemporanea del servizio e l’imprevidibilità dell’operazione le realtà sportive che fruiscono degli spazi da gioco nelle ore buie, in orario tardo pomeridiano e serale, sono state informate delle norme di comportamento e delle istruzioni operative da seguire nel caso in cui l’elicottero del soccorso debba procedere all’atterraggio ad attività in corso.

Tornate in alto

***********************
Clicca per ingrandire

E‘ bene sapere che...(UN VADEMECUM PER TUTTE LE ASSOCIAZIONI)
Aprile 2017

Lo scorso ottobre si sono tenuti presso la Casa comunale tre incontri serali che hanno coinvolto l’associazionismo clarense e la pubblica Amministrazione. L’obiettivo di tali momenti è stato presentare il documento “E’ bene sapere che…” all’interno del quale è possibile reperire le informazioni di massima e le indicazioni in merito agli adempimenti organizzativi da esplicare per effettuare, nel rispetto delle norme di sicurezza e di legge le manifestazioni e gli eventi pubblici.

“E’ bene sapere che...”, contiene anche altre risposte relative a questioni d’interesse del “E’ bene sapere che...”, contiene anche altre risposte relative a questioni d’interesse del internet comunale. Successivamente a tali serate le associazioni hanno incontrato, presso la propria sede o la Casa comunale, il Sindaco e l’Assessore di rifermento per illustrare le attività svolte e le prospettive future, nonché per offrire spunti di suggerimento migliorativi nei rapporti fra associazionismo e pubblica Amministrazione. Gli appuntamenti di ottobre sono stati anche un’occasione per ricordare quanta parte delle risorse a bilancio vengono ad oggi investite, nonostante le contingenze, a favore dell’associazionismo clarense.
Se è vero che le associazioni hanno visto una riduzione di contributi economici a favore delle attività ordinarie e straordinarie rispetto agli anni precedenti (si veda la tabella per un quadro complessivo dei contributi comunali riconosciuti dal 2004 al 2016 finalizzati ad assicurare un sostegno alla spese di gestione ordinaria e o di progetti e iniziative), è altrettanto vero che non sono venuti meno i contributi indiretti, ad esempio: l’utilizzo delle strutture comunali in occasione di eventi pubblici senza costi a carico dell’associazione richiedente ; lo sgravio dal versamento del canone per l’occupazione di suolo pubblico in caso di manifestazione che goda del Patrocinio del Comune; la concessione in comodato gratuito alle associazioni di promozione sociale e di volontariato da adibire a sedi delle stesse per lo svolgimento delle loro attività, il versamento di un canone fisso mensile di cento euro per l’utilizzo degli impianti sportivi comunali a favore delle associazioni sportive clarensi aventi un settore giovanile. Se pur tutte le risorse che una pubblica Amministrazione destina all’associaziosmo siano un reale investimento per l’intera comunità, siamo ad oggi tutti quanti maggiormente consapevoli che certi ritmi non siano più sostenibili.
E’ per questo che si chiede al tessuto associativo una maggiore attenzione attorno ad alcune questioni quali una programmazione delle iniziative sistematica e condivisa per evitare il sovrapporsi di eventi, un impegno verso la cura degli ambienti comunali in utilizzo condiviso e sensibilità al contenimento energetico. Queste piccole accortezze da parte di tutti porterebbero ad un risparmio in
termini di risorse che potrebbe essere investito in progetti a largo respiro oppure nell’adeguamento
o costruzione di spazi consoni alle attività culturali e ludico-ricreative di cui una città come Chiari non dovrebbe essere sprovvista.

Documento .pdfVademecum per tutte le Associazioni

Tornate in alto

***********************
Emanuele Arrighetti
Emanuele Arrighetti

Politiche scolastiche; Sovrintendenza Biblioteca e Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano; Piano per l’Edilizia scolastica; Politiche per Anziani; Politiche per l’Infanzia; Rapporti con Associazioni d’Arma.

 


***********************

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

BORSE DI STUDIO AI MERITEVOLI DELLE MEDIE

Febbraio 2022

Sabato 18 dicembre, in Sala Repossi, l’Amministrazione comunale ha consegnato le Borse di Studio a 44 ragazzi meritevoli che hanno terminato le scuole medie con ottimi voti, per un ammontare di 19 mila euro. Essere bravi a scuola significa aver sviluppato delle capacità non da poco: dobbiamo utilizzarle mettendole a disposizione della comunità per poterle sfruttare appieno.

Complimenti a tutti gli studenti che sono riusciti ad eccellere in campo scolastico nonostante il periodo assolutamente non facile e complimenti alle vostre famiglie che hanno saputo starvi accanto e guidarvi in questo particolare periodo della vita.


Tornate in alto


***********************

Clicca per ingrandire

3 DICEMBRE: GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITA'

Febbraio 2022

Quest’anno, in occasione della Giornata internazionale delle Persone con Disabilità, la Cooperativa La Nuvola ha regalato all'Amministrazione Comunale di Chiari la “cartolina" che ha realizzato: un'iniziativa importante e significativa, promossa dalla Rete Bresciana dei Servizi CDD (Centri Diurni Disabili) e CSS (Comunità Socio Sanitarie).

Inoltre, insieme al Gruppo Gli Equilibristi, si è tenuto un incontro con i nostri ragazzi delle medie: importanti momenti di riflessione, condivisione, confronto, con la presenza di di Jannik Anzola e della sua moto.

Tornate in alto

***********************

DONI DI BUON AUSPICIO PER TUTTI GLI ALLIEVI DELLA CITTÀ

Settembre 2021

Il 7 aprile l'Amministrazione Comunale - in collaborazione con il Gruppo Alpini di Chiari - ha consegnato un vasetto di fiori ad ogni bimbo dell'asilo nido e della materna: 650 fiori per i nostri fiori più belli, i nostri figli. Doni sono stati preparati anche per le allieve e gli allievi delle scuole elementari e medie cittadine al momento della riapertura della scuola, dopo il periodo forzato di didattica in DAD a causa della pandemia. Si trattava di matite che - una volta consumate - potranno essere messe a dimora in un vasetto di terra, dove i semi di cui sono composte faranno nascere tanti nuovi fiori.

Piccoli gesti significativi per regalare un sorriso e uno sprazzo di bellezza a giovani e piccolissimi, che più di tutti hanno patito le conseguenze del lockdown sulla solo quotidianità.
Un augurio per un felice rientro a scuola a tutti i nostri i nostri studenti, nella speranza che non debbano più essere privati del luogo che li aspetta e che rappresenta tanto per loro e per tutti noi: la scuola.


Tornate in alto

 

***********************

SCUOLA MEDIA TOSCANINI: NUOVI STRUMENTI MUSICALI PER 10MILA EURO

Settembre 2021

Ben 11 violini e 5 flauti: sono i primi strumenti musicali – finanziati con il Piano di Diritto allo Studio per un valore di 10mila euro – donati alla scuola media Toscanini. Perché la scuola è la priorità.

Tornate in alto

***********************

SCUOLA MEDIA, BORSE DI STUDIO

Settembre 2021

Congratulazioni a Arianna Cagliesi (3A Morcelli, dieci con lode), Alice Metelli (3A Morcelli, 10 con lode), Clara Cattaneo (3B Morcelli, 10 con lode), Paolo Legnante (3B Morcelli, 10), Giacomo Morstabilini (3C Morcelli, 10 e lode), Marco Guizzi (3C Morcelli, 10), Giulia Rossi (3D Morcelli, 10 e lode), Gianni Emanuele Vezzoli (3D Morcelli 10 e lode), Alice Festa (3A, Toscanini, 10 e lode), Giulia Mondini, (3A, Toscanini, 10 e lode) Valentina Festa (3A, Toscanini, 10), Luigi Filella (3B, Toscanini, 10 e lode), Federica Sophia Vitolo (3B, Toscanini, 10 e lode), Salvatore Sieli (3B, Toscanini, 10), Alice Beletti (3A San Bernardino, 10), Annamaria Bellinardi (3B San Bernardino, 10), Filippo Boldi (3B San Bernardino, 10 con lode), Alessandra Bonotti (3B San Bernardino, 10 con lode)
e Giorgia Sangiovanni (3C San Bernardino, 10).

Loro sono gli studenti meritevoli delle Borse di Studio, istituite per la prima volta per gli allievi delle Medie dall’Amministrazione comunale, premiati sabato 20 febbraio nella bella cornice della Sala Repossi.

Clicca per ingrandire

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

RIAPRONO LE SCUOLE CITTADINE: ECCO IL GRANDE LAVORO SVOLTO PER LA RIPARTENZA DI SETTEMBRE

Dicembre 2020

Quello dell’Amministrazione comunale è stato un lavoro impegnativo che ha portato alla predisposizione delle condizioni necessarie per una riapertura in sicurezza e il prima possibile. Passi intrapresi per permettere agli studenti clarensi di tornare in classe a settembre e una lunga opera di riflessione, pianificazione e cura di ogni dettaglio al massimo delle capacità di tutti gli attori coinvolti. Di fatto, l’Amministrazione comunale ha aiutato l’Istituto comprensivo nel garantire la massima sicurezza possibile agli studenti in uno scenario in continua evoluzione: un lavoro meticoloso - in cui entrambi gli Enti si sono molti impegnati per fare la propria parte in maniera ottimale - che giocoforza è andato poi a incastrarsi e ad adeguarsi alla situazione sanitaria.

In base alle attuali normative, la nostra proposta ha garantito un avvio in sicurezza dell'anno scolastico senza attingere tra l'altro ad ambienti esterni rispetto alle strutture già ad oggi utilizzate. Infatti, è stata ottimizzata la gestione degli spazi per la didattica, senza intaccarne le funzioni, e gli studenti hanno avuto garantiti i servizi fondamentali, come la mensa. Inoltre a tutto ciò si aggiunge anche l'acquisto di arredi per garantire il distanziamento e l'allestimento dei nuovi ambienti, per un importo economico che ad oggi si aggira a quasi 300mila euro. Insomma, un importante sforzo - non solo di natura economica, ma anche di confronto e collaborazione - per garantire la didattica in classe e la fornitura di servizi per docenti, studenti e famiglie. L’Amministrazione comunale clarense non si è limitata a fornire le infrastrutture in sicurezza (suo compito) ma ha deciso di mettere in campo ogni azione possibile per garantire servizi e progetti all’interno del mondo scolastico. Tra questi proprio il servizio mensa per i ragazzi che hanno scelto le 30 ore: servizio per il quale il Comune ha erogato 70mila euro così da permettere di avere i necessari assistenti alla mensa a sorveglianza dei ragazzi, mentre l’aumento del costo pasti a carico sempre del Comune è stato di 80mila euro per anno scolastico, a causa delle nuove modalità di erogazione.

Sforzi di un certo peso, fatti con coraggio dall'Amministrazione comunale, che di fatto ha così ovviato là dove era necessario, nonostante non fosse di competenza del Comune. Non solo. Tutto ciò è stato fatto dall’Amministrazione senza aumentare i costi per le famiglie: uno sforzo importante per stare al fianco della cittadinanza in questo difficile frangente. Senza dimenticare, del resto, l’aiuto dei genitori stessi: in particolare quelli dell'associazione A.Ma.LI., realtà che ha collaborato per la gestione degli accessi degli alunni al Polo delle Primarie. A loro il grazie della comunità.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

BIBLIOTECA, SALA STUDIO E MOLTO ALTRO: IL LOCKDOWN NON HA FERMATO LA CULTURA

Dicembre 2020

Anche durante i duri mesi del lockdown la Biblioteca ha garantito il servizio prestiti. Benché gli spazi di fruizione fossero chiusi, i libri sono sempre stati disponibili al prestito e si poteva passare a ritirarli (o consegnare quelli letti, lasciandoli nella cassetta esterna): si accedeva alla biblioteca indossando la mascherina; non si entrava con la temperatura superiore ai 37.5 gradi; si aspettava il proprio turno rispettando le distanze e usando il disinfettante appena entrati. Non solo.

Inoltre, grazie alle preziosa collaborazione dell'Associazione Quelli che 'STUDIANO' nella Biblioteca Sabeo, è stato possibile riaprire la Sala Studio in condizioni di totale sicurezza: uno dei servizi più apprezzati dagli utenti.

Un ringraziamento speciale alla nostra Biblioteca civica Fausto Sabeo ed a tutti i suoi operatori che, anche in questa seconda fase di limitazioni, ha saputo subito attivarsi per la consegna a domicilio dei libri.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Polo delle Primarie: Importanti lavori nell'ala preesistente della scuola

Dicembre 2019

Nei mesi estivi appena trascorsi sono stati eseguiti lavori di riqualificazione per la parte ristrutturata del Polo della Primarie: ovvero, quella già esistente (ingresso da viale Mellino Mellini) prima della creazione della nuova scuola. Lavori importanti, non evidenti e palesi ma che permettono ai piccoli studenti ed alle maestre ed ai maestri di vivere in un ambiente sempre più sicuro ed accogliente.

IMPIANTO ELETTRICO

Sono stati sostituiti i quadri elettrici, rifatte tutte le dorsali principali e quanto altro necessario per avere un impianto praticamente nuovo e certificato per la conformità alle norme vigenti; è stata riqualificata l’illuminazione in tutti gli spazi con la sostituzione di 270 corpi illuminanti, sostituiti con altrettanti nuovi corpi illuminanti LED (con grande beneficio anche per il risparmio energetico), eliminando tutte le vecchie luci. È stato implementato il sistema di luci di emergenza.

La somma stanziata dall'Amministrazione per questi lavori è stata di 47mila euro circa.

IMPIANTO TERMICO

Si è provveduto al totale rifacimento dell'impianto di distribuzione (con sostituzione di tutte le tubature) per assicurare la conformità alle norme vigenti anche dell’impianto di riscaldamento e per ottimizzare la distribuzione termica con benefici nel comfort e nella vivibilità anche della parte storica della scuola: tutto ciò tenuto conto che nell’estate del 2018 erano già stati sostituiti tutti i serramenti e dotato l’involucro con un cappotto isolante.

Sono state installate valvole termostatiche a tutti gli elementi scaldanti per ottimizzare i consumi. La somma stanziata per questi lavori è di circa 60.750 euro.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

LAVORI ALLE MATERNE

Dicembre 2019

Materna Capretti: nuovi spazi per la didattica

Nuovi spazi per la didattica, ottenuti grazie a scelte oculate di gestione delle risorse. Infatti, l’Amministrazione comunale ha deciso di acquistare dal Comune di Brandico un modulo (dotato anche di servizi igienici) ideale per le attività fisiche al coperto: un’operazione del costo di circa 13mila euro.

Con questa scelta, la scuola materna può ora godere di spazi extra perfettamente bilanciati sulle sue esigenze: ben 60 metri quadri in più, già utilizzabili, che permettono a bimbi e i insegnanti di fare attività con agio.

Riqualificazione della materna Pedersoli

Sono in essere importanti lavori di riqualificazione della materna Pedersoli destinati ad impattare notevolmente e positivamente sul fabbisogno energetico della scuola, sulla confortevolezza dei luoghi per i nostri bambini e maestre nonché sul bilancio comunale che vedrà risperi sul tema delle utenze.

È stato, infatti, approvato nei mesi scorsi il progetto di riqualificazione energetica della scuola materna Pedersoli: i lavori sono in essere e dureranno al massimo tre mesi.

Le opere che verranno eseguite sono studiate appositamente per ottimizzare l’impatto energetico dell’edificio: in primis la coibentazione della copertura ovvero verrà rifatto l’isolamento del tetto (azione che porterà le necessità energetiche della scuola ad abbassarsi del 46 percento) e, quindi, verranno sostituiti tutti i serramenti della bussola d’ingresso.

Il progetto è interamente finanziato con fondi statali che il Comune di Chiari ha ottenuto a fondo perduto dal Governo: i contributi per la città - ovvero 90mila euro - copriranno in toto i lavori alla Pedersoli, permettendo così al Comune di effettuare questa riqualificazione senza incidere sui fondi propri di Bilancio.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Il Piano di Diritto allo Studio: una visione per qualificare sempre di più l’offerta formativa

Dicembre 2018

L’Amministrazione comunale sostiene direttamente alcuni progetti didattici allo scopo di potenziare la qualità dell’offerta formativa, proponendo percorsi innovativi e cercando di sviluppare una cultura della cittadinanza responsabile e partecipata. Tali interventi costituiscono un valore aggiunto, non reso obbligatorio dalle normative vigenti, ma scelto dall’Ente in un’ottica che vede la scuola come risorsa del territorio e nucleo per la formazione e lo sviluppo dei futuri cittadini. Ogni azione proposta viene concertata con gli Istituti Comprensivi, al fine di costruire una rete condivisa, funzionale alla crescita del sistema scolastico.

Compatibilmente con le risorse di bilancio, per l’anno scolastico 2018/2019 l’Amministrazione comunale metterà a disposizione nel bilancio di previsione delle scuole (anno 2018) un budget di 87.500 euro, da suddividersi tra i due plessi scolastici in base al numero degli iscritti residenti: una somma a cui vanno ad aggiungersi quelle necessarie per il finanziamento del progetto inerente il Consiglio Comunale dei Ragazzi (circa ulteriori 5mila euro) e per il viaggio al Parlamento Italiano sempre per i consiglieri del CCR (altri 5mila euro), per un importo totale di circa 97.500 euro.

 

NUMERO TOTALI ALUNNI ISCRITTI RESIDENTI

IMPORTO BUDGET PER OGNI ALUNNO

BUDGET ISTITUTO TOSCANINI
N° 675 ISCRITTI RESIDENTI

BUDGET ISTITUTO MARTIRI
N° 1022 ISCRITTI RESIDENTI

1697

€ 51,56 *

€ 34.804,50

€ 52.695,50

*A fronte di un contributo annuo statale di € 10,00 per alunno.

Con le somme a disposizione ogni Istituto Comprensivo potrà finanziare sia le spese di ordinario funzionamento, per un importo massimo ad Istituto Comprensivo di 20mila euro (previa specifica richiesta da parte degli Istituti Comprensivi), sia i progetti didattici sostenuti dall’Amministrazione comunale, come il Consiglio Comunale dei Ragazzi per il quale è stato stanziato un importo di 1.250 euro per ciascun Istituto Comprensivo (di cui 500 per oneri direzione didattica e 750 per materiale). Oltre a ciò, ci sono i progetti che prevedano la valorizzazione delle attività laboratoriali (pari a 8mila euro per ciascun Istituto Comprensivo) e il progetto di conoscenza e valorizzazione didattica del Museo della Città (ben 5mila euro per ciascun Istituto Comprensivo). Somme che, nel caso tali progetti non venissero attuati, non verrebbero erogate.

- ANNO 2017


MANUTENZIONE STRAORDINARIA ANNO 2017:  € 5.098.844,00 
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIALE MELLINI: € 5.098.844,00

SPESE DI ORDINARIO FUNZIONAMENTO ANNO 2017
Le spese di ordinario funzionamento per l’anno 2017 sono state pari ad €  359.805,90  così suddivise:

€ 232.397,40 per gestione del calore dei plessi scolastici;
€ 79.105,45  per le gestione dell’energia elettrica;
€ 14.500,00  per la gestione del servizio idrico integrato;
€ 33.103,05 per la gestione impianti
€  700,00  per la pulizia e derattizzazione

- ANNO 2018


MANUTENZIONE STRAORDINARIA ANNO 2018:  € 11.921.164,20
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIALE MELLINI – LOTTO 3: €   810.164,20
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIALE MELLINI – LOTTO 4: €   966.990,00
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIALE MELLINI – ALLESTIMENTI VARI: €   250.762,76
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIALE MELLINI – FORNITURE: €   217.237,24
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIA ROCCAFRANCA – LOTTO 1A: € 6.368.844,00
- NUOVO POLO SCOLASTICO DI VIA ROCCAFRANCA – LOTTO 1B: € 3.307.166,00

SPESE DI ORDINARIO FUNZIONAMENTO ANNO 2018
Le spese di ordinario funzionamento per l’anno 2018 sono state pari a circa € 240.664,40  così suddivise:

€ 130.081,46  per gestione del calore dei plessi scolastici;
€ 65.850,00   per le gestione dell’energia elettrica;
€ 14.500,00   per la gestione del servizio idrico integrato;
€ 28.777,28   per la gestione impianti (imp. elevatori e imp.  riscaldamento e raffrescamento)
€ 1.455,66  per la pulizia e derattizzazione

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Il Faro 50.0 ha aperto le sue porte:
grande festa per l’inaugurazione della sede in viale Bonatelli

Luglio 2018

Grande impegno e tanto lavoro che si sono coronati con l’inaugurazione dell’importante nuova sede in viale Bonatelli, messa a disposizione dal Comune.

È stata una grande festa, carica di emozione ed entusiasmo, quella che si è tenuta nel pomeriggio di domenica 18 marzo, quando Il Faro 50.0 ha aperto le porte a tutta la cittadinanza e alle autorità e ha presentato il ricco “menù” di attività che andrà a comporre il suo operato. A fare gli onori di casa il presidente Elia Facchetti; presenti il sindaco Massimo Vizzardi e l’assessore Emanuele Arrighetti, nonchè monsignor Rosario Verzelletti.

Evidente è stata la grande soddisfazione per il raggiungimento di questo obiettivo, che ha visto Amministrazione comunale, associazioni e numerosi cittadini e volontari confrontarsi a lungo per la creazione di questa nuova realtà. Nata ufficialmente a luglio 2017, ora è entrata nel vivo delle sua attività, forte dei suoi 715 iscritti e dei suoi volontari, tra cui i vicepresidenti Bruno Saleri e Marino Vezzoli, il segretario Giovanni Cinquini, i revisori dei conti Umberto Lorini, Giuseppina Goffi e Angelo Serina, oltre agli altri membri del direttivo Leonilde Conti, Rita Frattini, Faustino Ramera, Agostino Vezzoli e Angelo Vezzoli.

Sarebbe, però, errato considerare Il Faro 50.0 un’associazione pensionati; al contrario, la onlus è aperta a tutti coloro che hanno compiuto i 18 anni e che condividono le finalità dello statuto. Non a caso, il lungo lavoro tra associazioni e Amministrazione ha portato alla nascita di una realtà che desidera essere, appunto, un nuovo e interessante faro nello scenario del volontariato cittadino, apprestandosi a proporre tantissime attività e a collaborare con le altre realtà clarensi.

Interessante anche la modalità, quella dei tavoli di lavoro, che ha permesso un’ottimale divisione dei compiti tra specifici referenti. Tra questi l’attenzione per il mondo socio assistenziale (seguito da Agostino Vezzoli), l’interesse per viaggi e soggiorni (Bruno Saleri), l’ambiente ed ecologia (Leonilde Conti), la cultura (Rita Frattini) e lo sport e il tempo libero (Angelo Vezzoli). Insomma, ora Il Faro 50.0 con la sua attività è ora pronto a illuminare in ogni direzione il panorama clarense.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

Unire le attività delle precedenti Associazioni Amici Pensionati e Anziani e Associazione Pensionati per dare vita a una nuova realtà, capace di affrontare le nuove sfide legate al cambiamento avvenuto nella terza età. E’ con questo scopo che è nata l’associazione Il Faro 50.0, realtà costituitasi formalmente a luglio e che subentrerà nelle attività attualmente svolte dalle due Associazioni Pensionati, che proseguiranno nella loro attività fino al 31 dicembre 2017. Un nuovo soggetto che va nella direzione, fortemente auspicata anche dall’Amministrazione Comunale, di poter vedere nascere sul territorio un attore unico sul tema attualissimo della terza età. Il Faro 50.0 avrà sede in viale Bonatelli n. 33, nei locali attualmente in uso dal Giudice di Pace, non appena sarà ultimato il trasferimento di quest’ultimo al piano terra del Municipio. Per questa prima fase i soci fondatori hanno nominato un Consiglio Direttivo provvisorio che sarà in carica fino al 31 dicembre 2018 e che si occuperà dell’organizzazione della nuova associazione, compresa la raccolta delle adesioni (tesseramento 2018) e delle iniziative che verranno proposte. Sarà poi compito dell’Assemblea dei soci nominare il Consiglio Direttivo definitivo, alla fine del prossimo anno.

L’attuale Consiglio Direttivo è composto dal presidente Elia Facchetti e dai vicepresidenti Bruno Saleri e Marino Vezzoli: entrambi diretta espressione delle due precedenti associazioni dei pensionati. Oltre a loro sono nel Direttivo Giovanni Cinquini (Segretario), Leonilde Conti, Rita Frattini, Faustino Ramera, Agostino Vezzoli e Angelo Vezzoli. I consiglieri si faranno singolarmente carico di specifici tavoli di lavoro per l’organizzazione delle varie attività, coinvolgendo gli iscritti all’associazione e favorendo il confronto e la collaborazione con tutte le altre associazioni presenti sul territorio. Il Faro 50.0 svolgerà la propria attività di volontariato operando nel settore dell’assistenza alle persone svantaggiate e in difficoltà, della promozione della cultura e dell’arte e delle attività per il tempo libero e di attenzione e valorizzazione dell’ambiente.

L’ampliamento e la diversificazione della fascia della popolazione di pensionati, caratterizzati da vissuti, risorse e bisogni totalmente diversi, porta inevitabilmente a dover pensare ad interventi differenziati per destinatari, caratterizzati da vissuti, risorse e bisogni totalmente diversi. Da qui è nata l’idea dell’Amministrazione Comunale di aiutare il nascere una nuova realtà associativa rivolta agli adulti over 50: una realtà che, facendo tesoro del prezioso contributo e apporto fornito finora alla città dalle due storiche Associazione Pensionati e Associazione Amici Anziani e Pensionati, possa offrire un’offerta più ampia di opportunità e arricchire l’esperienza passata con nuove proposte, idee e iniziative in linea con i cambiamenti della società odierna.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Dicembre 2017

Potenziamento Polo Scolastico, A CHE PUNTO SIAMO?

Lotto 1
Il piano lavori di potenziamento del Polo scolastico di via Mellini prosegue; sul lato di Viale Mellini è stato realizzato un ampliamento della mensa, è stato eseguito lo scavo di sbancamento, si sono completate le opere strutturali, d’isolamento ed impiantistiche,

Lotto 2
Proseguendo con gli aggiornamenti possiamo anche dire che è stato demolito il palazzetto lato via Lancini ed eseguito lo scavo di sbancamento per la realizzazione della fondazione e dell’interrato del nuovo edificio. Sono state completate le fondazioni e i muri contro terra e realizzati i vani scala fino alla quota di campagna. E’ ora in corso l’esecuzione della parte fuori con la posa delle strutture prefabbricate.
Fino ad adesso è stato fatto un buon lavoro. La scuola e gli interventi a lei dedicati per noi sono fondamentali e direttamente proporzionali a quanto una città crede nel proprio futuro.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

PER DOVERE DI TRASPARENZA VOGLIAMO FORNIRE AI CITTADINI UN QUADRO AGGIORNATO DEGLI INVESTIMENTI CHE L’ASSESSORATO HA FATTO NEI VARI SETTORI DI COMPETENZA.

Servizi di trasporto scolastico
Il servizio di trasporto scolastico attivo per tutti i plessi facenti capo agli Istituti Comprensivi Marttiirrii Libertà e Toscanini con la sola esclusione della scuola dell’Infanzia Pedersoli, è fornito dal lunedì all venerdì all’inizio ed al termine delle lezioni.

ANNO
ENTRATE
SPESE
MEDIA ISCRITTI
COSTO PER ALUNNO
(a carico del comune)
2014 € 26.309,95 € 144.250,56* 82 € 1.438,30
2015 € 22.261,00 € 132.232,66 * 65 € 1.691,87

*Spese comprensive dei costi del Personale (dati da Piano diritto allo Studio a.s. 2015/2016 e a.s. 2016/2017).

Per l’anno scolastico 2016/17 gli iscritti sono 61 e si è provveduto alla revisione deii percorrssii,, che ha portato ad una diminuzione del costo del servizio di euro 45.875,14.

Sorveglianza alunni sugli scuolabus
L’Amministrazione Comunale, anche quest’anno garantirà il servizio di sorveglianza sugli scuolabus attraverso forme di collaborazione con associazioni o altre modalità che si rendessero possibili in un’ottica volta alla razionalizzazione della gestione.

ANNO
ENTRATE
SPESE
2014 € 0,00 € 19.860,00
2015 € 0,00 € 15.447,00
2016 € 0,00 € 14.022,32

Servizio Pedibus
Il servizio è stato introdotto nell’a.s. 2015/2016 e ha ottenuto una buona partecipazione. È stata promossa la compartecipazione dei cittadini alla gestione delle attività. Il progetto è partito nel mese di ottobre 2015 con 14 volontari e articolato su 5 linee.

ANNO
ENTRATE
SPESE
ISCRITTI
2015 € 0,00 € 10.681,52 24
2016 € 0,00 € 1.349,93 40

Servizio di refezione scolastica
Il servizio di refezione è articolato attualmente in sette sedi di refezione. La massima attenzione dell’Amministrazione è posta al benessere nutrizionale dei minori. Il “pranzo a scuola” vuole inoltre essere un momento di socializzazione educativa, dove i minori imparano a relazionarsi tra loro anche fuori dall’aula. I pasti sono preparati presso un centro di cottura e veicolati nelle diverse sedi di refezione. Il menù, vidimato dalla competente ASL di Brescia, varia ogni giorno e viene ripetuto ogni 4 settimane. Sono previsti nel corso dell’a.s. 2016/2017 menù diversificati in estivo e invernale, per ciclo scolastico e per particolari ricorrenze a tema.

ANNO
SPESE
ENTRATE
MEDIA ISCRITTI
COSTO PASTI DOCENTI
2014 € 602.414,64* € 520.245,78 976 € 21.248,36**
2015 € 529.185,30* € 536.994,01 983 € 20.849,03**

Le spese sostenute per il costo del servizio per l’anno 2016 sono € 515.081,64.

*Spese comprensive dei costi del Personale (dati da Piano diritto allo Studio a.s. 2015/2016 e a.s. 2016/2017).
** E’ da segnalare inoltre che le entrate da parte dello Stato per i pasti docenti sono state per l’anno 2014 € 19.179,42 a fronte di una spesa di € 40.427,78 e per l’anno 2015 € 19.574,30 a fronte di una spesa ddi € 40.423,333.

Alle somme succitate sono da aggiungere le spese utenze (luce acqua gas) fornite a carico dell’Ente non quantificabile esclusivamente per il singolo servizio di refezione scolastica.

Servizio di assistenza all’autonomia e alla comunicazione
L’assistenza e il sostegno ai bambini residenti nel Comune di Chiari, portatori di handicap, sono garantiti per tuuttti gli ordini scolastici. Gli utenti del servizio per l’a.s. 2016/2017 sono 38.

ANNO
RIMBORSO SPESE PROVINCIALE
SPESE
2014 € 68.549,93 € 294.718,80
2015 € 66.033,93 € 302.235,00
2016 * € 347.273,80

*In atttteesa della rifusione da parte della Provincia per l’anno 2016.

Vigilanza entrata/uscita scuole
Ill servizio relativo all’attività di viabilità innanzi ai plessi scolastici durante l’entrata e l’uscita degli alunni per l’anno A.S. 2016/2017 sarà ancora affidato ad una cooperativa sociale.

ANNO
SPESE
ENTRATE
2014 € 30.502,00 € 0,00
2015 € 23.186,00 € 0,00
2016 € 28.400,08 € 0,00

Fornitura gratuita libri di testo
Ai sensi ddell’art. 4, lettera b) della l.r. 14/2016 entrata in vigore il 31 maggio 2016, i Comuni curano la fornitura gratuita dei libri di testo alle famiglie degli alunni della scuola primaria del sistema nazionale di istruzione attraverso il sistema della cedola libraria, garantendo la libera scelta del fornitore da parte delle famiglie stesse.

ANNO
SPESE
ENTRATE
2014 € 27.593,21 € 0,00
2015 € 30.866,49 € 0,00
2016 € 32.228,59 € 0,00

Contributo alla Scuola dell’Infanzia paritaria Mazzotti - Bergomi per contenere i costi di frequenza
Con deliberazione di Consiglio comunale n. 48/2010 è stata approvata una convenzione novennale con la Scuola dell’Infanzia Paritaria Mazzotti Bergomi, sottoscritta tra le parti nel mese di giugno 2011. A fronte di tale convenzione, anche per l’a.s. 2016/2017 l’Amministrazione Comunale intennddee erogare un contributo in favore dell’Istituto e finalizzato al contenimento del costo retta.

ANNO
CONTRIBUTO
STUDENTI RESIDENTI
STUDENTI NON RESIDENTI
CONTRIBUTO PER STUDENTI RESIDENTI
2014 € 200.000,00 247 215 € 930,23
2015 € 180.000,00 252 228 € 789,47
2016 € 100.000,00 243 217 € 460,83

Interventi sugli immobili scolastici
I costi relativi alle manutenzioni ordinarie e straordinarie, le attrezzature e le utenze degli edifici scolastici, pur non rientrando in modo specifico nelle disposizioni normative relative al Piano per il Diritto allo Studio, sono comunque un importante indicatore dell’attenzione dell’Amministrazione Comunale nei riguardi degli studenti e delle Istituzioni scolastiche.

Opere Di Potenziamento Del Polo Scolastico Di Viale Mellini
In data 27/11/2014 con deliberazione di Giunta Comunale n. 153 è stato approvato il “Progetto preliminare opere di potenziamento del polo scolastico di Viale Mellini e la contestuale autorizzazione alla presentazione di domanda finalizzata all’ottenimento del contributo di cui al bando approvato con deliberazione di G.R. n. X/2373del 19/09/2014 per la realizzazione di interventi di edilizia scolastica” per un importo complessivo di € 8.620.000,00. Il progetto ha ottenuto un finanziamento a fondo perduto pari a 5.000.000,00 di euro da parte di MIUR e Unione Europea.

Opere di Adeguamento degli edifici scolastici alla normativa antincendio (opere che andavano fatte già da molti anni)
In data 25 maggio 2016 è stato pubblicato il D.M. 12 maggio 2016 recante “Prescrizioni per l’attuazione, con scadenze differenziate, delle vigenti normative in materia di prevenzione degli incendi per l’edilizia scolastica”. Il Provvedimento indica le scadenze entro cui dovranno essere completati i lavori di adeguamento degli edifici scolastici ai requisiti di sicurezza antincendio dettati dal Dm. Interno 26 agosto 1992. In tema di adeguamento degli edifici scolastici alla normativa antincendio consapevole dell’estrema serietà del problema l’Amministrazione comunale ha attivato in anticipo sui termini di scadenza previsti dalla Legge le procedure di appalto per la realizzazione delle opere di messa in sicurezza degli immobili per il considerevole importo di 451.500,00 euro.

INTERVENTI MANUTENTIVI E SPESE DI GESTIONE
Interventi Manutenzione Ordinaria Anno 2015: € 86.552,79
Interventi Manutenzione Straordinaria Anno 2015: € 27.999,30
Interventi Nuovo Polo Scolastico di Viale Mellini per l’anno 2016: € 71.737,92

SPESE DI ORDINARIO FUNZIONAMENTO ANNO 2015
Le spese di ordinario funzionamento preventivate per l’anno 2016 sono pari ad € 339.460,26 così suddivise:

€ 228.600,00 per gestione del calore dei plessi scolastici;
€ 72.250,00 per le gestione dell’energia elettrica;
€ 12.850,00 per la gestione del servizio idrico integrato;
€ 27.920,00 per la gestione impianti
€ 1.300,00 per la pulizia e derattizzazione

Piano dell’Offerta Formativa per Scuola dell’Infanzia, Scuole Primarie, Scuole Secondarie di primo grado statali
Con l’intento, ormai consolidato, di sostenere le scuole clarensi nella concreta realizzazione del loro Piano di Offerta Formativa il Comune finanzia direttamente alcuni progetti didattici. in un’ottica rivolta alla promozione, sin dalla giovane età, di una cultura della cittadinanza responsabile e partecipata. Il comune stanzia inoltre risorse per il regolare funzionamento delle scuole Lo stato per queste ultime spese stanzia infatti circa € 10,00 per ogni bambino. Conseguentemente le scuole hanno a disposizione per queste necessità primarie, ma indispensabili, cifre irrisorie.
Da qui il ragionamento molto concreto che porta a stabilire la necessità di intervenire, pur senza averne alcun obbligo giuridico, per sostenere le scuole in questo tipo di problematica Per l’anno scolastico 2016/2017 l’Amministrazione Comunale ha posto a disposizione sul proprio bilancio di previsione in favore delle scuole un budget globale pari ad € 85.000,00 da suddividersi tra i due plessi scolastici in base al numero degli iscritti residenti. A tale somma vanno ad aggiungersi le somme necessarie per il finanziamento del progetto inerente il Consiglio Comunale dei ragazzi per circa ulteriori € 5.000,00 e per un importo totale quindi di € 90.000,00.

Asilo nido
Iscritti al servizio per l’anno scolastico 2015/2015: 47
Iscritti al servizio per l’anno scolastico 2016/2017: 52

entrate170.903,66 (bilancio rendiconto anno 2015) - spese: 300.165,00
*130.000 euro circa, sono a carico del bilancio Comunale (2.500 euro circa per iscritto).

Tornate in alto

***********************
Vittoria Foglia
Vittoria Foglia
Politiche sociali e servizi alla persona; Sovrintendenza gestione Piano di Zona; Sanità e rapporti con ATS, ASST Franciacorta e Istituto Pietro Cadeo Onlus; Rapporti con Aler per l’Edilizia Residenziale Pubblica; Pari opportunità.
***********************

L’EX IMMOBILE DELLA CRIMINALITÀ DIVENTA SEDE DELLA RETE DI DAPHNE PER LA LOTTA ALLA VIOLENZA DI GENERE

Settembre 2021

Era un immobile di proprietà della criminalità: ora – dopo la confisca da parte delle Stato e il trasferimento al Comune – diventerà la sede di Rete di Daphne, realtà al fianco delle donne vittime di violenza. Lo ha deciso la nostra Giunta comunale, stabilendo che l’immobile verrà concesso a questa meritoria associazione in comodato gratuito. Infatti, è dello scorso 21 dicembre 2020 la decisione del Consiglio Direttivo dell’Agenzia Nazionale per l'Amministrazione e la Destinazione dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità di trasferire al Comune di Chiari l’immobile di via Valmadrera 10; una scelta dettata dal principio ispiratore sulla destinazione dei beni confiscati, secondo il quale: «La restituzione alle collettività territoriali (…) delle risorse economiche acquisite illecitamente dalle organizzazioni criminali rappresenta (…) uno strumento fondamentale per contrastarne l’attività (…) a favore di un più ampio e diffuso consenso dell’opinione pubblica all’intervento repressivo dello Stato». Un indirizzo che sposa perfettamente quanto deciso a suo tempo a Chiari, quando (novembre 2019) il Consiglio Comunale riunito in seduta straordinaria aveva deliberato che l'utilizzo di tale bene avrebbe dovuto avere «finalità sociali, con particolare attenzione a soggetti deboli della società civile». Ora questo indirizzo può diventare realtà. Siamo soddisfatti e ringraziamo tutti coloro che si sono prodigati perché si arrivasse a questo risultato. L’associazione Rete di Daphne – cheufficialmente ha sede a Iseo, ma di fatto opera anche sul territorio di Chiari dal 2014 attraverso lo Sportello Antiviolenza che offre accoglienza, sostegno, supporto psicologico e assistenza legale a donne vittime della violenza di genere – avrà ora una propria sede nella nostra città che sarà non solo un centro di ascolto per tutte le donne vittime di violenza (offrendo loro accoglienza, assistenza psicologica e legale), ma anche punto di riferimento per la realizzazione e promozione di progetti atti a sensibilizzare il territorio, la comunità e soprattutto le giovani generazioni sul tema della violenza di genere.

Tornate in alto


***********************

CAMBIO DI PASSO

Settembre 2021

Cambio di passo è una grande occasione per offrire alle persone che ne hanno bisogno l’aiuto e le opportunità per esprimere al meglio le proprie potenzialità e trovare il lavoro in autonomia. Lo sportello – che si trova via Cortezzano n. 65/67 e funziona anche da ufficio e spazio per laboratori e formazione – si rivolge a giovani (minori e maggiorenni, anche in situazione di esclusione sociale o fragilità familiare) in uscita dalla scuola che necessitano di un percorso di orientamento e formazione; adulti che siano disoccupati (o in condizione lavorativa precaria) con basso profilo di occupabilità e portatori di fragilità sociale o economica; donne vittime di violenza o a rischio di grave emarginazione. L’obiettivo è sostenere percorsi di scoperta e valorizzazione di competenze, con la definizione di progetti personalizzati volti a facilitare l’inserimento o il reinserimento sociale e lavorativo.

Tornate in alto


***********************

Clicca per ingrandire

SERVIZI SOCIALI: TANTI GLI INTERVENTI A SOSTEGNO DELLA POPOLAZIONE DURANTE LA PANDEMIA

Dicembre 2020

Durante i mesi di lockdown il Settore dei Servizi Sociali del Comune di Chiari - oltre all'attività ordinaria di sostegno, di ascolto e di assistenza - ha sostenuto un intenso servizio a distanza per raccogliere le diverse richieste provenienti da una vasta platea di persone e famiglie in condizioni di fragilità che la pandemia ha reso ancora più fragili: una nuova platea di soggetti bisognosi di aiuto sociale prima sconosciuta, nata sia dall’impatto della crisi economica che ha prodotto nuove povertà e sia all'emergere di nuovi bisogni legati all’emergenza sanitaria. L’emergenza sanitaria è stata così l’occasione per sperimentare servizi a distanza: telefono per i più anziani, WhatsApp, mail, sito comunale e canali social. Le azioni messe in campo sono state realizzate con una molteplicità di fonti di finanziamento nazionali, regionali, private e locali; ed anche grazie al contributo della società civile. Inoltre, non è mancato quel prezioso capitale umano che sono stati i volontari: oltre 130 persone, in gran parte giovani, grazie al cui contributo sono state distribuite oltre 24mila mascherine ai 7.800 nuclei familiari della nostra città, mentre altre 4mila mascherine (donate da enti privati e singoli cittadini) sono state distribuite ad associazioni, Casa di Riposo, Ospedale, Guardia di Finanza, Carabinieri, Vigili del Fuoco e ai bambini, ragazzi, ed educatori dei progetti estivi.

Insomma, la pandemia che ha colpito anche la nostra città, ricordandoci che non ci si salva da soli. Lo stesso don Milani scriveva: «Ho imparato che il problema degli altri è uguale al mio. Sortire tutti insieme è politica, sortire da soli è avarizia». Questo male comune ci ha fatto rammentare cosa sia il bene comune, ovvero la nostra comunità.

Tornate in alto


***********************

Clicca per ingrandire

PARI OPPORTUNITÀ: AIUTI CONCRETI ALLE DONNE VITTIME DI VIOLENZA

Dicembre 2020

Per il 2020/21 la Rete interistituzionale antiviolenza A.R.I.A (a cui afferiscono i Comuni dei quattro ambiti, ovvero Chiari, Palazzolo, Iseo e Orzinuovi) ha impegnato circa 13mila euro a copertura della messa in protezione per il primo mese di comunità di cinque donne vittime di violenza, di cui una mamma con tre figli minori.
Impegni importanti che sono diventati ancora più cruciali durante la pandemia. Infatti, il lockdown ha significato per molte donne già vittime di violenza rimanere in casa con il loro aguzzino.

Già dal 2015 sul nostro territorio è aperto uno Sportello Antiviolenza dove le donne in difficoltà trovano persone preparate ad ascoltarle o ad incontrarle: persone che sono lì per informare, affiancare, sostenere e accompagnare le donne maltrattate e progettare insieme un percorso di uscita consapevole dalla violenza. Basta chiamare il 349 953 0729.
Mentre dal 2019 anche nel Comune di Chiari è presente una panchina rossa con lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza a riflettere sul fenomeno e a ricordare tutte quelle donne vittime di femminicidio e di ogni tipo di violenza.

Tornate in alto


***********************

Clicca per ingrandire

26 SETTEMBRE 2020: FESTA DELLA FAMIGLIA

Dicembre 2020

Anche questa edizione, particolare a causa della situazione sanitaria, ha visto tanti bambini giocare e divertirsi in sicurezza, grazie alla presenza delle associazioni che hanno aderito all'iniziativa nel meraviglioso parco di Villa Mazzoti.

Tornate in alto


***********************

Clicca per ingrandire

PARI OPPORTUNITA'

Dicembre 2019

Il tema della violenza alle donne è ancora purtroppo di grande attualità ed in crescita. Sono molte le forme di violenza nei confronti delle donne, pertanto occorre rompere il silenzio, occorre non sottovalutare e tacere sui primi segnali di pericolo per evitare situazioni irrimediabili, occorre impegnarsi ciascuno nel proprio ruolo ad affermare il diritto che ognuno debba essere trattato con dignità e rispetto.

Il Comune di Chiari ha aderito alla rete interistituzionale antiviolenza A.R.I.A (a cui afferiscono i comuni dei quattro ambiti di Chiari – Palazzolo s/O – Iseo – Orzinuovi ) che ha il compito di mettere in atto azioni concrete a favore delle donne e altri soggetti deboli, di formare operatori del settore , di raccogliere dati ed elaborazioni statistiche, di avviare campagne di informazione e di sensibilizzazione sul territorio.

Dal 2015 sul nostro territorio è aperto uno sportello antiviolenza dove le donne in difficoltà trovano attraverso l’ascolto telefonico, colloqui, valutazione del rischio, lavoro in rete con le istituzioni, un concreto aiuto: un servizio su cui si intende continuare ad investire in termini di risorse ed attenzioni.

In occasione della Giornata internazionale contro l’eliminazione della violenza contro le donne l’assessorato in collaborazione con Rete Daphne – Fondazione Razzetti onlus di Brescia – l’IS “Einaudi”di Chiari – Pro Loco di Chiari – Ass. Idea Teatro – Lions Rovato - il 23 e il 24 Novembre ha messo in campo una serie di iniziative per mettere a fuoco l’importanza di educare, di sensibilizzare e di lavorare in sinergia , a partire dalle giovani generazioni, per costruire una cultura del rispetto della persona in quanto tale: la grande partecipazione agli appuntamenti denota l’attenzione della nostra città alla tematica. Infine, anche la città di Chiari ha inaugurato la “Panchina rossa” con lo scopo di sensibilizzare la cittadinanza a riflettere sul fenomeno e a ricordare tutte quelle donne vittime di femminicidio e di ogni tipo di violenza: un simbolo, uno dei tanti, di una volontà di continuare a porre attenzione al tema.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Costruire sempre più una Comunità coesa. Inclusione, nuove fragilità, famiglia.

Dicembre 2019

Inclusione, nuove fragilità, famiglia, queste le parole chiave che orienteranno il mandato dell’Assessorato alle Politiche Sociali e alla Persona. L'obiettivo: cercare di costruire una comunità sempre più attenta, solidale, accogliente.

La volontà è quella di consolidare, nei prossimi anni, un Welfare di comunità capace di rispondere alla crescente domanda di servizi, di risorse, di interventi.

Per fare questo sarà necessario affiancare, al prezioso e complesso lavoro dei nostri Servizi Sociali, una rinnovata capacità di ascolto, anche attraverso il coinvolgimento di realtà presenti sul territorio.

Condividere progetti e strategie con coloro che da sempre si occupano dell'inclusione e dell'incontro sarà uno degli strumenti da mettere in campo, così come prevede il Piano Regolatore del Sociale 2019-2021, documento programmatico che definisce le politiche sociali del Comune e in cui sono stati mappati e individuati sia i bisogni che la domanda di "sociale" dei cittadini clarensi. Particolare attenzione sarà da prestare alle tematiche della povertà e della solitudine, due tra le dimensioni più urgenti che chiedono, anche alla nostra città, uno scatto d'orgoglio per crescere in termini di capacità nelle relazioni, per divenire più solidale.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

SPORTELLO FAMILY

Dicembre 2019

Ha compiuto un anno lo sportello Family : un servizio gratuito e in forma anonima di ascolto e consulenza psico-educativa a supporto delle famiglie clarensi che percepiscono difficoltà, più o meno critiche, nel relazionarsi con i loro figli e non sanno come comportarsi o a chi rivolgersi.

I genitori inoltre possono chiedere aiuto allo sportello se sentono la necessità di approfondire la propria conoscenza in merito ai cambiamenti (fisici, emotivi, comportamentali, …) che osservano nei loro figli nel corso della crescita o se desiderano far luce e cercare di comprendere meglio alcuni atteggiamenti che destano loro preoccupazione.

Lo spazio Family è uno spazio neutro e non giudicante di riflessione circa il ruolo genitoriale, ma anche rivolto a tutte quelle figure professionali(educatori – insegnanti) che hanno direttamente a che fare con i bambini e ragazzi.

Il numero crescente delle presenze denota quanto il servizio, in cui l’Amministrazione comunale ha fortemente creduto, sia apprezzato da chi si è rivolto.

Tornate in alto

***********************

CONCILIAZIONE LAVORO – FAMIGLIA

Dicembre 2019

Nel periodo estivo l’Amministrazione Comunale è stata presente all’incontro della Rete Territoriale di conciliazione LAVORO-FAMIGLIA (di cui fanno parte i Comuni degli ambiti territoriali Monte Orfano, Sebino, Oglio Ovest e Brescia Ovest) per la realizzazione di azioni al fine dell’assegnazione di voucher a favore dei lavoratori delle imprese aderenti al progetto; quest’anno nell’elenco delle imprese profit e non profit si sono aggiunte due realtà del territorio clarense i cui dipendenti potranno avere la possibilità di beneficiare di alcune misure a sostegno nei compiti di cura dei propri figli.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Aiuto per le famiglie:
lo sportello «Chiari Family» compie un anno

Lo sportello clarense pensato appositamente per le famiglie spegne la sua prima candelina. Infatti, proprio un anno fa - il 17 luglio del 2018 - il «Chiari Family» effettuava la sua primissima apertura.

Il progetto, molto caro all’Amministrazione comunale, nel corso di questo primo anno di attività ha perseguito l’obiettivo di offrire un servizio - gratuito e in forma anonima - di ascolto e consulenza alle famiglie clarensi alle prese con piccole e grandi difficoltà legate al complesso mondo delle relazioni familiari (in particolare a quelle criticità connesse al divenire e all’essere genitore). Un servizio che non ha voluto e non vuole sostituirsi ai servizi per la famiglia già presenti sul territorio, ma interagire con essi in una complementarietà di intenti.

«Anche nell’anno a venire, lo sportello proseguirà nel suo intento di favorire percorsi di riflessione - ha dichiarato Vittoria Foglia, neo assessore ai Servizi alla Persona e già artefice l’anno scorso in qualità di consigliere comunale della nascita dello sportello - Lo scopo è rinforzare le competenze genitoriali, riflettere circa le problematiche legate alla preadolescenza e adolescenza e alle nuove situazioni derivanti dal divenire padre o madre; ma anche gestire le difficoltà del rapporto con la rete familiare allargata e del complesso rapporto tra scuola-famiglia». Insomma, temi cruciali e di assoluta attualità.

Lo sportello «Chiari Family» si trova a piano interrato della Biblioteca Comunale Sabeo di Chiari e per accedervi è necessario fissare un appuntamento con la psicologa responsabile: basta telefonare al 338 372 3993. Come detto, il servizio è sempre gratuito e anonimo.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Nuove reti e azioni di inclusione: è nato il nuovo Piano regolatore del Sociale
Dicembre 2018

L’individuazione delle aree di lavoro - come povertà, disagio, disabilità, minori, famiglie e anziani - ma anche l’analisi del sistema di welfare e le dimensioni di vulnerabilità e di fragilità, oltre che il valore dei gruppi nella società, il concetto di prossimità e il concetto di disagio. Sono stati questi gli argomenti di indagine del nuovo Piano regolatore del Sociale: un lavoro realizzato tra gennaio e ottobre 2018, sotto la guida del prof. Walter Tarchini dello studio PS di Milano.
I lavori hanno coinvolto l’assessore alle Politiche Sociali, i cinque consiglieri del Tavolo Sociale, la Dirigente dei Servizi Sociali (con il supporto di tecnici e amministrativi dell'ufficio Servizi Sociali), ma anche le associazioni Auxilium e Il Faro 50.0, l’ACLI, l’associazione genitori Gli Equilibristi e le cooperative La Nuvola, La Loggia (dall'1/08/2018 denominata La nuova età) e Sana; oltre a molti cittadini coinvolti con un ruolo di connessione fra istituzioni e popolazione.
Grazie a questa preziosa opera di studio, è stata poi costruita una mappa degli interlocutori del territorio che si sono successivamente incontrati, dedicando attenzione ai centri di ascolto ed ai caregiver. Il percorso si è concluso con la stesura di una bozza condivisa del nuovo piano, contenente una visione innovativa di fragilità e disagio, nonché alcune proposte concrete per costruire reti di sostegno sul territorio. Tra queste, i gruppi di auto-aiuto, il microcredito, lo sportello di orientamento per dimissioni ospedaliere, il Caffè Alzheimer, la riapertura del Centro Ricreativo, il Gruppo SOS per emergenze varie, la Banca del Tempo e la banca dati per lo scambio di informazioni tra servizi (al fine di ottimizzare il lavoro di rete).
Il piano - il cui obiettivo è identificare precocemente il disagio ed intervenire con azioni preventive, al fine di creare una rete sociale solidale di supporto - verrà prossimamente illustrato in dettaglio alla cittadinanza.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Controllo del radon negli edifici pubblici - Ecco i primi risultati parziali
Giugno 2018

Il radon è un gas radioattivo molto pericoloso per la salute umana, che si accumula all'interno delle abitazioni (cancerogeno quando inalato). La principale fonte di radon risulta essere il terreno: perciò la sua presenza è diversa nei vari edifici ed è fortunatamente misurabile.
Ecco perché è stata avviata un'attività di monitoraggio per un anno all'interno di tutti gli edifici pubblici, i cui risultati verranno diffusi alla cittadinanza. Il progetto, iniziato nel 2017, si concluderà a breve e verranno comunicati poi i dati finali alla popolazione.
Già ora è possibile conoscere i risultati preliminari relativi alle rilevazioni dei primi sei mesi, che riguardano le misurazioni che hanno incluso il periodo estivo, in cui gli ambienti sono areati: vale la pena specificarlo, dato può darsi che i dati annuali (compresi quindi quelli invernali) risultino peggiori dei preliminari.
Al momento, dai rilievi effettuati dall'Arpa risultano a rischio esclusivamente tre ambienti: l’aula informatica e la palestra della scuola primaria del Santellone, e lo spogliatoio del personale dell'asilo nido (anche se in quest'ultimo, in realtà, c'è solo una breve permanenza delle persone).
La problematica in questo caso verrà risolta da sé in seguito alla cessazione dell'utilizzo dei locali a rischio, cosa che avverrà a breve per il trasferimento in centro dell'istituto scolastico; un futuro e diverso utilizzo degli stessi richiederà un preventivo intervento per evitare il sussistere di situazioni critiche.

Tornate in alto

***********************

Chiari contro il gioco d’azzardo - Prosegue il progetto A che gioco giochiamo?!
Giugno 2018

Nel 2017 in Lombardia sono stati giocati 14,5 miliardi di euro, per una cifra pro capite che mediamente risulta di circa 350 euro e che a Chiari sale a circa 919,55 euro per abitante. Non solo.
Il 52% dei ragazzi dichiara di aver avuto esperienze d’azzardo. In particolare, tra i ragazzi il 9% ha giocato alle slot, il 6% online, il 22% alle scommesse, il 42% ai gratta e vinci: un fenomeno particolarmente allarmante in questa fascia d'età, spesso veicolato da un'abitudine familiare.
Sono dati decisamente preoccupanti quelli presentati da un'indagine pilota presentata alla Terza Giornata sul contrasto all'azzardo in Regione Lombardia, che hanno spinto l’Amministrazione comunale di Chiari ad avviare e seguire con fermezza il progetto A che gioco giochiamo?!, dedicato appunto al contrasto al gioco d’azzardo: un’iniziativa che punta moltissimo sulla prevenzione.
Il progetto (per il quale è stato vinto un bando regionale) è stato avviato a luglio 2017 tra Chiari (promotore ed Ente capofila) e i Comuni dell'ambito, l’ATS e l’ASST e gli istituti scolastici CFP Zanardelli di Chiari e Golgi di Rovato. Il progetto si concluderà a luglio 2018, anche se nella realtà proseguirà nel tempo con azioni concrete sul territorio.
Tra gli ambiti in cui si è operato, ci sono stati quello dell’informazione e della comunicazione (con diversi incontri informativi con gli alunni), la formazione degli agenti di Polizia locale di Chiari e di altri Comuni sul contrasto specifico al gioco, la formazione dei referenti servizi sociali e dei referenti delle associazioni e in futuro saranno previste formazioni presso le associazioni anziani, considerando che proprio la popolazione più a rischio risulta rappresentata sia giovani, sia anche dagli anziani.
Inoltre, si sono tenute precise azioni di controllo ad opera della Polizia locale, che ha mappato e iscritto nel Casellario Regionale i luoghi dediti al gioco.
Proprio grazie alla sinergia tra questa molteplicità di azioni, il progetto avrà impatto anche nel futuro, grazie alle azioni concrete di monitoraggio continuo del territorio e grazie alla preparazione al contrasto del fenomeno tramite la formazione di tutti i soggetti coinvolti.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Imparare gratuitamente l’uso del defibrillatore
Giugno 2018

All’interno della XI edizione di Chiarissima molti cittadini clarensi sono stati addestrati all'uso del defibrillatore. I corsi BLSD di rianimazione cardiopolmonare sono stati offerti gratuitamente alla cittadinanza dal Comune, grazie alla disponibilità dei Volontari del Soccorso e soprattutto dei formatori regionali ANPAS. Considerando che sul nostro territorio sono ormai installati molti defibrillatori e le persone abilitate al loro utilizzo sono più di duecento, si può considerare Chiari un Comune cardioprotetto.

Tornate in alto

***********************

Gruppi di cammino anche d’estate
Giugno 2018

Prosegue l'attività dei Gruppi di Cammino: tutti i lunedì, mercoledì e venerdì con partenza alle 17 davanti al Comune. Per informazioni e iscrizioni è possibile rivolgersi all’accoglienza in Comune (bancone all’ingresso del Municipio), o all’ufficio Servizi Sociali.

Tornate in alto

***********************

Lotta alla zanzara tigre
Giugno 2018

Come ogni anno, da maggio ad ottobre, il Comune è attivo nelle azioni di contenimento della zanzara tigre. Le azioni messe in campo prevedono il trattamento con larvicidi dei tombini e delle caditoie e la disinfestazione con adulticidi nei casi di emergenza. La lotta alle zanzare, però, necessita di un coinvolgimento attivo dei cittadini. Per conoscere i sistemi di prevenzione e l'entità delle sanzioni si invita a prenderne visione sul sito internet comunale alla voce Amministrazione Trasparente/Informazioni ambientali).

Tornate in alto

***********************
Lotta al gioco d'azzardo: Chiari in prima linea con:

Clicca per ingrandire

LOTTA AL GIOCO D’AZZARDO: CHIARI IN PRIMA LINEA CON “A che gioco giochiamo?!”
Dicembre 2017

Formazione, sensibilizzazione, attivazione di controlli e politiche di sostegno. Il tutto sostenuto dalla volontà e dall’esigenza di voler contrastare in modo deciso la problematica del gioco d’azzardo patologico. ùùÈ con questo obiettivo che il Comune di Chiari, in particolare l’Assessorato ai Servizi sociali, il 3 luglio 2017 ha avviato A che gioco giochiamo?!: progetto che ha ottenuto un finanziamento di 30mila euro, grazie al bando della Regione Lombardia per il contrasto al gioco patologico, che vede la partnership dei Comuni appartenenti all’Ambito distrettuale 7 – Oglio Ovest, dell’ATS Brescia, dell’ASST Franciacorta, dell’associazione Amici del Calabrone, del centro studi di ricerca Socialis, degli istituti superiori Einaudi e Gigli, dell’Associazione Amici Pensionati e Anziani e del Circolo Acli.Il progetto avrà una durata annuale in cui il Comune realizzerà diversi interventi finalizzati al contrasto della patologia. Innanzitutto verrà predisposta la formazione degli attori coinvolti (Forze dell’Ordine, Amministratori, Istituti Scolastici, Operatori sociali e del Terzo settore) al fine di fornire gli strumenti per fronteggiare il fenomeno. Inoltre, verranno eseguite specifiche azioni di mappatura del territorio con particolare attenzione ai luoghi sensibili, si cercherà di ridurre nuove installazioni di videoslot e si organizzeranno eventi no-slot in stretta collaborazione con il territorio.

Un ruolo di fondamentale importanza verrà rivestito dall’opera di prevenzione svolta nella scuola presso gli Istituti di istruzione superiore che hanno aderito al progetto e dalle campagne informative e di sensibilizzazione per il target adulto, fascia d’età particolarmente a rischio visto che il fenomeno coinvolge molte persone in età avanzata (soprattutto donne over 60).

Tornate in alto

***********************

GRANDE PROGETTO DI CAMPIONAMENTO DEL RADON A TUTELA DELLA SALUTE NEGLI EDIFICI PUBBLICI
Dicembre 2017

È tuttora in corso d’opera il monitoraggio nelle scuole e negli edifici pubblici della città per la rilevazione dell’eventuale presenza di radon: un gas radioattivo naturale, incolore e inodore, che proviene dal sottosuolo.

Il monitoraggio, iniziato fattivamente in aprile 2017 e con termine previsto nell’aprile 2018, sarà concluso dai test specifici eseguiti da ARPA (l’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale – Centro Regionale di Radioprotezione con sede in Bergamo), così da permettere poi all’Amministrazione comunale di prendere eventualmente provvedimenti al riguardo. Complessivamente saranno monitorati circa 200 punti di controllo sul territorio. Ma cos’è il radon e perché è importante sapere se c’è? Il radon deriva dall’uranio: materiale naturale presente ovunque sulla Terra (in quantità variabili) che, come è noto, è radioattivo. Di conseguenza anche il radon - sostanza gassosa - è radioattivo: respirarlo a lungo può provocare seri danni ai bronchi e ai polmoni, aumentando anche la possibilità di contrarre il tumore al polmone (la cui causa principale resta il fumo di sigaretta). I locali più a rischio sono ovviamente quelli interrati, o al piano terra (ovvero, più vicini al suolo da dove il radon si sprigiona). Per minimizzarne gli effetti si può aumentare la ventilazione degli spazi e limitare la presenza delle persone in questi ambienti, ma anche intervenire sulle caratteristiche costruttive dell’edificio.

Tuttavia, per attuare questi provvedimenti bisogna per l’appunto prima di tutto verificare la presenza, o meno del radon: un lavoro di monitoraggio che richiede un minimo di sei mesi e un massimo di un anno di tempo (dato che le concentrazioni di radon possono cambiare a seconda della stagione): i rilevatori utilizzati nei vari punti delle scuole e degli edifici pubblici clarensi verranno poi sottoposti alle analisi di laboratorio dell’ARPA.

Tornate in alto

***********************

MENSA SCUOLE NO ALLO SPRECO DI CIBO, ANCHE LE SCUOLE ENTRANO NEL PROGETTO
Dicembre 2017

Continua l’attività della Dispensa Solidale nata nel 2015 e finalizzata all’erogazione di risorse alimentari in favore di famiglie e persone sole in condizione di disagio socio economico. Si è intensificata l’opera di recupero del cibo a favore dei soggetti indigenti grazie al coinvolgimento delle scuole. A partire dal mese di aprile 2017, l’Associazione Circolo Acli di Chiari, come ente capofila del progetto La Dispensa Solidale, in collaborazione con Unitalsi, Centro Aiuto alla Vita, Caritas, San Vincenzo de Paoli e Chiari Servizi, ha iniziato l’attività di recupero del cibo non scodellato dalle mense scolastiche clarensi al fine di distribuirlo a circa quindici famiglie residenti segnalate dal Servizio Sociale Comunale, evitando che venga smaltito come rifiuto. Il progetto si è potuto realizzare grazie alla collaborazione della ditta Ser Car, che ha in appalto il servizio di ristorazione scolastica, la quale si è resa disponibile a svolgere il trasporto dei contenitori preparati con il cibo dalle sedi scolastiche al centro di distribuzione.

Un recupero virtuoso che si aggiunge alle attività già in essere, ovvero l’erogazione settimanale di risorse alimentari a favore di circa 130 famiglie e persone sole in difficoltà economica, grazie al recupero del cibo fresco in scadenza nei supermercati delle grandi distribuzioni, attuato proprio dal progetto dell’Amministrazione di Chiari.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Violenza contro le donne
Aprile 2017
Violenza contro le donne ecco i dati del territorio clarense e dell’ovest bresciano

Il comune di Chiari collabora con i comuni del Sebino e dell’Ovest Bresciano e con l’associazione “Rete di Daphne” su un progetto articolato e completo per la prevenzione della violenza di genere e per il sostegno e l’accompagnamento delle donne vittime di violenza.
Secondo i dati di una ricerca nazionale del 2016, il costo della violenza è risultato elevatissimo e precisamente di circa 2,37 miliardi di euro così distribuiti: 460,4 milioni di costi sanitari, 158 per cure psicologiche e 44,5 milioni per consumo di farmaci, 253,7 milioni per ordine pubblico, 421.3 milioni giudiziari e 289,9 per spese legali, 604,6 milioni di perdita economica per le imprese, 6,3 milioni di investimento per la prevenzione.
In questo scenario Rete di Daphne vuol essere un punto di riferimento attraverso la creazione di una rete di alloggi sicuri e luoghi di prima emergenza con la possibilità di fornire alle ospiti una prospettiva futura. In parallelo sono stati organizzati incontri con insegnanti, associazioni di volontariato ed amministrazioni locali con l’obiettivo di mettere in atto azioni volte a sensibilizzare ed a prevenire la violenza contro le donne.

 

A Chiari è stato istituito uno sportello di Ascolto strutturato in modo da offrire servizi completi per ogni richiesta, sono attive circa 15 volontarie, una referente, una psicologa, un avvocato che segue le pratiche in regime di gratuito patrocinio.
Le volontarie hanno frequentato un corso di formazione gestito da due professioniste con lunga esperienza nel campo. Grazie ad un progetto curato da due psicologhe volontarie la rete di Daphne ha ottenuto un microcredito da parte della Comunità
Bresciana ed un riconoscimento economico da parte della Chiesa Valdese. Questi sono i numeri del nostro territorio nel 2016: si sono rivolte allo sportello 38 donne di cui 7 ospitate presso la Casa di Dorothy ( casa rifugio per donne vittime di violenza), 12 di queste risultano residenti nell’ambito di Chiari, di cui tre si sono rivolte direttamente allo sportello di ascolto. Le segnalazioni sono state inoltrate perciò per lo più dai Servizi Sociali, dalle Forze dell’Ordine, dal Pronto Soccorso dell’Azienda Ospedaliera e dal Consultorio dell’ASST di Chiari.
La richiesta maggiore di consulenze è stata psicologica, 8 consulenze legali di cui tre procedimenti con il gratuito patrocinio e per tre donne ingresso in casa protetta.
Per il 2017, oltre al consolidamento e potenziamento delle attività in atto, vorremmo ampliare le attività di prevenzione della violenza di genere con dei corsi di formazione per insegnanti sulla “Violenza Assistita”gestiti dalle Dott.sse Madesani Paola e Fontana Laura che già collaborano per questi progetti con le istituzioni dell’ovest bresciano e con quelle del capoluogo cittadino. Per il futuro è prevista anche l’ organizzazione di gruppi di donne a cui proporre corsi di scrittura autobiografica, incontri per scambio di esperienze ed auto-mutuo aiuto.
Sono convinta che purtroppo questi dati rappresentino solo la “punta dell’iceberg” e che la parte sommersa del fenomeno sia sempre più vasta, credo nell’importanza del lavoro di prevenzione e della necessità di un cambiamento culturale che parta dall’educazione scolastica e famigliare. Invito, in fine, chi ne abbia necessità a rivolgersi al 349 9530729 per l’emergenza violenza sul nostro territorio.

Quando un inquilino NON RIESCE A PAGARE L’AFFITTO può Rivolgersi al Comune.

Aggiornamento sui contributi già dati e da dare per aiutare gli inquilini che non riescono a pagare l’affitto. Il Comune di Chiari ha già erogato parte dei fondi regionali per aiutare gli inquilini che non riescono a pagare l’affitto. Riassumo brevemente l’ammontare di quanto già distribuito e di quanto ancora a disposizione.

- Una parte dei contributi è destinata alla copertura di situazioni di forte morosità dovuta a perdita del lavoro o consistente riduzione dei guadagni del nucleo familiare. Hanno aderito per ora 31 locatori per contributi erogati corrispondenti a 69.786 euro; i fondi a diposizione sono 115.472 euro più altri 45.829.

- Altri fondi riguardano invece inquilini titolari di regolare contratto di locazione con morosità inferiore ai 3000 euro; il contributo erogato al proprietario è di 1000 euro, con l’impegno a non effettuare lo sfratto per i successivi dodici mesi. Sono a disposizione nelle casse comunali per questo progetto 23.887 euro.
- Sono disponibili contributi per assegnatari degli alloggi comunali. A questo scopo sono destinati euro 4800, i possibili beneficiari risultano attualmente 4 nuclei familiari.
- Infine sono stati erogati fondi finalizzati a sostenere nuclei familiari con morosità incolpevole e procedura di sfratto già avviata. Sono a disposizione complessivamente 144.044 euro, in acconto inviati 81.891 euro.

L’importo cedibile per sanare la morosità può arrivare fino a 12.000,00 euro massimo e sarà erogato direttamente al proprietario dell’immobile.
Lo scopo dei finanziamenti è:
1) sanare la morosità incolpevole
2) versare rate dell’affitto qualora il proprietario dell’immobile consenta il rinvio dell’esecuzione di sfratto
3) assicurare il versamento di un deposito cauzionale per un nuovo contratto di locazione
4) assicurare il versamento di un numero di mensilità relative ad un nuovo contratto non superiore a 24
Si invitano gli interessati a rivolgersi allo sportello presso i Servizi Sociali del Comune.

Tornate in alto

***********************
Laura Capitanio (Presidente del Consiglio Comunale)
Laura Capitanio
Presidente del Consiglio Comunale
Politiche per la Valorizzazione di Villa Mazzotti e del suo Parco

Clicca per ingrandire

DIRITTI CIVILI: CHIARI CHIEDE LA LIBERTÀ PER PATRICK ZAKI

Settembre 2021

Il Comune di Chiari si associa alla richiesta unanime del nostro Paese di libertà per Patrick Zaki. Patrick George Zaki – ricercatore dell’Egyptian Iniziative for Personal Rights e attualmente studente all’Università Alma Mater Studiorum di Bologna – è detenuto nelle prigioni del Cairo dall’8 gennaio 2020 e rischia fino a 25 anni di carcere per dieci post di un account Facebook, che la sua difesa considera ‘falso’, ma che ha consentito alla magistratura egiziana di formulare pesanti accuse di “incitamento alla protesta” e “istigazione a crimini terroristici”. Nel suo Paese avrebbe dovuto trascorrere solo una vacanza in compagnia dei suoi cari in una breve pausa accademica dagli studi, per rientrare successivamente a Bologna dove amici e colleghi lo attendono. Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità la mozione rivolta all’adesione dell’amministrazione comunale di Chiari alla campagna “Free Patrick Zaky, prisoner of conscience" promossa da Amnesty International e all’impegno di sensibilizzazione sul tema dei Diritti Umani. Sulla facciata del Municipio è esposto lo striscione, simbolo di adesione alla campagna, e a breve inizierà un ciclo di incontri tematici di approfondimento e confronto.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

CONSEGNA DELLA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA AI NEODICIOTTENNI DI CHIARI

Dicembre 2020

È diventata una bella tradizione: il 2 giugno - in occasione della Festa della Repubblica Italiana - si è svolta la consegna della Costituzione ai neodiciottenni della nostra Città. Quest'anno a fronte delle norme di contenimento dell'epidemia da Covid-19, non è stato possibile tenere la cerimonia nella forma tradizionale. Tuttavia, il Sindaco e l'Amministrazione Comunale non hanno voluto rinunciare a questo momento dal forte valore simbolico e quindi i nostri giovani concittadini hanno ricevuto il testo della Costituzione per mano degli Amministratori che hanno effettuato la consegna porta a porta (nel rispetto delle normative anti- Covid), incontrando uno per uno tutti i nuovi cittadini adulti della nostra comunità.

Tornate in alto

***********************
Michela Martinazzi (Consigliere Comunale)
Michela Martinazzi
Politiche di Valorizzazione del Centro cittadino, per l’animazione dello stesso con eventi e spettacoli, nonché per il miglioramento della vivibilitá con la posa di arredi e essenze arboree, Promozione di Progetti di rafforzamento dei legami tra Scuola e Sport

Clicca per ingrandire

PERCHE' IL NATALE QUANDO ARRIVA, ARRIVA

Dicembre 2020

Perchè il Natale quando arriva, arriva. E anche se per molti di noi sarà un Natale meno sentito è giusto non rovinare la magia ai piccoli e a chi proprio perché più in difficoltà ne ha più bisogno. Erroneamente, ascoltando i telegiornali quando si parla del Natale si fa sempre riferimento a montagna e regali, ebbene il Natale è ben altra cosa. Il Natale è famiglia (qualsiasi tipo di famiglia), il Natale è magia, è amore, è calore, è stupore, è riflessione. Non dimentichiamoci che il periodo natalizio è quello che precede l’anno nuovo ed è quindi sempre accompagnato da bilanci e desideri per il futuro.

L’Amministrazione ha voluto riempire di luce la città per illuminare le giornate buie che ci aspettano e per creare quel clima di magia, tipico dei piccini, anche per quelli un po’ più cresciuti. La luce combatte l’oscurità, regala chiarezza e maggiore sicurezza. L’allestimento percorrerà le quattro vie delle Quadre. Un tetto su tutto il ring interno per arrivare, entrando in Piazza Zanardelli a creare un cielo stellato lasciando all'immaginazione di tutti, i migliori dei pensieri.

In piazza delle Erbe, grazie alla Proloco, sarà' allestito un grande albero di Natale. Sarà posizionato poi, nel tratto di castrina che circonda la sede del Comune, un letto di stelle, quasi fosse indicazione per accedere al nostro centro storico. Anche il Comune sarà decorato con immagini a tema, proiettate sulla sua facciata.
Che la luce illumini il nostro cammino e ci guidi sicura in un anno nuovo, speriamo più sereno di quello che ci lasceremo volentieri alle spalle.

Tornate in alto

***********************
Goffi Lodovico
Goffi Lodovico
Politiche ai Rapporti con le Quadre e dei Progetti di Riduzione delle Barriere architettoniche sul territorio comunale

Clicca per ingrandire

Palio delle Quadre. La tradizione che getta le basi per l’innovazione.

Dicembre 2020

Le Quadre cittadine sono e saranno sempre la rappresentazione della nostra unità. A maggior ragione in un anno come quello che stiamo vivendo, dove il senso di appartenenza e la reciproca solidarietà rappresentano la chiave per superare le grandi difficoltà attuali.

Quest’anno la scelta di organizzare comunque la manifestazione delle Quadre va ben oltre la consueta tradizione. Abbiamo deciso di dare un segnale forte alla città, sia economico dando opportunità lavorative a tutti coloro che per diverse mansioni operano per la realizzazione sia simbolico, poiché la città meritava un riconoscimento per il grande sacrificio sopportato nei mesi precedenti e il comportamento virtuoso tenuto. Un’edizione sicuramente diversa e “mascherata”, svolta nel pieno rispetto delle norme anti covid e di buon senso ma ugualmente “aperta” seppur non in presenza. L’Amministrazione ha infatti scelto di trasmettere in streaming le due serate principali per permettere ai clarensi di fruire il concerto e lo spettacolo comodamente seduti nelle proprie case.

Clicca per ingrandire

Palio delle Quadre. La tradizione che getta le basi per l’innovazione.

Dicembre 2019

Grazie al lavoro svolto negli ultimi anni, la settimana delle Quadre ha acquisito ancor più rilevanza su tutto il territorio, come testimoniato dall’alta partecipazione nelle recenti edizioni; la volontà è indubbiamente quella di proseguire lungo il percorso già intrapreso, con l’obiettivo di rendere sempre più ricca e coinvolgente la manifestazione del Palio.

Tantissime le potenzialità che la Settimana esprime, molti gli aspetti positivi che ad oggi rendono il Palio delle Quadre un evento irrinunciabile per la nostra città.

L’obiettivo per la prossima edizione è quello di valutare la possibilità di inserire ulteriori momenti d’incontro per la comunità, come attività per i più giovani, ulteriori spazi dedicati alla cultura ed un’attenzione maggiore all’anima sportiva dell’evento; tutto questo ipotizzando la collaborazione e la valorizzazione di varie realtà e associazioni clarensi, ovviamente senza mai sottrarre la centralità dell’offerta di Cortezzano, Marengo, Villatico e Zeveto, a cui sempre va la riconoscenza per la dedizione con cui permettono la riuscita della manifestazione.

Tornate in alto

CHIARI, CITTÀ SENZA BARRIERE

Dicembre 2019

Uno dei cruciali obiettivi dell’attuale Amministrazione comunale è l’ulteriore riduzione delle barriere architettoniche.
In tal senso si sta lavorando di concerto con gli uffici competenti per andare man mano a ridurre gli ostacoli fisici ma la volontà è quella di migliorare la collaborazione con la cittadinanza al fine di sensibilizzare sul problema della mobilità ridotta e sulle buone pratiche da adottare affinché la città sia vivibile per tutti. Nelle prossime settimane prenderà il via uno studio ed una mappatura del territorio e delle sue problematiche al fine di procedere verso l’abbattimento degli ostacoli che, ancora oggi, limitano gli spostamenti o la fruizione di servizi ai nostri concittadini che vivono, permanentemente o temporaneamente, con limitata capacità motoria o sensoriale.

Questo lavoro andrà necessariamente strutturato con una visione prospettica: in tal senso ritengo necessario l’inserimento di clausole nei capitolati d’appalto per lavori pubblici, quindi obblighi per le imprese appaltatrici di rispetto delle normative e delle leggi vigenti sul tema delle barriere.

D’altro canto, non solo si cercherà di individuare appositi canali dedicati, destinati a raccogliere utili ed importanti segnalazioni dai cittadini, ma si ragionerà sullo sviluppo di progetti volti a coinvolgere i nostri bambini e ragazzi: grazie a loro potremo attuare una trasformazione che porti all’eliminazione di ogni tipo di barriera nella nostra comunità.

Tornate in alto

***********************
Baresi Rachele
Baresi Rachele
Politiche di Relazione con le Associazioni e Gruppi di cittadini stranieri sul territorio comunale

Clicca per ingrandire

FESTA DI FINE RAMADAN 2021: INCONTRO E COLLABORAZIONE

Settembre 2021

Lo scorso giovedì 13 maggio 2021 il parco della Villa Mazzotti ha ospitato la celebrazione di Eid al Fitr, cioè la Festa di fine Ramadan. La collaborazione tra l'Amministrazione comunale e l'associazione Dialogo e Convivenza ha permesso un’ottimale organizzazione del momento di preghiera, che si è svolta nelle prime ore del mattino. Inoltre, l'ampio spazio messo a disposizione ha permesso lo svolgimento della celebrazione in sicurezza e nel completo rispetto dei regolamenti previsti dalla situazione attuale. Insomma, un’occasione di incontro, parte del percorso di integrazione e interazione su cui, come Amministrazione, stiamo lavorando.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Chiari, una città che incontra. Confronto, e condivisione.

Dicembre 2019

Costruire una rete di rapporti con le associazioni e i gruppi di stranieri legalmente residenti sul territorio clarense, per confrontarsi e condividere interventi di formazione e informazione ed attivare azioni di mediazione culturale. L’obiettivo è quello di approfondire la conoscenza delle realtà attualmente esistenti in città: partendo dai dati anagrafici, si punterà alla creazione di momenti di incontro e confronto costruttivo con queste fette di popolazione, attraverso il contatto diretto con tutte le realtà più o meno strutturate che creano percorsi di supporto ed inclusione.

In particolare, tra i punti che formano questo macro obiettivo c’è quello di intercettare particolarmente le donne (al fine della loro maggiore inclusione nella società) e di ipotizzare la costituzione di una Consulta dei cittadini e cittadine stranieri residenti a Chiari, che possa essere un valido strumento per dialogare con la cittadinanza proveniente da altri Paesi e migliorare il necessario processo di integrazione.

Tornate in alto

***********************
Vezzoli Cristian
Vezzoli Cristian
Politiche per i Rapporti con le Associazioni e le Societá Sportive del territorio

Clicca per ingrandire

UN’ESTATE ALL’INSEGNA DELL’ATTIVITÀ MOTORIA ALL’ARIA APERTA

Settembre 2021

Da martedì 1 giugno a sabato 31 luglio, Sport nei Parchi anima l’estate clarense con tantissime attività all’aria aperta per grandi e bambini: un modo sano per tornare a usufruire degli spazi della propria città e ritrovare una sicura socialità. Tantissime le realtà clarensi che hanno aderito al progetto, dando la propria disponibilità e il proprio contributo a favore della collettività, offrendo attività motorie o sportive all'interno dei parchi pubblici. Tutto completamente gratuito per qualunque cittadino, dato che i costi sono stati coperti dall'Amministrazione stessa. Come sempre, quando c’è da darsi da fare per la cittadinanza proponendo iniziative a vantaggio della collettività, la sinergia tra Amministrazione e realtà locali si rivela la chiave di volta e la prova dell’importante tessuto associativo della nostra città.

Siamo davvero soddisfatti del risultato ottenuto, sport ed attività motoria sono prevenzione, socialità, divertimento e tanto altro; il mondo sportivo sta uscendo da un periodo molto complicato nel quale è stato fortemente penalizzato, riuscire a offrire due mesi di attività all’aria aperta per tutti gratuitamente è un grande risultato. Un'iniziativa che ha sin da subito riscosso un grande successo, portando ogni settimana una media di oltre 350 persone, tra bambini ragazzi ed adulti, divisi tra le varie attività. Grazie di cuore alle dodici associazioni aderenti, ovvero Basket Chiari, GSA Badminton, Pallavolo Chiari, Obiettivo Danza, ASD Power Up Dance, ASD Ritmica Cg2000, Ashram ASD Yoga Pop, Associazione Kundalini, ASD Neijia Quan, Il Faro 50.0, Atletica Chiari e Karate Chiari.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

ESTATE A CHIARI: SUCCESSO PER I CAMPI ESTIVI

Dicembre 2020

Nonostante le difficoltà legate alla pandemia tuttora in corso, i campi estivi dedicati ai bambini ed ai ragazzi della nostra città sono stati un vero successo. Il progetto dell’Amministrazione Comunale è nato all’inizio di maggio dalla necessità di provare a creare un servizio estivo, a servizio sia dei più giovani che delle loro famiglie. Inoltre, come Amministrazione desideravamo ideare un servizio nuovo: coinvolgendo ed incontrando (virtualmente) diverse realtà del territorio, abbiamo infine sviluppato insieme Estate a Chiari 2020.

Così siamo giunti a confezionare un’offerta organizzata con un servizio direttamente gestito dal Comune in due spazi comunali - il parco di Villa Mazzotti ed il Centro Sportivo - con altri due spazi coordinati dagli oratori, e con altri cinque spazi gestiti da associazioni e cooperative in aree private, coinvolgendo 400 bambini e ragazzi a settimana, in un unico grande disegno comune. Un grande grazie va a tutte quelle realtà che si sono rese disponibili offrendo una proposta variegata e completa in base alle diverse esigenze delle famiglie ed ai diversi interessi dei bambini.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Sport come inclusione e aggregazione. Per il benessere psicofisico

Dicembre 2019

Le politiche sportive ricoprono un ruolo molto importante all'interno di un'Amministrazione comunale poiché lo sport stesso promosso dalle tantissime associazioni clarensi è strumento sociale di inclusione, aggregazione, nonché ha ruolo di prevenzione e di benessere psico- fisico.

A Chiari vi sono tantissime opportunità soprattutto per i più piccoli, grazie anche alle diverse strutture sportive messe a disposizione dal comune; in questi primi mesi, come ogni anno, gli spazi sono stati oggetto della divisione oraria tra le varie associazioni e, con la partenza a pieno regime del palazzetto del polo della primaria, sono venute a crearsi alcune nuove coabitazioni in contemporanea di alcuni spazi, che, terminato tra qualche anno il progetto di riqualificazione anche del polo delle secondarie in via Roccafranca, sarà sempre più una consuetudine.

La nuova palestra di via Lancini, ospita ora tre associazioni sportive e con la possibilità di poter dividere l’impianto in due parti identiche, ha permesso di ottimizzare gli spazi e di incastrare negli stessi orari differenti gruppi sia della stessa associazione che di due diverse; vi son sicuramente ancora alcuni punti sulla gestione e coabitazione da migliorare, ma mese dopo mese, insieme e grazie a coloro che vivono questo nuovo luogo, verrà costruita la soluzione migliore.

Gli impianti sportivi saranno ancora uno dei punti centrali per i prossimi anni con riqualificazioni e manutenzioni straordinarie, permettendo a Chiari ed alle associazioni sportive di continuare a recitare un ruolo da protagonista e di riferimento in tutta la provincia di Brescia e non solo.

Tornate in alto

***********************
Gozzini Alessandro
Gozzini Alessandro
Politiche di Gestione e Riqualificazione Campo santo, oltre a occuparsi delle Politiche di Relazioni con e tra Associazioni di Volontariato

Clicca per ingrandire

NUOVO IMPIANTO CREMATORIO

Dicembre 2019

Ancora una volta la città di Chiari vede premiato dagli Enti superiori un proprio importante progetto. Stiamo parlando della costruzione di un nuovo impianto crematorio: Chiari è stata l’unica città lombarda (su diciannove candidati) alla quale la Regione ha riconosciuto l’idoneità a dotarsi di un impianto ed essere un importante tassello di quella rete che la Lombardia intende realizzare entro il 2024 per rispondere alle crescenti richieste dei suoi cittadini. Progetti come questo possono, oltre a rimarcare la centralità di Chiari rispetto al territorio circostante, aumentarne l’attrattività (economica e sociale), ed evitare di vedere trasferiti, magari ai Comuni limitrofi servizi già presenti sul territorio. Chiari può infatti contare su un'importante rete sovra-comunale allargata, con cuore nella parte occidentale della provincia di Brescia, ma anche nella bergamasca orientale.

Questo progetto vuole rispondere, in prima istanza, al bisogno di persone e di intere famiglie, che desiderano vedere gestito un momento doloroso e talvolta drammatico con quell’attenzione, quell’umanità, ma anche con quella competenza che il Comune si impegnerà a mettere in atto come doveroso gesto di civiltà e di rispetto verso i propri cittadini. Ciò significherà anche garantire, il buon funzionamento di ogni passaggio che porta dalle esequie alla sepoltura, senza ritardi e con priorità per i cittadini clarensi. La crescita della pratica della cremazione ha permesso in questi anni e permetterà per il futuro
di evitare l’allargamento del cimitero comunale con il duplice vantaggio di non deturpare uno dei cimiteri architettonicamente più importanti del territorio e di non urbanizzare ulteriormente la campagna e quindi di non consumare area verde. Inoltre, con la creazione di questo impianto, si avrà l’opportunità di sistemare e recuperare un angolo della città da decenni in stato di abbandono. L’edificio che nascerà verrà progettato per non essere impattante nemmeno sotto il profilo visivo e senza ciminiere di tipo industriale; sarà d’aiuto, inoltre, la piantumazione di importanti e numerose essenze arboree.

Il nuovo impianto crematorio costituirà anche un’importante attività economica con nuove possibilità lavorative, nuove competenze, nuove opportunità per le realtà già presenti sul territorio comunale; ma anche benefici per il bilancio comunale e quindi per i singoli cittadini, grazie a risorse che potranno essere investite in nuovi ed ulteriori servizi pubblici cittadini o per continuare nell’azione di diminuire le imposte di competenza comunale. Tutto questo non ci
distrae però dal tema ambientale che fin da subito è stato affrontato con grande serietà e attenzione e con la ricerca delle migliori garanzie. Il tema delle emissioni in atmosfera verrà gestito con la massima trasparenza, affidandosi alle migliori tecnologie del settore e con investimenti economici adeguati: senza sottovalutare, ma nemmeno esasperare un tema che rimane sempre in certa misura divisivo. Ogni cittadino potrà, attraverso pagine dedicate nel sito del Comune di Chiari e in quello di Chiari Servizi, verificare il livello delle emissioni, e questo a dimostrazione della forte volontà di creare un progetto controllato e controllabile puntualmente. L’attuale Amministrazione comunale ha posto e pone, com’è noto, la tutela e la promozione della salute pubblica e dell’ambiente al centro della propria azione amministrativa. Anche e soprattutto per questa ragione il Consiglio comunale, nella seduta del 30 giugno, ha deliberato all’unanimità un atto di indirizzo rivolto alla Giunta comunale affinché proceda ad affidare alla Società Chiari Servizi l’incarico di redigere un’apposita relazione tecnica che approfondisca le tematiche inerenti l’impatto ambientale, la congruità economica dell’intervento oltre che il rispetto del patrimonio artistico e monumentale costituito dalla struttura cimiteriale nella cui adiacenza dovrà sorgere l’impianto ed eventualmente di predisporre anche un progetto di fattibilità acquisendo i pareri preliminari delle relative autorità competenti necessarie per ottenere la necessaria Autorizzazione Unica Ambientale. A fianco di questo progetto, infine, sono previsti importanti investimenti in tema di verde con la nascita di nuovi boschi e, insieme a questo, un controllo continuo e quotidiano del territorio che permetta di monitorare i diversi aspetti di carattere ambientale.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Ancora interventi per il campo santo. Per mantenere decoro e dignità.

Dicembre 2019

Fra le molte opere che caratterizzano la nostra città e di cui Chiari può andare fiera possiamo, senza ombra di dubbio, annoverare il cimitero monumentale, opera (non la sola) che mette in risalto quella che per i nostri antenati era l'idea di bellezza unita ad eleganza e sobrietà. Ma come tutte le cose belle, per rimanere tale, ha bisogno di cure ed attenzioni costanti. Lo scorso mese di ottobre abbiamo terminato un ulteriore stralcio dell'opera di pavimentazione dei vialetti interni (lavori iniziati nel 2018) per migliorare non solo la fruibilità, ma anche l'ordine e il decoro.

Ci proponiamo di poter, nei prossimi anni, completare questo tipo d'intervento, ad oggi realizzato più o meno per un terzo dell'intera superficie. Per salvaguardare la dignità e il rispetto del luogo, servono anche interventi di manutenzione continui e adeguate risorse per realizzarli. Uno dei più urgenti e onerosi riguarda le infiltrazioni d'acqua nei settori sotterranei, a cui cercheremo di porre soluzione nei prossimi mesi. Sul fronte degli interventi ordinari, soddisfare la crescente richiesta di custodia delle ceneri (53% del totale) nei prossimi mesi e in futuro, alcuni settori sotterranei verranno adeguati a tale scopo. Sempre nei prossimi mesi restituiremo dignità alle sepolture dei bambini con la creazione di un piccolo settore a loro riservato. Verrà aggiornato il Piano Cimiteriale ed è già stata assegnata la progettazione di tombe a due posti, molto richieste dai cittadini, che verranno collocate nei due campi piccoli, oggi impiegati per le sepolture provvisorie.

Non è stata trascurata nemmeno l'area esterna, con la sistemazione di alcune aiuole e la piantumazione di cipressi (che si intende proseguire nei prossimi anni) per rimarcare la volontà di meglio caratterizzare l'area cimiteriale e preservarla dalla contaminazione edilizia sia residenziale che commerciale.

Da novembre 2018 ad oggi per le opere di sistemazione sono stati investiti circa123mila euro; corrisponde invece ad euro 200mila euro la somma riservata dall’Amministrazione comunale per le prossime opere di manutenzione e adeguamento. Sono cifre importanti, così come fondamentale è la sempre gradita collaborazione dei cittadini, che in questi anni hanno dato il loro contribuito con rilievi e suggerimenti e che son certo non verrà a mancare, così come l'impegno dell'Amministrazione per questo luogo.

Tornate in alto

***********************
Riccardi Simone
Riccardi Simone
Progetto di Ampliamento delle Aree boschive presenti sul territorio e la Redazione del progetto Area Feste comunale

Clicca per ingrandire

CHIARI SEMPRE PIÙ VERDE

Dicembre 2020

L’obiettivo principe dell’Amministrazione comunale è per questo mandato la promozione e la tutela dell’ambiente. In questi giorni stanno prendendo avvio due iniziative di questo progetto di rimboschimento del territorio.

Con il coordinamento del Comune, il Lions Club Chiari Le Quadre ha progettato la piantumazione di alberi in diverse aree verdi pubbliche, come parte del più ampio progetto di bosco diffuso promosso dall’associazione Lions Club International per la messa a dimora di giovani alberi autoctoni per dare vita a nuovi boschi: un’iniziativa che porterà la piantumazione di 500 alberi di specie locale e che vede coinvolto anche il Leo Club Le Quadre, sezione giovanile dei Lions. La prima piantumazione - progettata delle classi dell’indirizzo agrario dell’IIS Einaudi di Chiari, coadiuvate dal professore Giuseppe Mitra - si è tenuta nel prato di via Della Battaglia. Invece, con la campagna Mosaico Verde –ideata e promossa da AzzeroCO2 e Legambiente – Chiari sarà interessata da un’importante riqualificazione urbana attraverso la messa a dimora di circa 1000 specie arboree autoctone. , via Tagliata, via Castrezzato, via delle Rose. Si continua a lavorare per una Chiari più ricca di verde, per il bene di ciascuno.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Sempre più aree Boschive. Per il benessere della comunità.

Dicembre 2019

Il tema delle aree boschive è da sempre caro all’Amministrazione, in un’ottica di cura del benessere della comunità che punti su più aspetti, tra cui an- che l’importanza capitale degli alberi per la salute delle persone – grazie alla loro capacità di produr- re ossigeno, eliminare inquinanti e polveri sottili e molto altro. In questo senso, tra le prime azioni ci saranno quelle in collaborazione con l’associazione I Frattimi (Erbusco) sul bosco diffuso. Il primo passaggio interesserà il parco di via Pellegrini e vedrà la piantumazione di ben 15 aceri (sul lato ferrovia a completamento di una fila già presente), circa 10 carpini e circa 8 tigli (entrambi seguendo il profilo nord del vialetto a completamento di una fila già esistente), e il riempimento della sezione sud–ovest con 8 piante miste (ciliegio, melo selvatico, viburno, sanguinella e così via). Mentre il secondo passaggio verrà effettuato in via Milano, dove verranno piantu- mati 12 tigli (in filare sul lato dell’area commerciale, così da fungere da barriera con l’area residenziale).

Entrambe le piantumazioni sono state effettuate il 16 novembre, Giornata Nazionale degli Alberi. Tutte le speci di albero scelte sono autoctone.
Anche le Aree “Ex-Brebemi” di proprietà comunale sa- ranno interessate da miglioramenti, e azioni di rinboschimento. In particolare stiamo ragionando sulla realizzazione di un bosco che possa fare da corridoio verde lungo l'autostrada e la ferrovia in modo da rendere queste aree inutilizzate più gradevoli e utili per mitigare gli effetti derivanti dal traffico.

Tornate in alto

***********************
Vertua Giovanna
Vertua Giovanna
Progetto CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi) e i Progetti con la Scuola sui temi di Educazione civica, Educazione stradale, Legalità

Clicca per ingrandire

CCR: UN ANNO DOPO, SI RIPARTE IN PRESENZA

Settembre 2021

L’emergenza Covid non ha fermato i ragazzi del CCR. Infatti, gli alunni delle classi prime della scuola secondaria di primo grado hanno effettuato la formazione da remoto, per tutelare la salute di tutti, con gli educatori della Fondazione Galignani. Non è stato facile, ma i ragazzi hanno mostrato grande interesse; un valido supporto è stato dato dagli insegnati De Gregorio e Di Sanzio, referenti del CCR, che hanno svolto le elezioni dei consiglieri e dei loro vice. Ora però, dopo più di un anno di attesa, è stato possibile organizzare un incontro conclusivo che si è svolto il 21 maggio nell’Auditorium del Polo delle Primarie, dove i consiglieri di tutte le classi (Morcelli e Toscanini) si sono incontrati e hanno potuto raccontare la loro esperienza, ricevendo anche un Attestato di Merito per il loro impegno nel Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Educazione civica e stradale.

Dicembre 2019

L’Amministrazione comunale, anche in questo mandato, si è posta l’obiettivo di investire nella Scuola per l’educazione e la formazione delle nuove generazioni; la Scuola , infatti, oltre ad essere il luogo dell’apprendimento è il luogo della valorizzazione e crescita della personalità, del confronto, dell’integrazione e dell’inclusione di ogni studente.

Per dar voce ai ragazzi continuerà quindi, l’esperienza del Consiglio Comunale dei Ragazzi, che si pone come “scuola di cittadinanza”, dove gli studenti della scuola secondaria di primo grado, sperimentano le prime forme di democrazia attraverso l’espressione delle proprie idee, la progettazione e la realizzazione di alcuni obiettivi.

Entro la fine di novembre è previsto il primo CCR dell’A.S. 2019-2020 dove verranno eletti il sindaco e il vicesindaco; i ragazzi delle classi prime (medie) nei giorni 11- 16 e 17 ottobre, accompagnati dai docenti e dagli educatori della Fondazione Galignani, hanno visitato il palazzo municipale per capire e vedere come funzione gli uffici, i vari compiti e ruoli dei dirigenti e degli assessori A turno i ragazzi sono stati accolti dal Sindaco, dal Segretario Generale, dall'Assessore Arrighetti e dal Presidente del Consiglio Capitanio.

Gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado verranno, invece, coinvolti in attività al fine di consolidare il legame esistente tra diritti e doveri di ciascun cittadino: nella settimana in ricordo delle vittime della strada si è tenuto un incontro con gli studenti clarensi con la presenza di Mauro Bernardi (che ha raccontato la propria esperienza in seguito ad un incidente stradale) e Antonio Savoldi (Polizia di Stato, autore dei libri “La folle corsa” e “Con questi occhi”, che ha affrontato il tema della sicurezza stradale): un evento che ha riscosso grande attenzione e curiosità nei ragazzi presenti.

Tornate in alto

***********************

Ermanno Pederzoli (Consigliere Comunale al quale è stato conferito l'incarico di coadiuvare il Sindaco nellela tutela e la valorizzazione del verde pubblico)
Ermanno Pederzoli (Consigliere Comunale)
(mandato elettorale 2014 - 2019) Consigliere Comunale al quale è stato conferito l'incarico di coadiuvare il Sindaco nellela tutela e la valorizzazione del verde pubblico
***********************

UN PROGETTO QUINQUENNALE PER IL SOTTOBOSCO DI VILLA MAZZOTTI
Settembre 2021

È stato avviato a maggio 2021 il progetto quinquennale per la cura del verde di Villa Mazzotti che prevede una costante opera di pulitura del sottobosco, per il riordino e il censimento degli arbusti. Il progetto - del valore di circa 150mila euro divisi su cinque anni - permetterà di riequilibrare il sottobosco e il prato, eliminando i rampicanti infestanti e garantendo la cura delle piante.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Verde pubblico: potature in viale Mazzini e recupero delle essenze Villa Mazzotti
Dicembre 2018

Come da volontà dell’Amministrazione, verranno eseguiti durante questo nuovo anno i lavori di potatura degli arbusti su viale Mazzini. Nello specifico, si andranno a potare i tigli sui entrambi i lati del viale, fino alla rotonda Cavour, e oltre a ciò si effettuerà la pulizia soppalcatura dei platani storici: in particolare, di quelli dietro la Rocca.
Inoltre, è previsto l’avvio dell progetto di recupero delle essenze del parco di Villa Mazzotti. Si tratta di un intervento che mira a riqualificare le piante autoctone e le essenze particolari presenti nel parco stesso, le quali rappresentano un importante patrimonio sia florovivaistico, sia storico, che l’Amministrazione desidera salvaguardare.
Un ringraziamento particolare va a tutti i cittadini e le cittadine clarensi, che spesso danno il loro contribuito alla tutela del verde con opere di volontariato: chiunque volesse fare segnalazioni e mettersi a disposizione, può contattare il Comune.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Cura del verde cittadino
Stanziati 60mila euro
Dicembre 2017

Un nuovo piano alberature: un progetto per il quale l’Amministrazione comunale ha stanziato un bugdet di 60mila euro. La gara per l’assegnazione del servizio dovrebbe tenersi entro fine dicembre mentre il vero e proprio lavoro di potatura e riqualificazione del verde dovrebbe essere avviato a gennaio 2018.

Nella prima fase di questo progetto si interverrà sicuramente sulle piante accanto alla rotatoria di via Lancini, sui gelsi e i platani di via Della Battaglia, sull’olmo di via Lumetti e sulle piante del parco di via Lunghe. Ma anche sugli alberi di piazza XXVIII Maggio, sui platani accanto a via Brescia, sugli arbusti tra via SS. Trinità e via Miano e sul cedro di viale Mazzini. Oltre a ciò, ovviamente, si provvederà alla potatura delle 58 piante del parco di Villa Mazzotti, ai tigli di via Ricci, alle essenze del parco di via Vivaldi e al Cedrus del parco di via Comini. Infine, verranno curate anche le 93 essenze a basso fusto nelle aree verdi dei due villaggi residenziali di edilizia sociale di via San Gervasio e via Martin Luther King e 175 carpini a medio fusto di viale Cenini, mentre si provvederà all’eliminazione dei due tigli secchi su viale Mazzini e dei sei carpini accanto ai giochi del Parco Rogge.

Una seconda fase potrebbe riguardare la potatura dell’area tra via Mezzana e via Monsignor Rovetta, un albero in via Leonardo Da Vinci, i quattro Cedrus di via Tito Speri, i due platani di via Sant’Angela Merici e gli otto di via Gioberti. Oltre a ciò, si interverrebbe sulle cinque piante di fronte all’asilo Bergomi e sugli alberi delle scuole materne Capretti, San Giovanni e Pedersoli, oltre a quelle della scuola elementare Varisco.

Tornate in alto


***********************
Alessandro Gozzini (Presidente del Consiglio Comunale al quale è stato conferito l'incarico di coadiuvare il Sindaco nelle tematiche in premessa indicate con particolare riferimento alle politiche cimiteriali)
Alessandro Gozzini (Presidente del Consiglio Comunale mandato elettorale 2014- 2019)
(mandato elettorale 2014 - 2019) Presidente del Consiglio Comunale al quale è stato conferito l'incarico di coadiuvare il Sindaco nelle tematiche in premessa indicate con particolare riferimento alle politiche cimiteriali
***********************

Clicca per ingrandire

Opere pubbliche al cimitero a favore del decoro e della fruibilitá
Dicembre 2018

Sono stati conclusi in tempo per le commemorazioni di Ognissanti i lavori che nei mesi scorsi hanno interessato il decoro e la fruibilità del cimitero monumentale, oggi migliorato grazie al completamento della pavimentazione del viale centrale e di quello che porta all’ascensore, così da favorire soprattutto le persone con problemi di disabilità o di deambulazione. Le opere - per un importo di 67mila euro - hanno permesso la sostituzione della ghiaia con la pietra. Inoltre, sono state restaurate le recinzioni in ferro di alcune tombe monumentali che versavano in stato di abbandono da molti anni.
Per i prossimi mesi, anche in conseguenza delle richieste dei cittadini, si valuta di ripetere l’operazione Lampade Votive, per consentire a chi lo vorrà di saldare in un’unica soluzione l’importo contrattuale relativo alla tomba dei propri cari. Anche in questo caso i proventi di tale operazione verranno impiegati per migliorare il decoro del cimitero: in particolare, per pavimentare l’altro vialetto centrale, per sostituire i portabiciclette esterni (in modo da renderli più pratici, soprattutto per le persone anziane) e per riqualificare i marciapiedi esterni, incompiuti da molti anni; parte della fattibilità dipenderà dall’adesione e dalla collaborazione dei cittadini proprio all’iniziativa delle Lampade Votive.
Per quanto riguarda la gestione ordinaria del camposanto, terminata la ristrutturazione di due settori interrati è in dirittura d’arrivo il progetto per la trasformazione di un terzo settore in celle per le urne cinerarie: una scelta dettata dalla crescita esponenziale di richieste che nell’arco di dieci anni è passata dal 3 al 52 percento.

Tornate in alto

***********************
Gestione del cimitero:

Clicca per ingrandire

Gestione del cimitero: TEMPISTICHE PIÙ CERTE CON L’AIUTO DEI CITTADINI”
Dicembre 2017

E’ partita nelle scorse settimane una campagna di sensibilizzazione volta a sollecitare i cittadini clarensi sull’importanza di saldare in un’unica soluzione, o con rate prestabilite, l’abbonamento alla lampada votiva presso il cimitero.

Una lettera è stata inviata a tutti coloro che usufruiscono del servizio, per spiegare come la richiesta di pagare in maniera puntuale nasca dall’esigenza di razionalizzare i costi di gestione: non tanto in relazione alla fornitura e alla manutenzione, quanto alla laboriosità legata all’aspetto burocratico e contabile. Infatti, il pagamento di tante utenze in date e modalità differenti se da un lato comporta una una reale difficoltà per gli uffici comunali, dall’altro permetterebbe una pianificazione dei lavori di manutenzione straordinaria, a cui i fondi dell’abbonamento alla votiva verranno assegnati.

Insomma, il gesto di saldare in maniera uniforme il costo dell’abbonamento potrebbe permettere all’Amministrazione non solo di raccogliere le risorse in maniera organica, ma anche di evitare nei prossimi anni un aumento del canone stesso (che oggi è di 18.30 euro all’anno). Del resto, molteplici e di differente tipo sono i lavori manutentivi che sono in programmazione al cimitero cittadino.

Nel breve termine si è provveduto a lavori di sistemazione per i quali nel complesso sono stati investiti dall’Amministrazione oltre 52mila euro (Iva inclusa): si è provveduto con interventi di manutenzione straordinaria sia sul verde, con la potatura dei tigli (19.985 euro), sia sull’asfaltatura. E’ stata realizzata la fresatura e la nuova asfaltatura della controstrada con la posa del tappetino d’usura (15.543,52 euro): un intervento ricompreso nel Piano di riordino viabilità e spazi per la sosta, interventi per la mobilità sostenibile e potenziamento rete ciclabile. Non solo: si è provveduto anche all’intervento di pulizia e riqualificazione “leggera” laterale della controstrada, grazie alla pulizia e alla stesa di ghiaione. Mentre per la manutenzione del camposanto si è provveduto in primo luogo alla sistemazione della pavimentazione interna: un intervento che ha interessato il vialetto centrale all’interno del cimitero, consistente nella rimozione delle lastre in pietra serena deteriorate e la sostituzione con nuove lastre in pietra serena extradura (8.300 euro). Inoltre, si è provveduto alla sistemazione delle scale, con la fornitura e la posa in opera di due nuove scale in ferro brunito con corrimano, per migliorare l’accesso ai porticati. Una terza scala, quella in pietra situata nella zona della Cappella, è stata a sua volta riqualificata con un lavoro di smontaggio, consolidamento del basamento, rimontaggio delle spalle e dei gradini in pietra, e stuccatura finale.

Nei prossimi mesi, si interverrà per il riordino e la pulizia di alcune tombe monumentali che accolgono i resti di importanti personalità della storia clarense e che da anni sono in stato di abbandono e private di ogni manutenzione; si procederà poi con il Sistemazione pavimentazione Una delle nuove scale in ferro posizionamento di piante, o siepi sempreverdi in tutti i campi di superficie allo scopo di mitigare le strutture di illuminazione e aerazione delle tombe sotterranee. È intenzione dell’Amministrazione provvedere nei prossimi anni alla pavimentazione di tutti i vialetti centrali, alla realizzazione di nuovi “posti distinti” in superficie che accolgano massimo due sepolture, alla pavimentazione dei marciapiedi esterni prospicienti l’ingresso; oltre che all’illuminazione del viale (su via Cimitero) e al riordino di tutto il perimetro circostante.

Al momento, non è possibile stabilire tempi esatti di realizzazione delle opere elencate, proprio perché molto dipenderà dall’adesione dei cittadini alla campagna sul pagamento degli abbonamenti: un piccolo o grande gesto di collaborazione che può davvero fare la differenza.

Tornate in alto

***********************
Simonetta Marconi (Consigliere Comunale)
Simonetta Marconi (Consigliere Comunale)
(mandato elettorale 2014 - 2019) Coadiuvare il Sindaco nella predisposizione di un regolamento volto a disciplinare in modo specifico e mirato la tutela degli animali e garantire il loro benessere; per l'individuazione sul territorio Comunale di aree di sgambatura, debitamente recintate e servite, ove i cani possano essere lasciati liberi da guinzaglio in condizioni di sicurezza ed il cui utilizzo venga opportunamente disciplinato tramite un regolamento, a salvaguardia della sicurezza degli utenti che ne usufruiscono in collaborazione con enti, associazioni e professionisti operanti sul territorio nell'ambito della tutela degli animali

Clicca per ingrandire

Patentino per proprietari di cani Continua l’attenzione del Comune sul benessere degli animali
Dicembre 2018

Continua l’attenzione dell’Amministrazione comunale verso gli amici a quattro zampe: infatti, nel mese di ottobre si è tenuto il corso formativo del Patentino, destinato ai proprietari di cani.
Il corso (importante e strutturato, nato in seguito ad un’ordinanza Ministeriale del 3 marzo 2009 per la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione di cani) era gratuito per i cittadini clarensi: grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, per residenti iscritti da altri Comuni, o per chi era obbligato a seguirlo da ATS di Brescia (ovvero, i padroni di cani morsicatori) ha avuto un costo calmierato di 60 euro.

Si è trattato di un corso corposo che ha fornito nozioni e informazioni importanti per migliorare i rapporti fra padroni e cani, approfondendo diversi settori e problematiche correlati ai temi di conoscenza ed educazione cinofili. Il programma del corso prevedeva lezioni sul comportamento del cane; lo sviluppo, il benessere e la comunicazione; l’informazione e la prevenzione; la legislazione di riferimento e le applicazioni pratiche al centro cinofilo.
L'iniziativa è nata nell'ambito dell'impegno che questa Amministrazione ha sottoscritto con la città per contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone e anche degli animali: infatti, è stata organizzata dal Comune di Chiari, in collaborazione con il Rustico Belfiore, i veterinari Achille Secchi (Medico Veterinario - Dottore in tecniche di allevamento del cane di razza ed educazione cinofila) e Alessandro Mazzotti (Medico Veterinario - Gruppo cinofilo Argo protezione Civile).
Non solo. Il corso per il Patentino ha proseguito idealmente quanto già fatto dall’Amministrazione in questo settore, ovvero sia l’aver creato e organizzato le diverse aree cani della città, sia aver promulgato il primo vero Regolamento per la tutela e il benessere degli animali.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Al Parco delle Rogge uno spazio dedicato ai cani
Aprile 2017

Le persone con animali da compagnia sanno bene che uno stile di vita migliore passa anche dalla condivisione di momenti sereni con il proprio animale. Siamo perciò contenti di avere dotato Chiari di una seconda area per lo sgambamento dei cani.
Aperta in ottobre del 2016 l’area del Parco delle Rogge si aggiunge a quella del Parco Elettra, per rispondere alle numerose richieste poste all’amministrazione dai suoi cittadini, rientrando nel progetto di attrezzare il territorio clarense con spazi adeguati.
Adiacente agli ingressi di Via Gioberti, Via Battaglie e dell’area giochi per i bimbi, la nuova area di circa 600 metri quadrati assicura uno spazio di svago per i cani, una migliore capacità di controllo per i padroni e una maggiore igiene del territorio del parco.
Ricordiamo a tutti i padroni di cani che sono tenuti per legge a mantenere pulito il territorio cittadino, raccogliendo i bisogni che il loro animale fisiologicamente rilascia in territorio pubblico. Il mancato rispetto della legge implica sanzioni a chi non la osserva e viene colto in flagrante.
Per ribadire l’importanza che il territorio comunale è patrimonio di tutta la comunità, sono stati installati su alcuni cestini dei rifiuti dei nuovi cartelli dedicati, che invitano a mantenere puliti i percorsi pubblici dagli escrementi dei cani.

Tornate in alto

***********************
Lara Baghino (Staff del Sindaco)
Lara Baghino (Staff del Sindaco)

Clicca per ingrandire

Settimana in ricordo delle Vittime delle Strada: tante attività per sensibilizzare giovani e adulti
Dicembre 2018

Il Comune di Chiari nel mese di novembre ha aderito alla Settimana in ricordo delle Vittime della Strada, proponendo alcuni interventi per sensibilizzare della cittadinanza al problema di sicurezza stradale.

Per due settimane è stata lasciata in vista sul marciapiede di piazza Martiri della Libertà (ex piazza Rocca) un’autovettura incidentata, coperta da uno striscione rosso con la scritta «Siamo invincibili - Porta la testa non solo il casco», disegnata dai ragazzi del CFP Zanardelli; mentre il 21 e il 22 novembre sono stati organizzati due incontri presso la palestra di SS. Trinità dedicati agli studenti delle classi quarte degli Istituti superiori Einaudi e San Bernardino e agli studenti delle classi prime e seconde del CFP Zanardelli. Invece, il 30 novembre è stata proposta una serata in sala Repossi dedicata ai genitori degli studenti delle scuole superiori.

I tre incontri sono stati organizzati con la collaborazione di Antonio Savoldi - agente della Polizia di Stato attualmente in servizio presso la sezione di P.G. della Procura della Repubblica ed in precedenza presso la Polizia Stradale - autore dei libri La Folle corsa e Con questi occhi, con queste mani, con questo cuore. E con la presenza di Mauro Bernardi: ex camionista con disabilità permanente a seguito di un incidente stradale, oggi presidente dell’associazione Enjoysky Sport onlus.
L’intervento di Savoldi mirato alla formazione e informazione sulla sicurezza stradale, ha avuto lo scopo di rendere consapevoli i giovani sulle possibili conseguenze dei comportamenti «devianti o scorretti» durante la guida di un veicolo. Infatti, Savoldi - attraverso i racconti di incidenti stradali realmente accaduti e da lui rilevati durante il servizio nella Polizia stradale - ha saputo coinvolgere gli studenti con la propria analisi delle tragedie: un racconto impreziosito dalla testimonianza diretta proprio di Mauro Bernardi.

Tornate in alto

***********************
Ancora più controlli

Clicca per ingrandire

Attivo il quarto varco dotato di telecamera della città
Dicembre 2017

E’ stato installato (ed è già attivo) dalla prima settimana di dicembre il quarto varco dotato di telecamera per la sorveglianza del territorio, nel tratto di viabilità che rappresenta un importante sbocco autostradale altamente trafficato, all’uscita della Bre. Be. Mi (zona cimitero).

Questa installazione (un investimento di 25mila euro) andrà ad aggiungersi alle altre tre già attive dall’inizio dell’anno 2017, nelle zone di via Milano, via Brescia e via Pontoglio. Il sistema permette la lettura delle targhe dei veicoli, rivelando dettagli importanti in caso di ricerche ed indagini dei veicoli rubati.

Le nuove telecamere acquistate dal Comune consentono molteplici e significative verifiche a favore della sicurezza per gli automobilisti e per la collettività. Le telecamere omologate ZTL permettono di sanzionare i mezzi pesanti superiori alle 7 tonnellate, il cui ingresso alla città è vietato. L’Amministrazione si è impegnata ad investire sulla sicurezza, realizzando un progetto di posizionamento dei varchi nei quattro ingressi alla città, punti di maggior passaggio degli automezzi. Le telecamere sono collegate alle centrali operative della Polizia Locale e della stazione locale dei Carabinieri, che ricevono un ALERT grazie ad un sistema di lettura targhe di auto rubate, collegato ad una banca dati e con la possibilità di creare una Black list per le indagini giudiziarie.

L’attività dei quattro varchi va ad aggiungersi in un’ottica sinergica con le 57 telecamere di videosorveglianza già presenti sul territorio clarense: segno tangibile dell’impegno dell’Amministrazione comunale a tutela della sicurezza, con la prospettiva nel prossimo futuro di completare la videosorveglianza con l’installazione di telecamere nei parchi comunali per la sicurezza dei cittadini.

Tornate in alto

***********************

REGOLAMENTO POLIZIA 84 ANNI DOPO VIENE AGGIORNATO IL REGOLAMENTO DI POLIZIA URBANA
Dicembre 2017

Un nuovo regolamento di Polizia urbana che, in base alle tempistiche previste, potrebbe entrare in vigore già a gennaio 2018.

Dopo due anni di intenso lavoro vedrà la luce il nuovo regolamento, che andrà a sostituire il precedente regolamento di Polizia urbana di Chiari, risalente addirittura al 1933. Una revisione, quindi, era quanto mai necessaria, per aggiornare le disposizioni in merito all’attuazione delle norme di sicurezza, della quiete pubblica e igiene, della salvaguardia del verde, della tutela degli animali e di comportamento civico.

Tornate in alto

***********************

PIÙ CONTROLLI E MENO FURTI: BENE I DATI SULLA SICUREZZA A CHIARI
Dicembre 2017

Più pattugliamenti mirati e più controllo e un’inflessione dei reati nella nostra città. Dai dati rilevati dalle Forze dell’ordine, con riferimento al periodo gennaio/ottobre 2016 - gennaio/ottobre 2017, c’è stata una riduzione del 41% dei furti in abitazione, passando dai 110 del 2016 ai 65 del 2017. In generale nell’ultimo anno a Chiari tutte le tipologie dei furti hanno avuto un calo notevole: né scippi, né furti nei negozi commerciali sono avvenuti quest’anno.

Mentre i furti di auto sono passati da 51 a 40 con una riduzione del 21%, e i furti di ciclomotori sono passati da 6 ad 1 con una riduzione dell’80%. Unico dato in crescendo resta il furto con destrezza, che passa da 22 casi a 30. L’inflessione dei reati di furto in abitazione è certamente dipesa dal grande lavoro di tutte le Forze dell’Ordine e dalla collaborazione sempre più stretta tra Polizia Locale e Carabinieri.

Anche i turni degli agenti della Polizia Locale sono stati organizzati in modo da garantire per due-tre volte a settimana i pattugliamenti serali o tardopomeridiani, incentrando il controllo del territorio negli orari in cui risultavano perpetrati i furti. Durante le manifestazioni e gli eventi pubblici di maggior attrattiva per i cittadini, la Polizia Locale ha pattugliato le zone residenziali ed extraurbane, per garantire un maggior controllo delle abitazioni svuotate, e quindi facile bersaglio. Tutto ciò pur nella consapevolezza che la sicurezza è competenza e onere dello Stato.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

SICUREZZA A CHIARI”
Aprile 2017

(mandato elettorale 2014 - 2019) Coadiuvare il Sindaco nell’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo di propria competenza con particolare riferimento, nell’ambito degli indirizzi del programma di mandato, alla pianificazione e programmazione generale delle politiche per la sicurezza
***********************

Sicurezza a Chiari, il continuo lavoro di tutte le forze in campo e gli importanti investimenti portano buoni frutti. Nei giorni scorsi si è tenuto il Comitato provinciale dell’ordine pubblico e della sicurezza convocato dalla Prefettura e gestito, vista l’importanza dell’ argomento, dalla Questura, alla presenza delle varie Forze dell’Ordine e dei Sindaci dell’ovest Bresciano. La Questura ha illustrato e spiegato i dati riferiti ai vari reati, paese per paese; gli studi riferiti alla georeferenziazione dei furti nelle abitazioni hanno permesso di conoscere ed esaminare i dati riferiti alle aree del territorio comunale maggiormente interessate, e gli orari. La situazione clarense vede, rispetto agli anni precedenti, un miglioramento con una diminuzione del 35% dei reati in generale; un calo che vede la nostra città in controtendenza rispetto ai comuni limitrofi. Sono diminuiti i furti in abitazione che passano da 118 nel 2015 a 105 nel 2016 (- 11%); sono diminuiti i reati in generale, da 515 nel 2015 a 383 nel 2016 ( - 14%) i danneggiamenti sono passati da 156 nel 2015 a 136 nel 2016. In Sintesi, le azioni delittuose sono calate da 1030 nel 2015 a 881 nel 2016. I dati riportati dalla Questura evidenziano che i furti nelle abitazioni avvengono, con maggior frequenza, nella fascia oraria che va dalle ore 17 alle ore 23; in tal senso continuerà l’attenzione della Polizia locale in quelle ore, in collaborazione con le Forze dell’Ordine. Un confronto utile è quello che riguarda i furti nelle abitazioni che si sono svolti a Chiari (che hanno visto una riduzione dell’11%) mentre quelli verificatisi negli altri paesi dell’ovest bresciano, vedono un aumento del 31,57%. Continua così il lavoro, con azioni concrete ed investimenti economici importanti, dell’Amministrazione comunale e della Polizia locale, in collaborazione con le competenti Forze dell’Ordine, per migliorare la sicurezza dei cittadini clarensi, nella consapevolezza che la sicurezza rimane competenza esclusiva dello Stato e che, in ogni caso, i dati positivi riportati devono essere di stimolo per migliorare una situazione comunque delicata e complessa.

Clicca per ingrandire

Dati forniti dalla prefettura che evidenziano come a Chiari (in un momento sociale non facile) siamo in controtendenza rispetto a molti comuni dell’ovest bresciano

Clicca per ingrandire

Dal 2014 sono stati stanziate nel bilancio comunale importanti somme da destinare alla sicurezza. Sono stati acquistati : attrezzature per il rilievo di incidenti stradali e automezzi della Polizia Locale, telecamere per implementare la videosorveglianza esistente, attrezzature elettroniche per il rilevamento delle targhe delle autovetture mancanti di assicurazione per garantire maggior sicurezza agli automobilisti, segnaletica semaforica per migliorare la viabilità del Centro Storico, telecamere a lettura targhe di autovetture rubate con un collegamento diretto e in tempo reale con le forze dell’ordine, impianto nuovo di telecamere nei parchi giochi e nei luoghi sensibili, messa in sicurezza degli ingressi pedonali e degli accessi carrai del parcheggio interrato comunale per garantire l’usufruizione nelle 24 ore e la massima sicurezza agli utilizzatori, telecamere fototrappola mobili da poter spostare facilmente sul territorio finalizzato a rilevare e a contrastare gli abbandoni dei rifiuti sul territorio.

Tornate in alto

***********************
Chiara Facchetti (Consigliere Comunale)
Chiara Facchetti (Consigliere Comunale)
(mandato elettorale 2014 - 2019) Coadiuvare il Sindaco nello studio e realizzazione della promozione e rivitalizzazione delle politiche giovanili, al fine di realizzare il programma di mandato
***********************

Clicca per ingrandire

Pensogiovane e non solo: successi e finanziamenti per i progetti dei giovani clarensi
Dicembre 2018

Grande partecipazione di giovani del Comune di Chiari al bando Pensogiovane 2018 - un progetto promosso dal Distretto Oglio Ovest di cui il nostro Comune è Ente Capofila - che intende promuovere la creatività e il protagonismo giovanile. Il Bando prevede cinque progetti vincitori, a cui spetta un contributo di duemila euro ciascuno: inoltre, da quest’anno l’Assemblea dei Sindaci del Distretto Oglio Ovest ha definito di premiare anche i progetti che si sono classificati dal 6° al 10° posto con un finanziamento di mille euro ciascuno. Ben sette realtà di giovani clarensi hanno partecipato al Bando Pensogiovane, due dei quali si sono posizionati a inizio classifica, ottenendo il massimo dei finanziamenti. Si tratta del progetto Túrba del Valerius Dance Group e il progetto Vines are the new cinema del gruppo Gold Pyramid. Premiato con mille euro anche il progetto Una radio al parco, proposto dall’associazione clarense Sambo Flambo (classificatosi al 6° posto).
Ma c’è di più. Infatti, il Comune di Chiari ha voluto sostenere tutti i gruppi clarensi che si mettono a disposizione per l’intera collettività giovanile: perciò ha deciso di premiare attraverso proprie risorse di bilancio anche i quattro progetti presentati al Bando Pensogiovane da gruppi di giovani clarensi che non sono stati finanziati dal Distretto, per un importo pari a 750 euro per ogni progetto. Le quattro proposte così finanziate sono in primis il progetto Agrichain per avvicinare agricoltura e tecnologia, presentato da Ibc Corp Srls. Si tratta di arginare la truffa agroalimentare e promuovere il concetto di tracciabilità totale e trasparenza della filiera (attraverso la tecnologia blockchain) e prevede la collaborazione con consorzi ed Enti rappresentativi della qualità del made in Italy: le prime collaborazioni inizieranno con cantine della Franciacorta.
C’è poi il Torneo di Basket con squadre italiane e straniere, presentato da Basket Chiari Under 18: un’idea di sport e amicizia, che mira a dare risalto al nuovo Palazzetto dello Sport e a confrontarsi con altre realtà sportive.
A seguire il progetto Backstage, presentato da Dfr Service che vede la collaborazione di diverse realtà clarensi (CFP, Spazio Giovani, Informagiovani, associazioni di giovani) per educare all’utilizzo dell’attrezzatura audio video e del service audio video per iniziative di giovani.
Infine, c’è il progetto Spazio Soda Remake, presentato da Juna, che punta all’ottenimento di attrezzature per permettere e facilitare la realizzazione di nuove iniziative per le esigenze dei giovani clarensi, oltre che al potenziamento dello Spazio Soda.
Insomma, bellissimi successi e importanti progetti per i quali siamo felici di complimentarci con tutti i nostri giovani, che con passione si danno da fare per altri giovani e per la nostra città.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Piano di Politiche Giovanili
Dicembre 2017

L’Amministrazione comunale inizia un nuovo percorso verso un Piano di Politiche Giovanili: un progetto che prenderà inizio nel dicembre 2017 e che si svolgerà nell’arco del prossimo anno e mezzo.

La proposta che viene rivolta alla città è un percorso di ideazione e di sviluppo di iniziative socioculturali, ricreative ed educative costruite dai ragazzi e rivolte ai ragazzi di Chiari o che vivono Chiari per motivi di studio, sport, hobby. Nei prossimi mesi prenderà avvio un tavolo di lavoro, inclusivo e di collaborazione con le realtà di Chiari, che partirà e proseguirà da un confronto progettuale tra giovani e adulti, un confronto probabilmente anche spigoloso e conflittuale, ma che renda concreta e fruttuosa la messa a punto di iniziative concordate e di responsabilità condivise. Una proposta che vuole fare sistema con tutte le realtà che a diverso titolo sono in contatto con i giovani, che intende offrire uno spazio in cui confrontarci sulle necessità di opportunità e di proposte per i giovani clarensi, in cui l’Amministrazione mette a disposizione occasioni di incontri e di scambi per costruire “palestre evolutive” che aiutino i giovani a tracciare, a configurare, a sperimentare un proprio percorso soggettivo e relazionale.

Parallelamente a questo progetto, ampio spazio è dedicato al tema dei giovani e il lavoro, al quale le politiche giovanili stanno lavorando in maniera continuativa insieme agli Istituti superiori di Chiari e ai Comuni del Distretto Oglio Ovest, potendo già contare su risultati molto più che soddisfacenti in relazione all’attivazione di tirocini lavorativi, attivati attraverso il progetto PensoGiovane, grazie ai quali diversi giovani clarensi hanno avuto la possibilità di svolgere inserimenti lavorativi che in molti casi si sono trasformati in contratti di lavoro a tempo determinato e/o indeterminato. ai suggerimenti arrivati dai tanti ragazzi che lo hanno frequentato in questi primi mesi di vita. In questo periodo si sta già lavorando sui progetti che verranno portati a compimento nei prossimi anni, uno legato al Parco situato dinnanzi alla biblioteca ed uno legato al parco di S.Angela Merici: due aree verdi da recuperare e valorizzare. Circa l’area a nord della città, anche in attesa dell’esito delle votazioni per il bilancio partecipativo, l’intenzione è quella di far disegnare e “progettare” il dettaglio della riqualificazione del Parco direttamente ai bambini, permettendo quindi a loro di scegliere a coloro che vivono questo spazio come sistemare ed implementare l’area. Cristian Vezzoli Consigliere Comunale con incarico alla riqualificazione dei parchi.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Centenario di Villa Mazzotti Biancinelli tra conservazione e opportunità

É tempo di bilanci per il Centenario di Villa Mazzotti: a 12 mesi dall’inaugurazione, 52 sono complessivamente le iniziative ad esso ispirate, e una tre giorni a fine Aprile chiuderà questa esperienza che ha permesso di aumentare la conoscenza della storia e la consapevolezza della vivacità della nostra città, della partecipazione, la scoperta dell’attrattività, dei pregi e delle criticità che la Villa presenta e che l’Amministrazione comunale si impegna costantemente ad affrontare.
Un’esperienza che ha visto l’impegno dell’Amministrazione nel raggiungere l’obiettivo, ottimizzando le risorse e prestando attenzione ai costi. Il bilancio economico del Centenario può definirsi sostenibile grazie alla partecipazione e alla collaborazione con le realtà del territorio, che hanno aderito al progetto di cultura partecipata impiegando i contributi straordinari, che l’Amministrazione, ogni anno, decide di erogare alle Associazioni clarensi e che nel 2016 sono state, prevalentemente, dedicate alla realizzazione di iniziative per il Centenario di Villa Mazzotti. Il bilancio risulta sostenibile anche grazie al contributo degli sponsor, che hanno sostenuto il progetto permettendone la realizzazione.
Ad entrambe le forze in gioco, realtà del territorio e sponsor – tra cui Chiari Servizi Srl, Italmark, Banco di Brescia, Conad, Farco Group e Frida’s Fiori va il nostro ringraziamento. Questa unione di forze e di fattori ha permesso, ad oggi, di realizzare 52 iniziative per una spesa complessiva di circa € 39.500, più precisamente sono stati investiti € 11.000 per le iniziative proposte dell’Amministrazione comunale, (tra le quali l’inaugurazione dell’anno del Centenario, Iseo Jazz Festival e il passaggio a Chiari delle Mille Miglia), ed €. 28.500 in forma di contributi straordinari erogati alle Associazioni culturali, musicali e sportive aderenti al progetto di cultura partecipata. Inoltre, alcuni importanti interventi di manutenzione e conservazione sono stati eseguiti in Villa Mazzotti e nel parco durante l’anno del Centenario, altri sono in calendario. Il Centenario è stata anche un’esperienza che ha imposto pensieri e riflessioni sulla funzione dei «beni culturali» come Villa Mazzotti sulla vita quotidiana della nostra comunità.
In sintesi il bilancio del Centenario, letto non come una spesa, ma come investimento per la nostra comunità, lascia dunque spazio ora ad una sfida ddaavvvveero importante che ci attende per Villa Mazzotti e per Chiari, che sarà vincente nneella misura in cui verrà affrontata insieme.

L’Amministrazione Comunale promuove e sostiene il progetto di Controllo del Vicinato

Venerdì 13 Gennaio cittadini e Forze dell’ordine, inviatati dall’Amministrazione comunale, si sono ritrovati per conoscere l’Associazione “Controllo del Vicinato” - presenti il Vice Presidente Dott. Leonardo Campanale e Paola Dall’Asta, referente di Brescia - e l’omonimo progetto, nato per affrontare un tema prioritario nell’agenda di tutti: la sicurezza, in particolare la sicurezza come bene comune da favorire e da difendere. Il Controllo del Vicinato, a cui hanno aderito oramai più di dieci milioni di famiglie, è un programma che prevede l’auto-organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alle proprie abitazioni in modo da costituire un deterrente contro i furti nelle case ed un disincentivo ad altre forme di microcriminalità (scippi, truffe, graffiti, vandalismi, ecc). Mettere occhi ed orecchie dei residenti a disposizione delle Forze dell’Ordine è uno degli scopi principali dell’attività del Controllo del Vicinato. Durante la serata, non sono mancate informazioni “positive” da parte del Viceprefetto Dott.sa Longhi e del Colonnello Gargano del comando Carabinieri di Brescia, i quali hanno reso pubblici i dati dei furti nelle abitazioni a Chiari, in diminuzione del 11% rispetto al 2015. Ma non basta. Il fatto che i furti siano in diminuzione è un dato importante, ma non rende comunque più sereni: ogni aggressione, riuscita, ma anche solo tentata, alla nostra incolumità e a quella dei nostri cari va trattata con la dovuta attenzione. È fondamentale che nessun cittadino pensi di potersi sostituire alle Forze dell’ordine, mettendosi in situazioni di rischio o pericolo. Il progetto “Controllo del Vicinato” non ha colore politico ed è apartitico, si attua solo con la volontà dei cittadini a partecipare.
Per chi volesse maggiori informazioni sul progetto, sull’Associazione e/o sulla costituzione di gruppi di famiglie per il controllo reciproco può contattare la referente bresciana dell’Associazione, Sig.ra Paola dall’Asta, all’indirizzo e-mail controllodelvicinato.brescia@gmail.com e/o alla pagina facebook
https://www.facebook.com/Associazione-Controllo-Del-Vicinato- Brescia-920425404735916/

Tornate in alto

***********************
Cristian Vezzoli (Consigliere Comunale)
Cristian Vezzoli (Consigliere Comunale)
(mandato elettorale 2014 - 2019) Coadiuvare il Sindaco nello studio e valutazione delle tematiche per la predisposizione di un piano per l'individuazione dei criteri e delle modalità per realizzare campi da gioco di vario genere nei parchi clarensi con il fine di promuovere la rivitalizzazione in un'ottica volta a renderli luoghi accattivanti di incontro ed aggregazione per i cittadini
***********************

Clicca per ingrandire

Inaugurato il nuovo parco giochi di viale Mellini: e' stato intitolato a don Cesare Brianza
Dicembre 2018

Una festa per grandi e bambini, che nel giorno dedicato a Santa Lucia ha celebrato con sorrisi e allegria la riqualificazione dell’area giochi di fronte alla Biblioteca civica «Fausto Sabeo», su viale Mellini. Infatti, si è tenuta giovedì 13 dicembre l’inaugurazione ufficiale del nuovo parco giochi del centro, frutto della sinergia tra il Comune e il Gruppo Alpini di Chiari: entrambi desideravano dare una nuova strutturazione all’area, da un lato andando a unire in un unico sito tutti i Monumenti delle varie associazione d’Arma e dall’altro ottenendo una profonda rivisitazione dell’area per i bambini.

All’inaugurazione erano presenti le autorità, il Gruppo Alpini e le Librellule (le quali hanno allietato l’evento leggendo alcuni racconti legati proprio alla celebrazione di Santa Lucia) e alcuni rappresentanti del gruppo genitori Gli Equilibristi, data la presenza all'interno del parco di un'altalena per i bimbi diversamente abili. Inoltre, il parco è stato ufficialmente intitolato a don Cesare Brianza: sacerdote clarense (1918 - 1986), attratto fin da giovanissimo dall'esperienza salesiana e dalle missioni in Oriente. Con questa intitolazione, si è voluto ricordare il suo percorso (dalla Cina, dove si recò a soli 16 anni, fino alla colonia portoghese di Macao), sempre dedicato alla formazione e all’educazione musicale, che già nel nel 2006 gli era valso il Riconoscimento Civico postumo, in occasione della festa patronale.

Come indicato a inizio mandato, l’Amministrazione comunale ha realizzato la riqualificazione di un parco pubblico all’anno: il nuovo parco di viale Mellini (per il quale sono stati stanziati 10mila euro di investimenti) ha rappresentato il progetto del 2018, mentre per il 2019 è già in programma la sistemazione del parco Sant’Angela Merici.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

UN PARCO DA VIVERE
Parco delle Rogge

Dicembre 2017

Il progetto di riqualificazione dei parchi procede, come da programma; durante l’estate 2017 al Parco delle Rogge è stato installata una nuova attrezzatura sportiva: un campetto da basket. Un nuovo spazio ideato per bambini, ragazzi, giovani e meno giovani, che alla nostra città mancava da troppo tempo e che sin da subito è stato preso d’assalto e utilizzato dalla mattina alla sera. Un investimento totale di circa 40mila euro, tra lavori per la pavimentazione, canestri che ha dato ai ragazzi un nuovo spazio ludico ed aggregativo, un punto di riferimento quindi per gli amanti della palla a spicchi e non solo.

Sia detta struttura che l’area cani ad essa limitrofa sono state dotate di illuminazione serale. Vi sono ancora un paio di piccole sistemazioni/ implementazione su cui investire e che verranno reallizzate nei prossimi mesi, grazie anche ai suggerimenti arrivati dai tanti ragazzi che lo hanno frequentato in questi primi mesi di vita. In questo periodo si sta già lavorando sui progetti che verranno portati a compimento nei prossimi anni, uno legato al Parco situato dinnanzi alla biblioteca ed uno legato al parco di S.Angela Merici: due aree verdi da recuperare e valorizzare.

Circa l’area a nord della città, anche in attesa dell’esito delle votazioni per il bilancio partecipativo, l’intenzione è quella di far disegnare e “progettare” il dettaglio della riqualificazione del Parco direttamente ai bambini, permettendo quindi a loro di scegliere a coloro che vivono questo spazio come sistemare ed implementare l’area.

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Un parco da vivere.

Aprile 2017
Durante l’anno 2016, come avrete potuto notare, è stato riqualificato il Parco Elettra con l’inserimento di un campo da calcio e un’area di sgambamento cani, chiaramente con recinzioni e una staccionata a dividere dalla strada, come richiesto dai residenti della zona. Il tutto è costato circa 30.000 euro, e la stessa cifra è stata impegnata nell’anno in corso 2017, per l’implementazione di un’altra struttura sportiva all’interno del parco delle Rogge. A breve verrà infatti inserito un campo da basket a fianco della zona carrucola, e finalmente dopo anni Chiari tornerà ad avere un “campetto” pubblico utilizzabile liberamente e in qualsiasi orario, inoltreilcampettoelavicinaareacaniverrannodotatodiilluminazione. La linea tracciata dall’anno scorso sulla questione Parchi, è quella di renderli sicuramente più appetibili per bambini e giovani, più funzionali ad attività sportive e quindi più utilizzati. L’anno prossimo si continuerà con lo stesso obiettivo e con lo stesso budget, verrà scelto un altro parco e un’altra struttura sportiva che verrà messa a disposizione dei cittadini clarensi.

Tornate in alto

***********************
Lorini Federico (Staff del Sindaco)
Lorini Federico (Staff del Sindaco)
(mandato elettorale 2014 - 2019) Con l'incarico di coadiuvare il Sindaco nell’esercizio delle funzioni di indirizzo e controllo di propria competenza con particolare riferimento alle politiche abitative e di governo del territorio
***********************
Piano Particolareggiato per l'area agricola

Clicca per ingrandire

CHIARI ALL’AVANGUARDIA NELLA RIORGANIZZAZIONE DELLA ZONA VERDE DELLA CITTÀ
Dicembre 2017

Un Piano ad hoc per la riorganizzazione delle varie anime dell’area agricola clarense: quella industriale delle aziende, quella abitativa dei residenti e quella ricreativa dei cittadini. E’ questo il grande piano su cui l’Amministrazione di Chiari ha deciso di puntare nei prossimi anni, con il supporto di professionisti e enti competenti, per ridisegnare con coerenza, sostenibilità e innovazione la zona verde della città e del suo territorio.

La forte esigenza di questa riorganizzazione si è fatta definitivamente chiara quando gli approfondimenti e gli studi effettuati sul territorio clarense, propedeutici alla rielaborazione degli strumenti di pianificazione effettuati con il nuovo PGT, hanno messo in evidenza anche una serie di problematiche specifiche per la nostra zona agricola. Così, conclusa l’approvazione del Nuovo Documento di Piano, oggi risulta necessario proseguire il lavoro di pianificazione elaborando e approvando un Piano Particolareggiato per l’Area agricola.

Al fine di creare un piano efficace e efficiente, l’Amministrazione sta perciò avviando diversi studi e collaborazioni preliminari, supportate da professionisti di settore, per vedere concretamente qual è l’attuale situazione dell’area agricola clarense,in modo da progettare un piano adeguato. In questo senso, è stata già avviata la collaborazione con la Fondazione Cogeme per la partecipazione a Pianura sostenibile: un progetto che riguarda la qualità della vita e dell’ambiente in un’ampia zona della Pianura Bresciana, per affrontare la parte conoscitiva della programmazione agricola, verificando cosa c’è già sul territorio.

Nell’ambito di Pianura sostenibile è stata recentemente avviata la collaborazione anche con l’Università degli Studi di Brescia (Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica) per effettuare un’indagine su quanti e quali sono gli immobili dismessi presenti nell’area agricola clarense. Una grande mappatura, effettuata dagli studenti laureandi dell’Ateneo che saranno quindi presenti sul territorio.

Infine, si vuole approfondire la situazione di chi appunto vive ed esercita nell’area agricola: capirne le reali esigenze per coordinarle in maniera fruttuosa per tutti. L’esito di questi studi e collaborazioni andrà a determinare la stesura del nuovo piano: un progetto che vuole gettare le basi per la nuova e migliore area agricola clarense degli anni a venire.

Tornate in alto

***********************

IL NUOVO PGT È ATTIVO: TANTI MIGLIORAMENTI E NOVITÀ
Dicembre 2017

Con la pubblicazione sul BURL (Bollettino Regionale) avvenuta il 5 luglio 2017, ha assunto piena efficacia il nuovo PGT approvato in via definitiva il 13 aprile dal Consiglio Comunale, unitamente alle risposte alle osservazioni presentate dai cittadini.

Il nuovo documento di pianificazione del territorio clarense innova in maniera consistente quello in vigore in precedenza, risultato del tutto inadeguato in relazione all’evoluzione del settore edilizio e agli sviluppi normativi in materia di salvaguardia dei suoli coltivabili e ambientale.

Infatti, il nuovo Piano offre una serie di opportunità ai privati e agli operatori del settore, e fornisce indicazioni concrete sia in campo urbanistico, sia in quello ambientale su diversi aspetti, tra cui la riduzione sensibile del consumo di suolo agricolo e la creazione delle premesse per una sostenibilità effettiva, sia economica, sia ambientale, degli interventi edilizi (ambiti di espansione troppo grandi richiedono investimenti iniziali insostenibili alla luce della situazione del mercato edilizio).

Non solo: il nuovo Piano riduce da 5 a 2 (e per alcuni interventi a zero) gli oneri di urbanizzazione legati alla cosiddetta “qualità aggiuntiva” previsti dalla norma regionale, e riportando a destinazione agricola diverse aree (in precedenza edificabili con bassissima possibilità di attuazione) riduce sensibilmente il peso dell’IMU per diversi piccoli proprietari che non potevano essere qualificabili come imprenditori agricoli e in quanto tali esentati dall’imposta.

Infine, introduce linee guida e indicazioni concrete per il recupero di vaste aree industriali dismesse, per la prima volta presenti sul nostro territorio: i cosiddetti Ambiti di Rigenerazione Urbana.

Tornate in alto

***********************

BONIFICA VIA RICCI E VIA SIRANI: CONCLUSA CON SUCCESSO LA BONIFICA DI VIA RICCI E VIA SIRANI
Dicembre 2017

Si è conclusa con successo la bonifica avviata nell’area tra via Ricci e via Sirani: una zona di proprietà del Comune e venduta alla Provincia di Brescia per l’ampliamento dell’Istituto Einaudi, resosi necessario per il forte incremento di popolazione scolastica legato in particolare al nuovo indirizzo di Agraria.

I lavori hanno riguardato la limitata porzione dell’area in cui era necessaria la rimozione del terreno (a garanzia dei più ampi utilizzi futuri previsti per l’intera zona) individuata dall’Ufficio Ecologia: tutta l’area, infatti, era conforme ai valori di legge, ad eccezione di una limitata porzione di terreno in cui rame e zinco non rientravano negli stringenti parametri dei valori prescritti per le aree agricole-residenziali.

Tornate in alto

***********************

CAVA MORANDINI LA CAVA TORNA A NUOVA VITA
Dicembre 2017

Grazie a una fattiva collaborazione tra gli Uffici comunali competenti in materia, la proprietà del sito e il CEPAV/TAV (il consorzio Eni per l’Alta Velocità), la cava Morandini tornerà a nuova vita: infatti, si stanno ultimando i lavori di recupero di oltre tre ettari (dieci piò di superficie) della ATE 12 con materiale idoneo per l’uso agricolo.

Il materiale di riempimento è costituito da terre e rocce da scavo provenienti per la maggior parte dai lavori di realizzazione della Ferrovia ad Alta Velocità.

Il ripristino dello strato superficiale sarà effettuato con terreno di coltivo adatto alle coltivazioni agrarie. Dopo anni di aggressiva sottrazione di suolo all’attività agricola, una prima, piccola, ma significativa restituzione alla destinazione oridinaria: la volontà dell’Amministrazione Comunale è quella di proseguire in maniera convinta in questa direzione!

Tornate in alto

***********************

Clicca per ingrandire

Approvazione definitiva PGT
Approvazione definitiva e deposito degli atti costituenti il nuovo documento di piano del Piano di Governo del Territorio (P.G.T) vigente e per quanto necessario la sua coerenziazione con il Piano dei Servizi e il Piano delle Regole. (Bollettino Serie Avvisi e Concorsi n. 27 del 05/07/2017)

Tornate in alto

***********************

CALENDARIO EVENTI

Lug
DRINK | MUSIC | PEOPLE - presso THE BOX PARCO DELLE ROGGE, dalle ore 20 - con INFORMAGIOVANI CHIARI, Coop. SANA, SWEET CAFE'
Lug
cinema all’aperto in VILLA MAZZOTTI, ore 21.15
Lug
nei locali aderenti del CENTRO STORICO, dalle 19.30 alle 24 con l’ASS. BOTTEGHE DI CHIARI

NUMERI DI TELEFONO UTILI

Acque Bresciane 800556595
Carabinieri 0307013500
Enel Sole 800901050
Guardia di Finanza 0307000514
Guardia medica 0308377141
Municipio 03070081
Numero unico emergenze 112
Ospedale 03071021
Polizia Locale 0307008228
Polizia Stradale 0307001772
Pronto soccorso 118
Protezione Civile 0307009675
Vigili del Fuoco 115

LOGIN AI SERVIZI

Per accedere al servizio è necessario disporre della Carta Regionale dei Servizi C.R.S. ed aver installato la postazione per il cittadino. Cliccate sul pulsante "LOGIN con la CRS" ed attendete la lettura della carta. Cliccare su pulsante "Leggi i dati" quando richiesto.

INDIRIZZI DI P.E.C.